x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Oltre 600 sulle sponde del Naviglio

23 giugno 2017
a cura della Redazione
Oltre 600 sulle sponde del Naviglio
Si è conclusa con un successo la sesta edizione del Brontolo Bike Day, domenica 18 giugno, a Robecco sul Naviglio. Oltre 600 i ciclisti coinvolti, per una portentosa carica benefica

Ciclisti da fuori regione, adulti, bambini e persino Vip in sella per la sesta edizione del Robecco Bike Festival. La manifestazione organizzata da Andrea Noé si è chiusa con un successo.
Più di 600 ciclisti nella sola giornata di domenica 18 giugno schierati alla partenza del Brontolo bike day lungo il Naviglio. “La nostra filosofia è molto semplice: divertirsi e fare qualcosa per chi è meno fortunato di noi. Per l’ennesima volta ci siamo riusciti”, commenta Andrea Noè. Anche un volto noto come Linus ha voluto essere presente per tutti gli 83 chilometri della cicloturistica.
Al di là della partecipazione, quello che conta è raccogliere fondi a favore dell’associazione onlus che combatte la Sindrome di Pitt Opkins.
Quest’anno c’è stata anche la promozione del progetto Cargo bike, realizzato dall’altra associazione onlus La Quercia di Magenta che mette a disposizione due biciclette da trasporto per le famiglie con parenti disabili.
I ciclisti capiscono il valore della solidarietà e hanno affollato la manifestazione, arrivando persino da Genova come i rappresentanti della polisportiva Pra’ Palmaro. È anche per la simpatica atmosfera che si respira, per la voglia di stare insieme. Non conta il risultato e la competizione è del tutto sana, tra gruppi che si inseguono e amici che si lanciano sfide.
Noè è il regista, aiutato dallo staff con la moglie Simona: saluta tutti e tiene alto il morale parlando nel megafono. Sulle sponde del Naviglio grande, la vista del bel palazzo Archinto e delle ville gentilizie del ‘700 arricchisce la manifestazione.
Tanti gli eventi collaterali: al sabato la gimkana per bambini, evento incluso nel progetto gioco ciclismo della Federazione ciclistica italiana, poi l’escursione in notturna nel Parco del Ticino per gustarsi il tramonto in riva al Ticino e percorrere i bellissimi sentieri all’interno.
“Brontolo bike, la società sportiva dilettantistica di cui sono presidente, è riuscita a realizzare, con la complicità di tanti volontari, un evento che negli anni è diventato un punto fermo per molti appassionati. Non posso che lanciare un arrivederci al 2018. Vi arriveremo con lo stesso entusiasmo e saremo molti di più, perché solo in tanti, collaborando, condividendo e coinvolgendo, possiamo fare grandi cose…”, promette “Brontolo” Noè.

© RIPRODUZIONE RISERVATA