Chiappucci in pista per il World Stars Ski Event

31 marzo 2017
di Concetta Bonaldi
Chiappucci in pista per il World Stars Ski Event
Lo scorso weekend, in Alta Badia, Claudio Chiappucci ha partecipato all'evento benefico promosso dal Principe Alberto di Monaco insieme a tanti altri sportivi di fama internazionale

Chiappucci in pista per il world stars ski event

Rappresentanti del Principato di Monaco, personaggi dello sport e dello spettacolo di fama internazionale si sono ritrovati lo scorso weekend in Alta Badia per il World Stars Ski Event, evento benefico in favore dei bambini del Madagascar.

Tra loro anche un grande del mondo a due ruote, Claudio Chiappucci, non nuovo a queste iniziative, che per l’occasione ha ribadito la sua passione per la montagna, ambiente che da professionista ha conosciuto “solo” su strada.

“Mi piace moltissimo sciare, qui é un posto davvero bello per farlo. Siamo tra amici ed é sempre un piacere ritrovarci e soprattutto essere d’aiuto per una causa benefica”, spiega Claudio Chiappucci.

 

I partecipanti, tra cui il Principe Alberto di Monaco, si sono sfidati sulla pista Gardenaccia in un parallelo gigante, svoltosi in coppie composte da un personaggio e un ragazzo dello Skiclub Ladinia.

Al cancelletto di partenza sono andati alcuni campioni di sci alpino, quali Peter Fill, vincitore per la seconda volta della Coppa del Mondo di discesa libera, Dominik Paris, Manfred Mölgg, Jure Kosir, Max Blardone e Peter Runggaldier.

 

Anche la gara femminile ha visto protagoniste sciatrici del presente e del passato. Gli spettatori hanno potuto assistere alla discesa di campionesse del calibro di Deborah Compagnoni, Isolde Kostner, Johanna Schnarf, Manuela Mölgg, Daniela Ceccarelli, Denise Karbon e Pernilla Wiberg. Si sono difesi sulla neve anche i campioni di altre specialità, tra cui Igor Cassina, Gabriele Tarquini, Emanuele Pirro e Chiappucci, appunto.

 

La gara è stata vinta dalla coppia formata da Peter Runggaldier e Mike Pedratscher, seguito dal maestro di sci della scuola sci La Villa Florin Soraru assieme all’allievo Di Genova Matteo e terzo lo sciatore della nazionale italiana Dominik Paris in coppia con Stefan Rudiferia.

 

In campo femminile si è aggiudicata la vittoria della gara a coppie la sciatrice della nazionale italiana Verena Stuffer assieme a Rebecca Michelotto, al secondo posto Pernilla Wieberg in coppia con Michael Schepis davanti all’ex-sciatrice Marion Betrand con Sofia Thaler. Si è aggiudicato il “Super Trophy”, che prevedeva un’ulteriore sfida tra i migliori 8 uomini e le migliori 8 donne, Dominik Paris davanti a Manfred Mölgg e Max Blardone nella categoria maschile mentre nella categoria femminile ha dominato Verena Stuffer davanti a Pernilla Wieberg e Marion Bertrand.

 

“Il Consorzio Turistico Alta Badia ha voluto credere in questa iniziativa, in quanto l’abbinamento sport ed attività benefica si sposa alla perfezione con quello in cui noi crediamo. Per noi è un immenso onore poter ospitare il Principe Alberto e gli atleti della Sua associazione per una grande giornata di sport e solidarietà. Siamo fieri di poter aiutare, grazie a questa iniziativa, i bambini meno fortunati”. aggiunge il Direttore del Consorzio Turistico Alta Badia, Roberto Huber.

 

Al termine della gara, lo chef gourmet Andrea Irsara del ristorante La Stüa dla Lâ ha servito il pranzo al parterre di gara prima della premiazione, durante la quale ai vincitori sono stati assegnati i trofei a forma di fiocchi di neve a cinque punte, grandi stelle “benevole”, immaginate dall’artista Daniele Basso, in collaborazione con Swarovski.

 

La cena di Gala

L’appuntamento più prestigioso del weekend è stata la Cena di Gala, presso il Relais & Chateaux Hotel Rosa Alpina, dove è stato servito il menù dello chef 2 stelle Michelin, Norbert Niederkofler del Ristorante St.Hubertus. Dopo l’aperitivo, realizzato insieme agli chef Simon Tirel (Hotel Diana) e Daniele Alfio Sanna (Hotel Sassongher) agli ospiti è stata proposta una Tartar di Coregone, un Risotto all’acqua di pomodori verdi, basilico e bottarga di lago e un piatto chiamato “Cervo & Carote”, prima di servire il dolce a base di yogurt, lamponi e asperula.

© RIPRODUZIONE RISERVATA