x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Scatto fisso diviso per due

24 luglio 2015
Redazione Ciclismo
Scatto fisso diviso per due
Vi raccontiamo la storia di Stefano Francescutti e Matteo Serone, fondatori del team “La Diagonale”. Organizzano viaggi, partecipano ad alleycat, criterium e velocity. Per loro la fixed è…

Scatto fisso diviso per due

La Diagonale squadra corse nasce dalla passione per la bicicletta di due amici: Stefano Francescutti e Matteo Serone, che trovano nello scatto fisso la vera essenza del ciclismo. Ciclisti “fissati” dal 2006 quando in Italia il movimento “fixed” era ancora agli albori e l’unico modo per rimanere informati sulle novità di settore era buttare un occhio oltreoceano.

 

L’incontro con cicli frugeri e i viaggi

Stefano e Matteo all’inizio si dedicano gli spostamenti urbani, ma anche alle classiche gite fuori porta, fino ad arrivare ai lunghi viaggi di più giorni. L’incontro con Cicli Frugeri sancisce definitivamente la nascita nel 2013 della squadra con l’obiettivo di partecipare a gare come alleycat, criterium e velocity, in Italia e all’estero.

 

 

Viaggi che uniscono più passioni, come racconta Matteo Serone: “'Nel 2012 abbiamo organizzato “Jazz:Re:Found goes to Barcelona”, un viaggio di 12 giorni che ci ha portati a unire due punti cardinali per promuovere un festival organizzato da amici che ci hanno aiutati a realizzare il nostro sogno: da Vercelli a Barcellona. Nel 2013 decidiamo di rilanciare partendo dal punto stradale più a Ovest in Italia, nei pressi di Bardonecchia, e spingendoci fino al punto più orientale: Capo D'otranto. Nove giorni di passione in fixed nel Bel Paese, il viaggio che ha dato il battesimo alla nostra squadra che si chiama proprio come quel viaggio: La Diagonale”.

Nel 2014 i “diagonali” decidonoo di percorrere la prima strada italiana: la Via Aurelia. Dal confine con la Francia, a Ventimiglia, al cuore della capitale in soli 4 giorni: “Abbiamo partecipato negli anni a molte gare dedicate a biciclette a scatto fisso (oltre a molte gare ciclistiche e di triathlon) togliendoci qualche piccola soddisfazione nelle alleycat e nei criterium più celebri del settore.

 

La vittoria alla 12h Cycling Marathon

"L'ultima sfida a cui abbiamo preso parte è la 12h Cycling Marathon di Monza, sempre con biciclette da pista Frugeri, in qualità di concorrenti singoli. Gara veramente emozionante nella quale mi sono aggiudicato il primo posto fixed e la dodicesima piazza generale, percorrendo 434 Km alla media di 37,8 Km/h per 11:37 ore. Al momento siamo in fase di programmazione per il viaggio di quest'anno. Con lo spuntare dei primi capelli bianchi stiamo ragionando sulla possibilità di spostarci sulle bici da corsa almeno per questi viaggi, ma quel ragazzino che vive dentro di noi un po' ci trattiene"

 

.

Per seguirli su FB e sapere come sarà il prossimo viaggio o conoscere quelli passati e con l'hashtag #ladiagonale su Instagram.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA