x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Garmin Forerunner 920Xt

21 May 2015
di Daniel Fontana
  • Salva
  • Condividi
  • 1/18
    Continuiamo a parlarvi del nuovo Garmin Forerunner 920Xt con la prova in bicicletta

    Garmin forerunner 920xt

    Continuiamo a parlarvi del nuovo Garmin Forerunner 920Xt (clicca qui per leggere la prima parte del’articolo), con la prova eseguita in bici (foto di Jacopo Altobelli). Il 920Xt è compatibile con i sensori Garmin di velocità, cadenza e frequenza cardiaca, tutta la famiglia Edge quindi, per fornire funzionalità di allenamento avanzate durante tutte le sessioni di allenamento e in gara.

    Se associato ai prodotti per il monitoraggio dei dati di potenza della linea Vector a sensore singolo o doppio, consente di poter disporre al polso di tutte le informazioni più utili e avanzate sulle quali impostare un training ottimale.

     

    La distribuzione dei watt tra la gamba sinistra e quella destra

    Il doppio sistema di rilevazione è in grado di ripartire la distribuzione dei watt tra la gamba sinistra e quella destra, permettendo l’analisi interessante della relativa percentuale di bilanciamento del carico. Il Forerunner 920Xt possiede un altimetro che registra i dati di ascesa e discesa e i gradi di pendenza dei tracciati che si affrontano in sella.

     

    Se volete registrare video

    Può essere utilizzato anche come remote control delle action cam Garmin, come la Virb e la Virb Elite, per registrare video e rendere così ancora più divertenti le uscite in bici. La combinazione dei segnali Gps con il sistema Glonass consente una maggiore precisione nella registrazione della propria posizione durante tutte le uscite, anche quando il segnale satellitare è debole. In associazione alla fascia cardio Hrm Run, compresa nel pacchetto “boundle”, fornisce il dato di VO2max di riferimento, determinante per impostare i corretti ritmi di allenamento.

     

    Misurare la quotidianità

    Forerunner 920Xt funziona anche come una vera e propria fitness band. Il display visualizza i passi compiuti, la distanza totale percorsa, le calorie bruciate, l’obiettivo quotidiano da raggiungere e il relativo countdown di passi ancora da percorrere. Sullo schermo è visibile anche una barra motivazionale che indica il livello attività e che invia un avviso dopo un’ora di inattività. Per far sparire la barra in movimento ed azzerare il segnale, è sufficiente camminare per un paio di minuti.

     

    La qualità del sonno

    Inoltre, indossato durante la notte, rileva il movimento notturno e la qualità del sonno, fornendo dei dati preziosi su un momento tanto importante per il recupero dell’allenamento svolto. La mia quotidianità non è fatta solo di allenamenti.

    Io sono anche un trainer, conduco seminari di motivazione aziendale, sono chiamato da realtà industriali a gestire incontri di formazione d’aula per i manager, durante i quali affronto temi quali il parallelismo tra l’azienda e l’endurance, la resilienza, la leadership e molto altro. 

    Non è sempre facile tenere efficacemente le fila di tutti questi impegni. Il Forerunner 920XT può essere connesso al mio smartphone, dandomi così la possibilità di ricevere e visualizzare notifiche push, avvisi di chiamate, sms, e-mail e calendario appuntamenti. Con un solo strumento insomma, mi alleno, sto attento alla mia salute e gestisco al meglio anche il mio lavoro di formatore e allenatore.

     

    Cosa sapere

    Garmin Forerunner 920Xt è previsto in due varianti colore: nero/blu e bianco/rosso ed è in vendita a un prezzo al pubblico consigliato di 449 euro e di 499 euro con fascia cardio HRM-Run inclusa. Per saperne di piuù sul nuovo Garmin Forerunner 920Xt.

    Con il supporto di Matteo Bortesi, product marketing manager sport, fitness e outdoor di Garmin Italia, abbiamo sfruttato le strutture del Centro Sportivo Dds di Settimo Milanese, dove Daniel abitualmente si allena, per stressare il Forerunner 920Xt. 

    © RIPRODUZIONE RISERVATA