x

Sempre in contatto con la tua passione?

Iscriviti alla newsletter

Crono del Prosecco: Garzelli e Bruseghin in ricognizione

11 aprile 2015
Crono del Prosecco: Garzelli e Bruseghin in ricognizione
La troupe di Rai Sport nelle colline trevigiane, patria del Prosecco Superiore, per la ricognizione ufficiale che andrà in onda pochi giorni prima della tappa del 23 maggio

Crono del prosecco: garzelli e bruseghin in ricognizione

Le strade che attraversano le verdi colline del Prosecco Superiore saranno protagoniste della 14esima tappa della cronometro individuale che da Treviso porterà il Giro d’Italia a Valdobbiadene.

Ieri pomeriggio Stefano Garzelli, vincitore del Giro d’Italia nel 2000, accompagnato da Marzio Bruseghin, ex campione a cronometro, ha affrontato il tracciato di 59,2 km della ribattezzata Crono del Prosecco. A seguire ogni loro pedalata, raccogliendo le impressioni dei due ciclisti, la troupe di Rai Sport con il giornalista e conduttore Andrea De Luca voce della moto cronaca del Giro. Le immagini della ricognizione andranno in onda nei giorni precedenti la tappa del 23 maggio prossimo.

 

Il  brindisi con il comitato tappa valdobbiadene

Al termine delle riprese Stefano Garzelli, Marzio Bruseghin e la troupe hanno fatto una piccola sosta presso la loggia del Municipio accolti dal Comitato tappa Valdobbiadene con il presidente Isidoro Rebuli, il sindaco di Valdobbiadene Luciano Fregonese e dall’assessore allo sport Tommaso Razzolini, per un brindisi con lo spumante Valdobbiadene Docg.

 

San pietro di feletto cambia volto alla cronometro

Dopo i primi 30 km che si snodano su un terreno sostanzialmente pianeggiante, di puro scorrimento, che favorisce i passisti, il gran premio della montagna di San Pietro di Feletto cambia volto alla cronometro e iniziano i 25 km di saliscendi sulle colline vitate del Prosecco Superiore. La salita Rua e il tratto che da Guia porta a Valdobbiadene non daranno tregua ai ciclisti che se non doseranno bene forze ed energie potranno perdersi nel bassopiano di San Pietro di Barbozza.

METTI "MI PIACE" SU FACEBOOK  SEGUICI ANCHE SU: NEWSLETTER TWITTER

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA