Al via da Magenta il Giro d'Italia handbike

27 febbraio 2017
Al via da Magenta il Giro d'Italia handbike
Presentata la più importante manifestazione handbike italiana. Otto le tappe. Si parte da Magenta

Al via da magenta il giro d'italia handbike

di Giorgia Monguzzi - foto Carlo Monguzzi

 

È stata la sala Colucci del palazzo Castiglioni a Milano, sede della Confcommercio, la location che ha ospitato la presentazione del Giro d’Italia handbike.

Alla conferenza stampa tenutasi nella mattinata di venerdì 24 febbraio erano presenti molti esponenti delle istituzioni quali il presidente della Federazione Ciclistica Italiana Renato di Rocco, sindaci ed assessori dei paesi attraversati dall’evento, i rappresentanti degli sponsor e alcuni atleti.

 

Ospite d’eccezione è stata la cantante italiana Alexia, vincitrice del festival di Sanremo 2003, che è stata scelta come madrina della manifestazione e che ha espresso tutta la sua ammirazione verso gli atleti, uomini e donne da cui prendere esempio. Accanto a lei era anche presente la paratleta Giusy Versace, che ha rappresentato la nazionale italiana nell’atletica leggera durante le scorse paraolimpiadi. La Versace ha rinnovato l’impegno della sua associazione benefica anche nel campo del paraciclismo per il quale ha già donato 2 hand bike.

 

Il Giro d’Italia hand bike, giunto già alla sua ottava edizione, si svilupperà in 8 tappe, otto domeniche a partire dal 26 marzo. La prima frazione si terrà a Magenta, mentre l’intera competizione terminerà domenica 8 ottobre a Verona.

Di seguito sono presentate le 8 tappe con relativa data di svolgimento

1.       Magenta (Mi) domenica 26 marzo

2.       Tirano (So) domenica 18 giugno

3.       Chiavari (Ge) domenica 25 giugno

4.       Roccaraso (Aq) domenica 23 luglio

5.       Busto Arsizio (Va) domenica 3 settembre

6.       Cologne (Bs) domenica 17 settembre

7.       Desio (Mb) domenica 1 ottobre

8.       Verona (Vr) domenica 8 ottobre

 

Tante novità accompagneranno questa nuova edizione, prima tra tutte l’inserimento della categoria H8 che permette la gara ai normo dotati e l’aumento dei montepremi per i vincitori.

Inoltre ben due competizioni affiancheranno la manifestazione: un trofeo premierà i migliori classificati nelle tappe Lombarde, mentre un altro sarà dedicato alla memoria di Maria Letizia Ferrario.

Molte iniziative sono inoltre attese da parte dei comuni che accoglieranno la corsa rosa che ancora una volta dimostra l’impegno della federazione ciclistica italiana nello sport paraolimpico, categoria già ricca di successi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA