Aspetto da città, fisico da sterrato: è la nuova Touring

14 marzo 2017
di Roberta Lamagni
Aspetto da città, fisico da sterrato: è la nuova Touring
La nuova e-bike di Neox si caratterizza per la massima versatilità. Adatta a città e sterrato, con una mente intelligente

Aspetto da città, fisico da sterrato: è la nuova touring

Al top della versatilità. La nuova e-bike di Neox è stata concepita per poter sintetizzare al meglio le qualità riconosciute ai modelli Crosser, Sporter e Urban.

La nuova Touring è una bici a 360 gradi, concepita per potersi adattare con la stessa funzionalità a strada e sterrato.

 

Da utilizzare per il piacere di un’uscita nel tempo libero o per gli spostamenti quotidiani in città, su terreni che spesso sono quanto di più lontano da un asfalto liscio e piano, vuoi per i normali segni da usura e maltempo, vuoi per pavimentazioni più tradizionali - pavé - o attraversate dai binari del tram. Queste condizioni rendono problematica la circolazione di bici con normali ruote.

 

A fronte di una scelta che privilegia la larghezza delle ruote - una via di mezzo tra le dimensioni di una bike da cross e di una fat - Neox ha però optato per vestire la Touring con un abito “cittadino” e unisex: da qui il portapacchi-portaborse e una posizione del tubo superiore più bassa rispetto agli standard delle bike maschili.

 

Il risultato è un mezzo pratico, confortevole e adatto a brevi, medie e lunghe distanze, dalla commissione d’urgenza alla gita più strutturata: la batteria da 48 Volt consente infatti di coprire anche lunghissime distanze (è garantita un’autonomia di 120 Km). Una sella morbidissima - in soft athletic gel -, un nuovo concept di manubrio, regolabile e inclinabile, e la dotazione di fanali anteriori e posteriori per le ore serali completano il quadro.

 

Tra le innovazioni in dotazione alla Touring vi sono inoltre freni a disco di 203 mm (contro i 185 mm dei modelli 2015), un display in grado di fornire più informazioni (come i km di carica residui) e un antifurto con codice Pin, che volendo può essere disattivato, per le soste brevi, nelle quali risulterebbe una scocciatura dover riaccendere la bici immettendo nuovamente il codice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA