Il 3 giugno è la Giornata mondiale della bicicletta

La bicicletta ha una giornata a lei dedicata, che si celebra il 3 giugno: è la Giornata mondiale della bicicletta. Si festeggia ufficialmente solo da pochi anni, grazie a una risoluzione Onu, e ha ancora bisogno di essere promossa e valorizzata. In Italia molti eventi la anticipano al 2 giugno per onorare ancora meglio la Festa della Repubblica.

Basta saltare una sola volta in sella volta alla bicicletta, per rendersi subito conto di quanto sulle strade italiane questa sia ancora un mezzo di trasporto marginalizzato, continuamente minacciato dalla prepotenza delle auto e dall’onnipresenza dei pedoni. Ma forse non tutti sanno che c’è un giorno in cui la bicicletta può, almeno sulla carta, ritenersi sovrana: è la giornata mondiale della bicicletta, che si celebra universalmente il 3 giugno. E’ una una festa nata prima di tutto per esaltare i molteplici valori positivi della bici come strumento di trasporto sostenibile e salutare, ma anche per celebrare la semplice, limpida gioia che si prova nel pedalare. Questa giornata è infatti anche il pretesto per ricordarci di quando, tra mille timori e tremori, abbiamo levato le rotelle e, tentativo dopo tentativo, siamo riusciti a rimanere in equilibrio sulle due ruote, cosa che ci sembrava così difficile e poi si è rivelata essere la cosa più semplice e naturale del mondo.

Come è nata la Giornata della bicicletta

L’istituzione di una data dedicata alla bicicletta si deve a un professore di sociologia polacco che insegna negli Stati Uniti, Leszek Sibilkski, il quale nel 2015 scrisse due articoli pubblicati sul blog della Banca Mondiale e durante i suoi corsi universitari iniziò a lanciare una campagna per promuovere la creazione di una giornata ufficiale. La campagna crebbe fino a diventare un progetto di ricerca sull’impatto della bicicletta nello sviluppo e poi un vero e proprio movimento di “Mobilità sostenibile per tutti”. Finché il 12 aprile 2018 l’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) istituì ufficialmente, con una risoluzione adottata da tutti i 193 membri, una giornata internazionale dedicata alla bicicletta. La risoluzione fu sponsorizzata dal Turkmenistan e da altri 56 paesi.

Qui sotto il profilo facebook del profe Sibilkski:

Le motivazioni dell'Onu

Tra le motivazioni, nella risoluzione si legge che l’Onu riconosce “l’unicità, la storicità e la versatilità della bicicletta, che viene usata da due secoli ed è semplice, economica ed affidabile”, inoltre ne riconosce l’importanza dal punto di vista ambientale e per il benessere fisico. In più viene riconosciuto il ruolo della bicicletta “come strumento di sviluppo”, non solo in quanto semplice mezzo di trasporto, ma che incide anche nell’accesso all’educazione, alle cure sanitarie e all’attività sportiva.

Come celebrare al meglio questa giornata

Si può partecipare in tanti modi alla giornata internazionale della bicicletta. Il primo è quello di… uscire in bici, ovviamente. Sembrerà banale, ma andare a pedalare è il modo più bello per onorare la data. Che si abbia un’ambizione sportiva, un’esigenza di spostamento o il puro svago, è l’occasione giusta per rimettersi in sella. Un altro modo in cui si può celebrare la ricorrenza è quello di rispettare i ciclisti quando si gira in macchina (lo si dovrebbe fare sempre, ma questa è l’occasione per ricordarsi di tutte le volte che si è persa la pazienza sorpassando un ciclista). Infine bisogna farsi portavoci del messaggio: il senso ultimo di questa giornata è quello di sensibilizzare i governi e le istituzioni affinché sempre più spazio sia dato alle due ruote in fase di progettazione delle città di oggi e di domani, in modo che le infrastrutture siano sempre più numerose e più sicure.

Promuovere il "Bike to school"

La Fiab, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, ha deciso di dedicare questa Giornata mondiale della bicicletta al “bike to school”, cioè allo spostamento dei bambini verso la scuola. Incentivare questo tipo di abitudine quotidiana può infatti avere importanti ripercussioni sia sulla viabilità e il traffico sia sulla salute e la prevenzione. “In Italia – dice il presidente FIAB, Alessandro Tursi – purtroppo la grande maggioranza dei bambini non ha oggi il diritto di andare a scuola con le proprie gambe, a differenza dei loro coetanei europei, anche quelli di paesi dai climi particolarmente rigidi. La nuova sensibilità sul tema salute imposta dal Covid può essere occasione per cambiare abitudini sbagliate e dannose per i nostri figli. E sono i medici a affermarlo prima ancora di FIAB”.

Tutti gli eventi in programma per la Giornata mondiale della bicicletta saranno caricati sul sito andiamoinbici.it. Data la festività del 2 giugno, in Italia ci sono molti eventi per festeggiarla con un giorni di anticipo.

Gli hashtag internazionali legati alla ricorrenza sono: #June3WorldBicycleDay e #WorldBicycleDay

Ideato da I.Feld con l'animazione realizzata da J.E. Swanson, il logo della Giornata mondiale della bicicletta vuole celebrare l'universalità di questo mezzo, in grado di unire popoli e paesi diversi

© RIPRODUZIONE RISERVATA