Tour de France - tappa 8: il bis di Bini

Ancora uno sprint di gruppo nella frazione da Semour-en- Auxois a Colombey-les-deux-Eglises (183,4 km) con finale in salita, vinto da Biniam Girmay (Intermarche - Wanty), che rafforza la sua posizione in maglia verde. Secondo classificato Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck), terzo il 22enne Arnaud de Lie (Lotto-dstny)

1/24

Pioggia intermittente, nuvoloni neri, vento e spettacolari colline hanno accompagnato l'ottava tappa del Tour, partita senza Mads Pedersen, costretto ad abbandonare la gara in seguito al suo incidente nella volata di Saint Vulbas, nella tappa 5. Ancora una frazione contraddistinta da gruppo cauto e compatto senza particolari azioni degne di nota, a parte la tenace fuga del norvegese Jonas Abrahamsen, che ha fatto incetta di punti arrivando da solo sulle salite della Côte de Villy-en-Auxois (Cat 4, km 32,5) e della Côte de Verrey-sous-Salmaise (Cat 3, km 38,8). Allo sprint intermedio, a Lamargelle (IS, km 59), il ciclista della Uno-X Mobility, che si è aggiudicato il premio combattività, aveva un vantaggio di 5'40" su un gruppo piuttosto tranquillo. Performance questa che gli assicura almeno altre due tappe con la maglia a pois, poiché ci saranno solo 4 punti Climbers disponibili per i corridori nella tappa 9 e nella 10a non ce ne saranno. Finora Jonas ha trascorso 12 ore, 9 minuti e 30 secondi in fughe, ovvero il 38% del suo tempo totale di gara. Ieri la sua cavalcata solitaria si è conclusa a 14,4 km dall'arrivo quando è stato raggiunto dal peloton. Il traguardo di Colombey-les-Deux-Églises, per la prima volta città di tappa e nota per per essere stato il rifugio di vacanza del generale de Gaulle, ha visto sfidarsi la maglia verde Biniam Girmay e Jasper Philipsen, che ha dovuto accontentarsi, ancora una volta, del secondo posto. Il finale con rampa al 5% ha tagliato fuori i velocisti puri, quando la strada si è appiattita, Arnaud De Lie ha accelerato fino a 52,2 km/h, ma era troppo tardi per superare il ciclista eritreo che, conquistando una seconda vittoria alla Grande Boucle 2024 dopo quella di Torino, ha interrotto una striscia che ha visto sette corridori diversi vincere le prime sette tappe. Dopo essere rimasta senza vittorie nei primi sei Tour, l'Intermarché-Wanty è ora a due successi nelle prime otto frazioni di questa edizione.

La Maglia Gialla Tadej Pogacar rimane in testa alla classifica generale con 33" di vantaggio su Remco Evenepoele 1'15" su Jonas Vingegaard.

Nota triste della giornata: mentre il norvegese Abrahamsen procedeva nella sua lunga fuga, è arrivata la notizia che il suo connazionale André Drege (Team Coop-Repsol), impegnato nella quarta tappa del Giro dell'Austria, è deceduto dopo essere finito fuori strada durante la discesa sul Grossglockner.

1/4
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Una Cargo Gang alla conquista del Colle del Nivolet

26 June 2024

Giordania: il Wadi Rum in bici? Un'esperienza mistica

17 June 2024

Wikiloc lancia due nuove funzioni: Route Planner e Mappe 3D

16 June 2024

BikeUp Torino: una grande occasione di vivere l'elettrico (Anello di Superga compreso!)

07 June 2024

Raccontaci il tuo BAM! e vinci la coppia di borse GIVI-Bike Junter con cui Giulia Baroncini ha affrontato la sua Milano-Chicago

06 June 2024

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno torna, a Mantova, BAM!, il più grande raduno europeo di viaggiatori in bici

04 June 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - episodio tre

17 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio due

07 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio uno

03 May 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 3

27 April 2024

Tutto Salute