Giro d'Italia donne: ecco le maglie ufficiali

Tanti sponsor e una grande organizzazione per l'atteso e rinnovato appuntamento ciclistico femminile, in programma dal 2 all'11 luglio 2021 e che l'anno prossimo tornerà nell'UCI World Tour.

Crediti foto: F.Ossola - Giro di Italia donne

Sono state rese note le 5 maglie ufficiali di questo prestigioso appuntamento che prenderà il via il 2 luglio. Con 10 tappe, 144 atlete delle migliori 24 squadre al mondo e oltre 1000 km da percorrere. Quattro le regioni coinvolte dai tracciati: Piemonte, Lombardia, Veneto e Friuli Venezia Giulia, con oltre 130 comuni attraversati. La trentaduesima edizione dell'evento, che da quest'anno si chiama Giro d'Italia donne, si presenta come una grande sfida, sia per l'importanza del settore femminile in questo sport, sia per il periodo ancora delicato di ripresa dopo la pandemia. Ma gli sponsor non sono mancati all'appello e hanno consentito di comporre un quadro che si prospetta di grande qualità tecnica e organizzativa.

Le maglie ufficiali

Cinque saranno le maglie da assegnare nel corso delle 10 tappe che compongono il percorso.

  • La Maglia Rosa: assegnata alla prima classificata della Classifica generale indiduale a tempi da ASG-Athletic Sport Group, agenzia internazionale di sport entertainment, impegnata anche nella distribuzione mondiale dell'evento attraverso canali broadcast e publisher.
  • La Maglia Ciclamino: assegnata alla prima classificata della Classifica generale individuale a Punti da Selle SMP, azienda italiana specializzata nella realizzazione di selle per bicicletta, simbolo di qualità, ergonomia e innovazione.
  • La Maglia Verde: per la prima classificata dei GPM – Classifica della montagna da Effebiquattro Milano, principale produttore italiano di porte interne e protagonista del Made in Italy nella progettazione di soluzioni per interni.
  • La Maglia Bianca: per la prima classificata della Classifica generale individuale a tempi - giovani, assegnata da Fedegroup, azienda leader nel settore dei servizi di ristorazione con oltre 40 ristoranti in hotel in tutta Italia e che offrirà nel corso delle tappe del Giro anche un catering sostenibile firmato dal suo brand Madame Delice.
  • La Maglia Azzurra: per la migliore italiana prima classificata nella Classifica Generale Individuale a Tempi da GSG, che fornirà anche divise tecniche personalizzate alle atlete.
1/5

Un evento reso possibile dai tanti sponsor e da un obiettivo comune

C'è ancora molta strada da fare per raggiungere una vera parità, tanto nella vita quotidiana e nei rapporti sociali di tutti i giorni, quanto nell'ambito ciclistico, dove - come del resto in altri sport - è ancora enorme la sproporzione tra gli eventi maschili e quelli femminili. Ma quest'anno il Giro d'Italia donne si è rinnovato completamente (fin dal nome che l'anno scorso era Giro Rosa) e ambisce ad avere sempre più rilievo e importanza nel calendario ciclistico. Un rinnovo che va dal nome, al brand, all'organizzazione logistica - che deve essere minuziosa e attenta alla sicurezza - e anche agli obiettivi, che puntano sulla sostenibilità e sulla valorizzazione della figura della donna. L'evento è realizzato da PMG Sport/Starlight, società leader in ambito sportivo che si occupa della produzione, distribuzione e promozione di contenuti originali in live streasming, in partnership con UCI e Federazione Ciclistica Italiana. Per renderlo possibile, però, è necessario ovviamente il contributo di tanti sponsor, uniti però da una visione comune. “Da quando a febbraio ci è stata affidata per la prima volta l’organizzazione del Giro d’Italia Donne – afferma Ginevra Cividini, Media Rights e Marketing Manager di PMG Sport – abbiamo riscontrato da subito una grande adesione da parte di sponsor e partner. Un evento come questo non lo si costruisce da soli ma con sostenitori uniti da una sinergia di intenti e obiettivi, come la sensibilizzazione sul tema delle donne e della sostenibilità ambientale. È nostro compito, come organizzatori, produttori e distributori, amplificare al massimo questi messaggi, grazie a una copertura mediatica mai vista prima e che permette di rendere fruibile la gara in 150 Paesi nel mondo”.

Tra gli sponsor quindi sarà centrale l'attenzione all'ambiente e alla sostenibilità. In particolare l'acqua San Bernardo per il Giro presenta la nuova bottiglia “Eli”, la Goccia sostenibile, 100% riciclata, elicoidale con le gocce disposte nel rapporto aureo e prodotta nello stabilimento di Garessio che funziona ad energia eolica; U-Earth ha invece realizzato la prima Pure Air Zone nel mondo del ciclismo: inserendo dei bioreattori negli spogliatoi, nelle tende massaggi e all’arrivo si assicurerà alle atlete la possibilità di respirare aria pulita, a vantaggio del benessere e del comfort delle ragazze e dello staff; ENERGIAPURA fornirà invece mascherine AIR PURE ad alta filtrazione, traspirabile e sostenibile in quanto realizzato con tessuto riciclato e riciclabile, lavabile e quindi riutilizzabile; Grifal proporrà lunch box e cestini realizzati in cArtù®, il nuovo cartone ondulato che consente di risparmiare fino all’80% delle emissioni di CO2. In tema di salute e benessere fisico, Virgin Active affianca il Giro d’Italia Donne offrendo abbonamenti digitali a Revolution con i migliori live trainer, mentre HPM fornirà alle atlete un servizio di valutazione e misurazione dei parametri che determinano le loro performance. A curare la sicurezza nel corso della gara sarà Air Medical Services, che metterà a disposizione un’ambulanza di ultima generazione dotata di barella di bio-contenimento. In ambito di servizi e logistica sponsorizzano il Giro: Astoria Wines, che curerà i brindisi al termine di ogni tappa con bottiglie speciali di Prosecco DOC Rosé con grafiche personalizzate; Fratelli Beretta fornirà salumi di qualità e BE-KIND barrette energetiche; Tescoma garantirà utensili da cucina dal certificato d’eccellenza; Würth vestirà anche il team di produzione del Giro con la sua linea d’abbigliamento da lavoro; Gruppo Italtelo firmerà tutti gli allestimenti; Ferrari Promotion installerà due palchi crono led con scivolo e fondale in ledwall. Al tema della valorizzazione della donna nello sport hanno aderito Freeda, che curerà degli speciali editoriali con focus al femminile, e Assi Manager – Associazione Italiana Manager Sport Business, impegnata nella parità di genere e che riunisce i professionisti e le professioniste dello sport con lo scopo di promuovere le competenze e una sana cultura del management sportivo. Partner dell’evento sono Isolmant, Premac, Trofei Ronchi, Bossini, Mak, Normalien.

© RIPRODUZIONE RISERVATA