di Jacopo Altobelli - 16 September 2021

La bicicletta e il corpo che pedala protagonisti al Festival LetterAltura sul Lago Maggiore

La quindicesima edizione del Festival LetterAltura offre più di una settimana di appuntamenti con al centro il doppio tema della bicicletta e del corpo umano. Molti gli ospiti presenti, tra i quali anche Gianni Bugno. Si parlerà di letteratura e cultura, di mobilità sostenibile e società, ma sarà anche possibile divertirsi con due passeggiate cicloturistiche e letterarie alla scoperta del territorio.

La bicicletta, e il corpo che la muove, sono i due temi al centro della 15esima edizione del Festival LetterAltura, che va in scena a Verbania, sul Lago Maggiore, dal 19 al 26 settembre, con un'anteprima il 17 che vedrà anche protagonista l'ex ciclista Gianni Bugno. In tutto gli appuntamenti in programma saranno oltre 60, per declinare in tanti modi diversi il sottotitolo di questa edizione: "il corpo racconta, vive, pedala". Tra gli ospiti, oltre al grande Bugno, ci saranno anche altri protagonisti del mondo delle due ruote, nell'anno in cui proprio il territorio del Verbano-Cusio-Ossola ha visto il passaggio sia del Giro d'Italia che del Giro d'Italia Donne. Sulla scia tematica degli anni precedenti, che avevano affrontato i mezzi di trasporto, dal treno all'aereo, poi il battello e infine l'automobile, ora il focus sarà sulla bicicletta e sul suo "motore umano", il corpo appunto, in tutte le sue declinazioni: dalla suggestione della danza, alla sua violazione, fino alla valenza più filosofica. Tra gli altri ospiti, oltre ai ciclisti, ci saranno Rosy Bindi, Lucilla Giagnoni, David Le Breton, Beppe Conti, Carlo Piano, Michela Ponzani, Matteo Saudino.

"Abbiamo lavorato intensamente e abbiamo scommesso ancora una volta sul nostro Festival, sul ruolo fondamentale della cultura in questa fase così delicata, - dice Amadio Taddei, presidente dell'Associazione LetterAltura - decidendo quindi di aumentare considerevolmente il numero di appuntamenti, senza mai perdere di vista la qualità dell’offerta culturale di LetterAltura. Il tema degli elementi ha caratterizzato in parte le ultime quattro edizioni: nel 2021 l’elemento è il corpo, la materia vivente e le declinazioni sulle quali riflettere saranno innumerevoli, dal corpo che pedala al corpo della malattia, al corpo che subisce atti violenti, fino a quello narrato da Dante. Anche il tema della bicicletta segue con continuità la strada tracciata dalle edizioni precedenti, nelle quali protagonisti furono altri mezzi di trasporto (treno, aereo, battello, motore). Il collegamento quest’anno è evidente: la bici ha il corpo come motore e il territorio che ospita da sempre il Festival ha dato i natali a due grandi campioni, Elisa Longo Borghini e Filippo Ganna, protagonisti ad “Aspettando LetterAltura”. Ancora: la ciclopedonale di Verbania, in via di completamento, sarà uno spunto utile per affrontare il tema attualissimo della mobilità sostenibile e per vivere la cultura in movimento, grazie ad appuntamenti speciali in sella alla bicicletta". "Salutiamo il XV appuntamento del Festival Lago Maggiore LetterAltura, rinnovato e ampliato in quest’anno 2021, nonostante le evidenti difficoltà: la manifestazione protrae infatti per tutta la settimana la durata delle iniziative, allargandosi inoltre a sedi e platee inesplorate. - aggiunge il sindaco di Verbania Silvia Marchionini - Questo programma è frutto come sempre di un’organizzazione convinta e convincente ma soprattutto appassionata, segno del radicamento ormai raggiunto dall’associazione nel tessuto culturale e sociale della città, di cui costituisce un importante e qualificante elemento". Il festival si svolgerà nel pieno rispetto delle normative anti covid, ma sarà comunque possibile seguirlo anche in streaming sui canali social. La prenotazione dei posti è fortemente raccomandata. Tutte le info su: associazioneletteraltura.com

Ecco alcuni degli appuntamenti dedicati al ciclismo

© RIPRODUZIONE RISERVATA