di Jacopo Altobelli - 11 October 2021

Il nuovo casco MET Veleno Mips sfida ogni definizione

Versatilità è la parola d'ordine di questo nuovo casco sviluppato dal marchio MET. Si chiama Veleno, è dotato di tecnologia di protezione Mips, ed è un antidoto contro la differenziazione in categorie. Mountain bike, gravel o anche strada, perché porsi limiti? Basta un casco solo per ogni avventura.

Avere un abbilgiamento diverso per ogni attività è gratificante, ne esalta le peculiarità e stimola la variazione: un completo per quando si fa mtb, uno per quando si fa strada, un altro per il gravel e uno ancora per quando si pedala in città. Ci piace specializzarci e diversificare. E anche il casco subisce le stesse regole di categoria, con leggere variazioni che lo rendono studiato per un uso piuttosto che un altro. Ma il nuovo MET Veleno Mips è stato creato col presupposto che "definire è porsi un limite". Per questo vuole mettere insieme gli elementi più importanti di ogni tipologia, per un prodotto versatile, che possa andare bene per fare tutto. Perfetto per chi ha nel suo garage tanti tipi diversi di bicicletta - e oltre ai giri urbani ama affrontare in particolare percorsi trail, cross country o gravel - oppure per coloro che stanno entrando nel mondo ciclistico e non vogliono porsi limiti all'esplorazione.

Infine, per quanto riguarda poi l'aspetto più importante, la sicurezza, il sistema utilizzato è il MIPS-C2®: in caso di impatto il MET Veleno Mips è in grado di scivolare sulla testa, reindirizzando il movimento rotatorio, basandosi proprio sul sistema sviluppato dagli ingegneri dell'azienda svedese MIPS. Il MIPS Brain Protection Sistem (BPS) è attaccato all'interno casco, tra l'imbottitura e l'EPS. Per quanto riguarda infine il prezzo, il MET Veleno Mips ha un prezzo consigliato di 130 euro. La taglia M con MIPS pesa 300 grammi. Le taglie: S (52-56 cm), M (56-58 cm), L (58-61 cm) (la versione senza Mips pesa 25 grammi in meno e costa 100 euro). Per maggiori info: www.methelmets.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA