di Jacopo Altobelli - 27 December 2021

Un presepe dedicato alla storia del ciclismo

Anche Giuseppe Saronni si è recato in visita al curioso allestimento realizzato a Gavirate dall'associazione di promozione ciclistica Ciclovarese.

Chi ha fatto il presepe a casa sua, il 25 dicembre avrà aggiunto il personaggio protagonista, quello del bambin Gesù, e sarà in attesa di completarlo con l'arrivo dei Re magi il 6 gennaio. Statuette che si aggiungeranno magari ai pastori, ai fornai o ai pescivendoli e alla Sacra Famiglia che tradizionalmente compongono il quadro ambientato nella Betlemme di oltre 2000 anni fa. Ma forse nessuno, anche tra gli appassionati, ha realizzato qualcosa di simile al "Presepe del Ciclismo" allestito a Gavirate, in provincia di Varese. Proprio nel centro del paese, all'interno dello spazio espositivo dell'Antichità Binda, in via Garibaldi 9, la scena della Natività è stata ricreata in chiave ciclistica, con quasi 100 miniature di ciclisti in un'atmosfera che ricorda quella di una grande competizione. Le statuette ritraggono corridori veri della storia: da Ercole Baldini a Gianni Bugno, da Giovanbattista Baronchelli a Luigi Ganna, Eddy Merckx e Giuseppe Saronni. Proprio quest'ultimo, Campione del mondo a Goddwood 1982, pochi giorni fa si è recato in visita al presepe, notando la maglia iridata con cui è vestita la sua statuetta e complimentandosi con i curatori per la singolare iniziativa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA