di Jacopo Altobelli - 21 January 2022

UAE Tour 2022, la prima gara della stagione veste maglie ALE'

Sarà la prima sfida della stagione internazionale World Tour e gli atleti lotteranno per conquistare le maglie firmate dal brand italiano ALE'.

Non solo è l'unica gara del circuito World Tour che si corre in Medio Oriente, ma è anche la prima vera apertura del calendario professionistico mondiale. Il UAE Tour, la corsa a tappe che si svolge negli Emirati Arabi, aprirà la stagione 2022 dal 20 al 26 febbraio. Vedrà alla partenza le grandi squadre del World Tour 2022 e i migliori ciclisti del momento si contenderanno le maglie ufficiali, che per il secondo anno consecuitvo sono firmate dall'azienda italiana Alé. Per quanto riguarda il percorso, sono previste 7 tappe per un totale di 1081 km. Si parte dal deserto, con la prima spettacolare Al Ain Water Stage, che prevede partenza e arrivo a Madinat Zayed, nella zona sud del Paese. Se nella parte centrale ci sarà una serie di saliscendi, quella iniziale e quella finale seguono una strada dritta di circa 45 km. Le tappe di montagna saranno due, Birjeel Medical City Stage che è la quarta tappa, e la settima e finale Mubadala Stage. I grattacieli di Dubai saranno il panorama caratteristico della sesta tappa, l'Expo Dubai Stage 2020, anche qui con la prima parte di gara che si svolge nel deserto, fino a raggiungere le celebri Emirates Tower. Insomma, una gara anche geograficamente molto particolare, da aggiungere all'agenda.

Le maglie ufficiali

Le maglie Alé per UAE Tour fanno parte della collezione PR-R che il brand dedica ai team ed ai professionisti del ciclismo. Sono capi tecnici, che si caratterizzano per leggerezza, traspirabilità ed ergonomia fit-race. “Sarà un onore per noi vestire tutti i ciclisti che indosseranno le maglie di leader dell’UAE Tour - ha commentato Alessia Piccolo, AD di APG l’azienda a cui Alé fa capo – Con le nostre maglie diamo anche ufficialmente il via alla stagione ciclistica 2022. Auguro a tutti gli atleti ed a tutti i team partecipanti un bellissimo giro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA