Bari e Brindisi saranno i primi aeroporti italiani "bike friendly"

La Regione Puglia ha annunciato un nuovo progetto di mobilità sostenibile che mira a integrare il trasporto ciclistico alle altre modalità di trasporto. Grazie a una collaborazione con Aeroporti di Puglia, gli scali di Bari e Brindisi saranno adeguati per venire incontro alle esigenze di tutti quei viaggiatori che si spostano con bicicletta al seguito.

Foto da pagina facebook Aeroporti di Puglia

Percorsi dedicati ai cicloturisti, aree di montaggio e smontaggio bici sia in arrivo che in partenza. Gli aeroporti di Bari e di Brindisi saranno i primi due aeroporti italiani "bike friendly" d'Italia. Il progetto, che porterà i due scali pugliesi ad avere un riguardo particolare nei confronti dei ciclisti, si chiama "MIMOSA" e sarà presentato nei dettagli proprio in questi giorni alla Velo-city conference, la conferenza internazionale sulla mobilità ciclistica, in programma a Lisbona, in Portogallo, fino al 9 settembre. A renderlo noto è stata proprio la Regione Puglia, che sta dimostrando attenzione al tema della mobilità: figura infatti quale unica regione italiana all'interno della rete Cities and Regions for Cyclists, promossa e coordinata dall'European Cyclist Federation, con un programma di eventi e obiettivi che si legano a quelli della conferenza di Lisbona.

Verso un'integrazione multimodale sostenibile

Foto da pagina facebook Velo-city conference

Il programma Mimosa prende nome dall'inglese "MarItime and MultimOdal Sustainable pAssenger transport solutions and services" ed è finanziato dal Programma di Cooperazione trasfrontaliera Interreg V-A Italia-Croazia 2014-2020 di cui la Sezione Mobilità Sostenibile è partner di progetto. “Il progetto MIMOSA – dichiara l’assessore regionale ai Trasporti, Anna Maurodinoia - capitalizza i risultati e le esperienze ventennali maturati dalla Regione Puglia in qualità di capofila o di partner di precedenti progetti di cooperazione europea sulla mobilità sostenibile e focalizza in particolare l’attenzione sull’integrazione modale tra mobilità ciclistica e le altre modalità di trasporto anche dal punto dell’accessibilità di stazioni, porti e aeroporti”. “Con il progetto MIMOSA in particolare – prosegue l’assessore Maurodinoia - di intesa con la società Aeroporti di Puglia, metteremo in atto una serie di misure per rendere più facilmente accessibili da parte dei cicloturisti, gli scali aeroportuali di Bari e Brindisi che così diventeranno i primi aeroporti italiani bike friendly. E’ stata appena aggiudicata la gara per la progettazione degli interventi che verranno eseguiti direttamente da Aeroporti di Puglia, e che si concretizzeranno in percorsi guidati e segnalati e in un’area attrezzata per il montaggio e lo smontaggio delle bici dei cicloturisti sia in arrivo che in partenza, previa ricognizione a livello internazionale delle migliori buone pratiche esistenti”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA