di Rosario Palazzolo - 29 novembre 2019

Beat Yesterday, l'oscar Garmin agli atleti dell'anno

Nella serata milanese dedicata agli sportivi dell'anno, erano presenti tra gli altri Davide Cassani, Norma Gimondi, figlia di Felice, e Alberto Bettiol, a fare gli onori di casa

1/11

Ci sono imprese che vanno oltre lo sport, tracciano un percorso, si caricano di significati. A questi eventi è dedicata la serata "Beat Yesterday Awards", organizzata da Garmin Italia proprio per celebrarne i protagonisti.

Quest'anno sono stati otto gli atleti premiati, molti di loro sono noti solamente tra gli appassionati dei singoli settori. Ma si tratta di persone e team capaci di andare sempre oltre i loro limiti e compiere imprese straordinarie.

Nel corso dell'evento di martedì 26 novembre, a Milano, replicato poi mercoledì 27 sui proprio profili social, Garmin ha voluto invitare sul palco gli atleti per farli premiare da altri campioni dello sport che non hanno più bisogno di presentazione.

L'alpinista Carlo Alberto Cala Cimenti, è stato premiato dallo sciatore Kristian Ghedina per aver conquistato la vetta del Gasherbrum VII e averla ridiscesa sciando.

Il ciclista e Direttore Sportivo della nazionale di ciclismo Davide Cassani ha premiato il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico, per le enormi capacità tecniche e umana dei 7mila volontari che operano in Italia.

Il campione olimpico di maratona Stefano Baldini ha premiato il gigante degli atleti di ultratrail Oliviero Bosatelli, vincitore di 2 edizioni del Tor de Geants.

Linus, conduttore radiofonico e ambasciatore dello sport ha consegnato il premio Beat Yesterday ai rappresentanti del comitato organizzativo per le Olimpiadi Invernali di Milano – Cortina 2026. Sul palco sono saliti l'assessore milanese Roberta Guaineri e il sottosegretario regionale Antonio Rossi.

Paolo Chiarino, il nuotatore del freddo che lo scorso anno ha nuotato per un chilometro nel mare dell'Antartide è stato premiato dallo sciatore Giorgio Rocca.

il team della barca Anvera Elab 38, la barca italiana a propulsione elettrica che ha partecipato al Monaco Solar & Energy Boat Challenge, è stato premiato dal velista Giovanni Soldini.

I

l triatleta Daniel Fontana, che quest'anno ha disputato la sua sesta finale di Ironman a Kona all'età di 44 anni è stato ricevuto sul palco da Alberto Bettiol.

I ragazzi e i gli organizzatori del team Obiettivo 3, voluto da Alex Zanardi per offrire ai disabili l'opportunità di prepararsi alle Olimpiadi di Tokyo 2020, sono stati premiati da Norma Gimondi, figlia dell'indimenticabile campione di ciclismo Felice Gimondi, scomparso la scorsa estate.

«Garmin è un’azienda che vuole spingere le persone a vivere i propri sogni, qualunque essi siano – ha spiegato Stefano Viganò, amministratore delegato di Garmin Italia in un breve discorso – ed è per questo che i Beat Yesterday Awards celebrano i risultati che spingono ogni appassionato a superare il proprio limite e a sfidare se stesso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA