28 novembre 2019

Bollé e il team AG2R La Mondiale, una storia di fiducia

Abbiamo incontrato di recente Vincent Lavenu, il General Manager della squadra, e uno dei suoi corridori di spicco, Romain Bardet

Romain Bardet (Photo Kevin Bottin)

1 di 4

La prima cosa da sapere è che Bollé vanta una lunga storia di collaborazioni con squadre di ciclismo di alto livello. Come l’attuale partnership col team professionistico UCI AG2R La Mondiale. La collaborazione, che dura da ben 5 anni, ha visto la squadra indossare in anteprima vari modelli di occhiali, fra cui il Lightshifter in occasione dell’ultima edizione del Tour de France. Abbiamo incontrato di recente Vincent Lavenu, il General Manager della squadra, e uno dei suoi corridori di spicco, Romain Bardet. Un’opportunità per fare alcune domande sulla collaborazione e sui nuovi occhiali usati dal team.

Come descriverebbe gli ultimi 5 anni di collaborazione con Bollé?

“La cosa più importante è il rapporto di fiducia che si instaura, è la base per un buon lavoro e una collaborazione efficiente. Abbiamo trovato in Bollé un partner aperto ai suggerimenti e propositivo per adattare gli occhiali in funzione delle richieste dei nostri corridori. La squadra è pienamente soddisfatta dei prodotti e della collaborazione. Credo che ogni collaborazione debba essere così: duratura e soddisfacente. Solo così entrambe le parti ne escono vincenti: noi siamo molto soddisfati del prodotto e Bollé della sua immagine, garantisce un modo di lavorare positivo”.

Come funziona la parte dello sviluppo prodotto con i vostri partner, in particolare con Bollé?

Nel ciclismo professionista, come in molti altri sport di alto livello, le prestazioni sono essenziali. Gli occhiali da sole sono molto importanti per la visione e la protezione. Il nostro obiettivo è sicuramente di indossare quello che c’è di meglio sul mercato. Il ciclismo è uno sport di resistenza, ad esempio alcune tappe del Tour possono durare dalle 5 alle 7 ore. I prodotti devono funzionare e devono anche essere comodi. Lo sviluppo avviene sotto forma di raccolta informazioni e feedback da parte dei nostri ciclisti, che sono in contatto continuo con il team Bollé. È un processo che cresce nel tempo, oggi abbiamo un occhiale che raggiunge la perfezione a dimostrazione che la nostra partnership si basa proprio su un rapporto di fiducia. Lo stesso processo avviene con gli altri partner. Il ciclismo è uno sport tecnico in cui lo sviluppo prodotto, la messa a punto e la risoluzione dei problemi fanno parte del processo per poter proporre soluzioni efficaci.

Quale è la caratteristica più importante che guardi quando scegli un occhiale da sole?

La vestibilità sicuramente deve essere perfetta in ogni punto di contatto con il viso. Gli occhiali devono essere davvero comodi per diventare parte di te e dimenticare di averli addosso. Capita di indossare gli occhiali per molte ore consecutive, dalle 5 alle 7 ore, quindi non possiamo permetterci distrazioni o fastidi. Le lenti devono funzionare e devono essere veramente affidabili in ogni posizione di guida, e devono ovviamente anche essere belle.

Parlavi di lenti, ci potresti dire qualcosa in più sulla loro importanza?

È essenziale aver una lente che garantisca prestazioni elevate, soprattutto quando si pedala per così tante ore. Per questo è un grande bel vantaggio per noi avere la lente fotocromatica Phantom di Bollé. Il tempo e le condizioni di luce sono imprevedibili e questa lente è eccezionale, offre ottime prestazioni visive. Saper di aver la lente giusta per ogni occasione ci dà maggiore fiducia e ci consente di rimanere concentrati sulla strada.

Stai utilizzando l’ultimo arrivato di Bollé, il Lightshifter – come ti trovi?

È il miglior modello di Bollé mai provato finora. Offre una visione chiara ed è comodissimo. La vestibilità è eccezionale ed è anche bello! Anche i nostri ciclisti che necessitano lenti correttive sono impressionati, perché si può realizzare anche con correzione personalizzata senza dover rinunciare a tutte le caratteristiche tecniche delle lenti e della montatura.

Lightshifter è disponibile con la lente Phantom fotocromatica, l’ultima tecnologia di lente avanzata di Bolllé. Realizzata in NXT® che offre un mix perfetto di chiarezza ottica e resistenza agli impatti. La lente Phantom si schiarisce e scurisce velocemente, per adattarsi automaticamente alle condizioni di luce ed offrire una visione perfetta in ogni occasione. Inoltre, è dotata di un trattamento idrofobico (che fa scivolare via l’acqua) e di un trattamento oleofobico (che protegge dalla sporcizia), per mantenere una visione nitida. Infine, una fessura centrale sulla parte alta della lente consente di ottimizzare la ventilazione e prevenire l’appannamento, mentre il logo inciso a laser offre un look decisamente premium.

Un altro vantaggio del Lightshifter è dato dal fatto che è disponibile con lenti correttive incise nello schermo per poter mantenere le caratteristiche tecniche della montatura. È una proprietà che ha convinto da subito i corridori dell’AG2R La Mondiale necessitano di lenti correttive, ed è un vero valore aggiunto per tutti gli appassionati di ciclismo. Bollé offre la massima gamma di fattibilità del mercato, con prescrizioni da +6 a -8/cil.-4 e un’ampia offerta di colori per adattarsi meglio ad ogni condizione meteo o di luce.

La montatura è progettata per l’azione e la performance. La forma moderna a semi-giorno della montatura consente di ottimizzare leggerezza e stabilità. Mentre la parte alta della montatura rimane a contatto con il viso, quella in basso senza montatura consente di aver un campo visivo maggiore. Le aste curve aggiungono comfort e stabilità grazie alla gomma idrofila Thermogrip® di Bollé che rimane a contatto con il viso. Anche i naselli sono fatti dello stesso materiale per assicurare stabilità anche nei momenti più intensi. Per saperne di più CLICCA QUI.

© RIPRODUZIONE RISERVATA