Ciclabile Seriate-Pedrengo, nuovo percorso nel Parco del Serio

In provincia di Bergamo, da Seriate a Pedrengo in bici all’interno del parco regionale del Serio: 1,5 chilometri di percorso lungo il fiume

Un chilometro e mezzo di pista ciclabile, immersa nel verde, lungo le rive del fiume Serio, per collegare Seriate e Pedrengo (Bergamo) all’interno del parco regionale.

Il nuovo percorso ciclopedonale appena presentato costituirà la porta d’accesso a un territorio naturalistico protetto di grande pregio, quello che si snoda lungo le sponde del Serio, appunto, permettendo a tutti di poter godere di un tracciato semplice da percorrere anche per chi non è molto allenato, e che disporrà di aree di sosta, di panchine in pietra e punti luce.

Il tutto a partire dal mese di ottobre, quando si concluderanno i novanta giorni di lavori previsti a partire dalla metà di luglio.

Il percorso

A lavori ultimati sarà possibile, partendo da via Venezia, a Seriate, proseguire in bici verso la Val Seriana lungo il fiume. La nuova ciclabile Seriate-Pedrengo devierà poi nei campi che si trovano intorno al centro di raccolta, arrivando quindi in via Giardini a Pedrengo.

Da qui, il tracciato si collegherà ai percorsi ciclabili già esistenti nel centro abitato e verso il centro sportivo.

Clicca qui per la mappa dei percorsi ciclabili nel Parco Regionale del Serio

I costi

Il nuovo percorso ciclopedonale avrà un costo complessivo di 430mila euro, di cui 300mila finanziati da Regione Lombardia, perché, come ha chiarito Claudia Maria Terzi, assessore regionale alle Infrastrutture, trasporti e mobilità sostenibile, “si tratta di una ciclopedonale di interesse sovra-locale. I 300mila euro stanziati da Regione Lombardia sono serviti per coprire due terzi del costo complessivo dell'opera e una parte dei contributi è già stata erogata per consentire di procedere con la progettazione e, quindi, con la realizzazione della pista ciclabile".

L’intervento si inserisce in un più ampio progetto di sostegno alla mobilità dolce e allo sviluppo del turismo sostenibile, e promuove in particolare la riqualificazione del territorio che ha valore paesaggistico, ma anche strategico, nell’ottica di favorire l’utilizzo della bicicletta e delle forme di trasporto sostenibili sia durante il tempo libero, ma anche durante i tragitti quotidiani casa-lavoro o casa-scuola

© RIPRODUZIONE RISERVATA