Ciclo e moto: presentata l'Eicma 2021, Paolo Magri: "Non torneremo alla normalità fino al 2022"

Alla presentazione dell'edizione 2021 del tradizionale salone del ciclo e del motociclo di Milano, è stato annunciato un rebranding: cambia nome e logo. Non più Eicma ma Esposizione Internazionale delle due ruote. A margine della presentazione, il presidente di Ancma Paolo Magri ha detto che, riguardo al mercato di bici e moto, per avere una normalizzazione bisognerà probabilmente aspettare il 2022.

Foto Eicma 2019 (eicma.it)

"Non si tornerà alla normalità prima del 2022". E' la previsione fatta dal presidente di Confindustria Ancma sul tema dell'approvvigionamento della componentistica delle bici, che sta rallentando il mercato ormai da oltre un anno. Negozi di biciclette semivuoti, attese anche di molti mesi per ricevere il mezzo acquistato: ritardi che riguardano tutte le due ruote, sia moto e scooter che le biciclette, muscolari ed elettriche. La carenza di componenti si è unita ad una notevole crescita della domanda: un duplice fattore di senso opposto che ha le sue cause proprio nella pandemia. Ma se qui in Europa dal punto di vista lavorativo, almeno per alcuni settori, si è tornati a una certa normalità, i ritardi continueranno a perdurare: "I risultati sono andati ben oltre le nostre previsioni - ha sottolineato Paolo Magri, presidente di Ancma, che rappresenta gli industriali del settore ciclo, motociclo e accessori - tanto che si sono creati problemi di shortage, che credo non si risolveranno prima del 2022, quando torneremo alla normalità. Questo fenomeno - ha concluso Magri -, dovrebbe interrogarci anche a proposito della delocalizzazione selvaggia che c'è stata negli anni pre crisi e spingerci ripensarci".

Il salone cambia nome e brand

Il nuovo nome e il nuovo logo

Le dichiarazioni di Paolo Magri sono state fatte nel giorno della presentazione della 78esima edizione di Eicma, il salone dedicato a moto e bici che si tiene tutti gli anni a Milano. Quest'anno è in programma a Rho Fiera dal 23 al 28 novembre prossimi e si presenta con un rinnovamento del brand. Il nome passa da "Esposizione Internazionale del Ciclo, Motociclo e Accessori", Eicma appunto, a "Esposizione internazionale delle due ruote". Anche il logo è stato rinnovato: "Con un tratto più immediato, evocativo ed internazionale, - si legge nel comunicato ufficiale - il nuovo brand riafferma in modo deciso l’identità e la missione dell’esposizione. Rimane il rosso, che rappresenta la centralità della passione per il settore, ed esce dall’interno del simbolo il logotipo EICMA, che diventa protagonista assoluto al suo esterno. Vengono inoltre reinterpretati gli elementi visivi che lo compongono: il cerchio e la forcella. Il primo è immagine della ruota, ma anche del mondo attraverso cui viaggiare, mentre la forcella, che lo contiene e lo controlla, è il tributo alla filiera e all’intera industria, alle componenti, le parti e gli accessori, che diventa anche un’ala che conferisce al logo nuova leggerezza e dinamismo". Tutte le info sul sito ufficiale: eicma.it

Priorità sicurezza a Rho-Fiera

Foto Eicma 2019 (eicma.it)

Oltre alle novità estetiche, saranno previste importanti novità logistiche per garantire la sicurezza. In particolare, i varchi di ingresso e di uscita saranno ridefiniti, in modo da orientare i flussi in modo più efficiente. Verranno usate delle tecnologie digitali per automatizzare le procedure di ingresso e prenotazione dei ristoranti. E ovviamente si potrà entrare solo muniti di mascherina e green pass, ma per garantire il via libera a tutti saranno predisposti anche dei punti dove, prima di accedere ai varchi, si potranno eseguire dei tamponi last minute. Sarà anche allestita una "war room" dedicata al monitoraggio degli assembramenti, in modo da intervenire subito laddove si verificassero situazioni di rischio dovute a raggruppamenti di persone. "Nella seconda parte del 2021 ospiteremo oltre 30 manifestazioni fieristiche, la più importante delle quali sarà proprio Eicma - ha affermato Luca Palermo, amministratore delegato di Fiera Milano -. Per noi sarà un grande banco di prova verso l'obiettivo di creare un quartiere fieristico sempre più sicuro, interattivo ed efficiente".

Foto Eicma 2019 (eicma.it)

© RIPRODUZIONE RISERVATA