di Riccardo Del Conte - 15 August 2015

La ciclabile di Mozart

Un mosaico di luoghi storicamente legati a Mozart che attraversa le frontiere e tocca i laghi più spettacolari della Baviera e del Salisburghese. si pedala per 450 chilometri

La ciclabile di mozart

L’Austria è sempre attenta all’offerta turistica per le due ruote, sono attivi molti percorsi ciclabili di centinaia di chilometri. Si pedala fra gente ospitale e sorridente, con la possibilità di noleggiare (e ricaricare) e-bike che rendono questi percorsi imperdibili e adatti anche alle vacanze in famiglia.

In particolare, la ciclabile di Mozart porta i ciclisti lungo un itinerario di circa 450 km che, per il Tirolo e la Baviera, tocca luoghi legati alla vita e all’opera del maggior genio musicale salisburghese. Il percorso, che si svolge in gran parte su piste ciclabili o strade secondarie poco battute dal traffico, ha un andamento in gran parte pianeggiante con alcuni tratti collinari.

 

 

L’itinerario

Nel tratto compreso tra la valle dell’Inn e Salisburgo si concentrano alcune salite e discese. L’itinerario, contrassegnato dall’inconfondibile profilo della testa di Mozart che arricchisce la segnaletica del percorso, prende il via da Salisburgo, dove lo straordinario genio musicale nacque, visse e compose. La ciclabile esce dalla città seguendo il tracciato della vecchia ferrovia per Bad Ischl, tocca St. Gilgen, paese natale dei Mozart, e continua attraverso la zona dei laghi Salisburghesi. A Laufen i ciclisti entrano nel tratto bavarese della ciclabile di Mozart. Risalendo il corso dell’Inn, si rientra in Austria e si toccano altri luoghi mozartiani: Waidring, Lofer e Bad Reichenhall. Un mosaico di luoghi storicamente legati a Mozart che attraversa le frontiere e tocca i laghi più spettacolari della Baviera e del Salisburghese.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA