Cimeli del ciclismo all'asta tra i Memorabilia dello Sport

Torna l'appuntamento con i Memorabilia dello Sport, l'asta online organizzata da Aste Bolaffi nella quale verranno battuti oltre 400 cimeli della storia dello sport, e anche del ciclismo. Tra questi, la bici e gli oggetti appartenuti a Graziella Dal Bello e un manoscritto di Fausto Coppi.

1/2

I cimeli di Graziella Dal Bello, la grande ciclista che ha dato il nome alla mitica bicicletta da donna

Lo sport è fatto di momenti eroici e inafferrabili. Le foto, i video, le grandi pagine di giornalismo provano a catturarli, o almeno a preservarne una traccia nel tempo. Provano a trasformare l'impresa in epica, l'azione in narrazione. Ma una traccia nel tempo, forse ancora più potente, rimane anche negli oggetti che di quelle imprese sono parte integrante: una maglia intrisa di sudore, una bicicletta consumata dalla fatica, un pallone usato proprio in quella finale indimenticabile. Sono oggetti che da comuni diventano unici, feticci carichi di magia e di poesia, reliquie nel pantheon dello sport. Sono questi i protagonisti dell'asta internet live di Sport Memorabilia, in programma venerdì 10 dicembre, alle 14,30. Ci saranno oggetti relativi a molti sport diversi, e alcuni pezzi interessanti di ciclismo.

Un catalogo di 439 oggetti

La maglia del Napoli indossata da Maradona durante la stagione del secondo scudetto

Sport Memorabilia è appuntamento fisso dicembrino nel calendario di Aste Bolaffi che richiama collezionisti e appassionati da tutto il mondo ormai da cinque anni. Il catalogo di quest'anno abbraccia diversi sport per un totale di 439 lotti selezionati. Nel vasto assortimento calcistico, ad esempio, c'è un pallone usato nella finale di Champions League vinta dalla Juventus contro l'Ajax nel 1996, le maglie originali di alcuni dei più forti numeri 10 di tutti i tempi, da quelle di Pelè e Maradona, a quelle di Baggio e Del Piero. Di Maradona ci sono anche le maglie del Napoli indossate durante la stagione 1987-1988 e 1989-90 (quella del secondo scudetto), articoli da 6-10 mila euro. Le magliette di grandi giocatori del passato più o meno recente sono tantissime. Da segnalare anche, per tutti gli amanti dello sport e della montagna, gli sci artigianali realizzati in due esemplari appositamente per ricordare Carlalberto "Cala" Cimenti, noto alpinista italiano morto tragicamente a febbraio: tutti i proventi della vendita andranno alla fondazione in sua memoria "Find the Cure". Clicca qui per curiosare tra tutti gli oggetti all'asta nei vari sport.

I cimeli del ciclismo

La lettera manoscritta di Fausto Coppi alla Gazzetta

Ma veniamo al ciclismo, che è poi l'interesse principale se siete su questo sito. Tra i pezzi che più colpiscono c'è una lettera autografa scritta nel 1956 da Parigi da Fausto Coppi al direttore della Gazzetta dello Sport, in cui si lamenta delle prestazioni della squadra. Il valore stimato è 750-1000 euro. Interessante è anche la collezione di cimeli appartenuti a Graziella Dal Bello, campionessa degli anni Sessanta e icona femminile, cui si deve il nome della omonima e mitica bicicletta da donna: di questa grande ciclista andranno all'asta maglie, coppe, trofei, persino ricambi originali d'epoca e una bicicletta Rossignoli del 1966, usata da Dal Bello al mondiale di ciclismo su strada (stima 2000-2500 euro).

Graziella Dal Bello (classe 1941)

La bici di Pantani del Tour 2000

Lo scorso dicembra una bici di Pantani è stata venduta a 66 mila euro

Un anno fa la protagonista assoluta dell'asta di Sport memorabilia era stata la bici Bianchi usata da Marco Pantani durante il Tour de France del 2000, battuta per 66 mila euro, oltre il doppio della stima iniziale. Ad aggiudicarsela con la migliore offerta era stata una cordata con in testa la società DC's friends del CT della Nazionale azzurra di ciclismo Davide Casssani, che durante l'asta era al telefono con un importante imprenditore italiano che si è offerto di sostenere la causa. La bici infatti è stata destinata allo Spazio Pantani di Cesenatico, in modo da poter essere ammirata da tutti. Alla causa aveva aderito anche il curatore dell'asta, Aste Bolaffi, donando al gruppo l'equivalente delle commissioni, pari al 25% da aggiungere al prezzo di martello. Voce più importante e prestigiosa, la bici di Pantani non era stata l'unico oggetto di pregio. All'asta era andata anche la seconda bici preparata per Pantani per le Olimpiadi di Sydney del 2000, aggiudicata per 46 mila euro. In più sono stati battuti altri 37 cimeli della squadra del Pirata, la Mercatone Uno: maglie, trofei, quadri, che hanno totalizzato un valore complessivo di 161 mila euro. Tra questi, due maglie autografate da Pantani, una del Giro e una del Tour, con dedica a Romano Cenni, acquistate per circa 10 mila euro.

La bicicletta del 1947 usata da Gino Bartali e rimasta invenduta alla precedente asta

Quella bici di Bartali rimasta invenduta

Lo scorso maggio, durante una tornata straordinaria primaverile di questa asta sportiva Bolaffi, il pezzo più importante per gli amanti del ciclismo era una bici di Gino Bartali, usata dal grande ciclista nella stagione 1947 in cui vinse la Milano-Sanremo, il Giro della Svizzera e si posizionò secondo al Giro d'Italia. Si trattava di un esemplare Legnano Squadra Corse, costruito da Ugo Bianchi appositamente per il campione. La bici, del valore stimato di 50-60mila euro, tuttavia, rimase invenduta, come a volte accade, e potrebbe essere riproposta in futuro. Nella sezione ciclistica, sempre in quella edizione, c'erano anche altre sei biciclette vintage, relative agli anni Venti e Cinquanta, oltre alle maglie d'epoca anni '60 e '70. Le maglie non mancheranno nemmeno in questa nuova edizione del 10 dicembre. Tra queste, ad esempio, un'altra maglia di Marco Pantani della Mercatone Uno: una maglia replica del 1998 di Santini, con firma autografa del Pirata (stima 5-600 euro), oppure quella della Mapei di Tony Rominger, per fare solo un altro esempio, indossata durante la Vuelta spagnola nel 1994, con firma autografa. C'è anche un gilet di gara appartenuto a Michele Scarponi, utilizzato nella stagione 2004, con firma autografa del ciclista morto tragicamente in un incidente nel 2017.

Per visionare tutti i prodotti che andranno all'asta su internet il 10 dicembre, clicca qui. I lotti saranno esposti in Sala Bolaffi, via Cavour 17 - Torino da lunedì 6 a giovedì 9 dicembre (ore 10-13; 14-18:30; chiuso 8/12); venerdì 10 dicembre (ore 10-13).

© RIPRODUZIONE RISERVATA