01 April 2018

Claudia Cretti in Maglia Rosa per la presentazione del 29° Giro d'Italia femminile

Nelle sale della Villa Reale di Monza è stata presentata l'edizione 2018 del Giro d'Italia femminile. Emozionante l'ingresso di Claudia Cretti in Maglia Rosa...
Claudia Cretti in Maglia Rosa per la presentazione del 29° Giro d'Italia femminile
La presentazione del Giro Rosa 2018 presso Villa Reale, Monza, con al centro Claudia Cretti in Maglia Rosa

A Monza, nella sale della splendida Villa Reale, è stata presentata l’edizione 2018 del Giro d'Italia Internazionale Femminile WWT.
Numerose le autorità presenti, dai comitati di tappa, alle principali squadre, ai massimi vertici della Federazione Ciclistica Italiana, presieduta e rappresentata da Renato di Rocco insieme al Commissario Tecnico della Rappresentativa Nazionale Italiana femminile Edoardo Salvoldi.
Giuseppe Rivolta, Presidente di 4 Erre ASD e storico Patron della manifestazione, ha salutato così i presenti: "Organizzare il Giro Rosa è un onore che aumenta ogni anno. Siamo cresciuti tantissimo nelle recenti stagioni e continuiamo a volere crescere e migliorare le qualità della nostra gara, che è nota a tutti come la più prestigiosa corsa a tappe al mondo nel calendario femminile."
Questo il percorso della 29° edizione: dopo la partenza da Verbania con la cronosquadre, si resta in Piemonte per la prima tappa in linea, piuttosto mossa, a Ovada. Il giorno seguente a Corbetta spazio alle ruote veloci per una frazione lunga e pianeggiante. La quarta tappa sarà in Emilia, a casa di Giorgia Bronzini nel centro di Piacenza: la tappa girerà nel territorio nei pressi del capoluogo emiliano, tra colline e Pianura Padana. Più impegnativa sarà il giorno successivo la frazione di Omegna, sul lago d'Orta, dove le colline del Vergante renderanno duro il tracciato. Dalla sesta tappa ecco le montagne: si parte da Sovico, in Brianza e si andrà in Valtellina dopo aver costeggiato la sponda orientale del Lago di Como per salire fino ai 1050 metri di Gerola Alta, primo arrivo in salita. La settima tappa (ancora in Provincia di Sondrio) sarà una durissima cronoscalata che porta dai mille metri di Lanzada a quota duemila, presso la diga di Campo Moro, in Valmalenco. Il trasferimento per il gran finale porta la carovana in Veneto: a Breganze, tra Vicenza e l'Altopiano di Asiago, la terzultima frazione ruota intorno a Marostica dove si percorrerà il circuito della Rosina. Altimetria molto incerta, adatta a fughe. Il finale in Friuli è da leggenda: il Monte Zoncolan, dal versante occidentale di Ovaro con pendenze fino al 22% porterà le atlete nella storia dello sport, e la regina della 29° edizione sarà incoronata e portata in trionfo il giorno seguente nella festa conclusiva a Cividale del Friuli.
Dopo la descrizione del percorso è stato il momento della sfilata delle maglie del Giro Rosa, con la più attesa, la Maglia Rosa Colnago, indossata da Claudia Cretti, premiata vincitrice "ad honorem" del Giro 2018.

LE TAPPE DEL 29° GIRO ROSA

1. Verbania - Verbania 15,500 km (Cronometro a squadre)
2. Ovada - Ovada 120,390 km
3. Corbetta - Corbetta 132 km
4. Piacenza - Piacenza 109 km
5. Omegna - Omegna 117,700 km
6. Sovico - Gerola Alta 114,100 km
7. Lanzada - Diga di Campo Moro 15 km (Cronoscalata Individuale)
8. San Giorgio di Perlena (Fara Vicentino) - Breganze 121,600 km
9. Tricesimo - Monte Zoncolan 104,700 km
10. Cividale del Friuli - Cividale del Friuli 120,300 km

© RIPRODUZIONE RISERVATA