di Luca Speciani - 11 October 2014

Dalla Sicilia con gusto

Cannoli di melanzane con ripieno di spaghettoni rustici integrali, pomodoro e ricotta salata. Per un primo che funge da piatto completo e apporta vitamine, minerali e antiossidanti

Dalla sicilia con gusto

Perché gli chef dei ristoranti del gruppo Ethos si sono ingegnati a elaborare un piatto di questo genere, quando esistono già i normali spaghetti alle melanzane? La risposta sta nell’elenco degli ingredienti: ben 800 grammi di melanzane, contro i 100-200 che si troverebbero in un normale sugo alle melanzane. In secondo luogo, la ricetta prevede anche l’uso degli spaghettoni integrali (apportano il 14% di proteine) e della ricotta, che è uno dei formaggi migliori dal punto di vista della qualità delle proteine.

Questo significa che un piatto del genere apporta a ogni persona ben 20 grammi di proteine pure (14 dalla pasta e 5-6 dalla ricotta), insieme a più di 250 grammi di verdure (tra melanzane, pomodoro e basilico). Come a dire: sembra un “primo”, ma è uno splendido piatto completo. E se poi, come spesso succede, le dosi per quattro da ristorante sono le dosi per due di due ciclisti che hanno appena terminato una lunga pedalata insieme. 

Ecco che le proteine assunte diventano 40 grammi (su 80-90 necessari nella giornata) insieme a mezzo chilo di buone verdure. Con un piatto che per giunta è anche vegetariano. La quantità di frutta e verdura raccomandata quotidianamente è di 4-5 porzioni (e la media tra le persone cosiddette “normali”, raramente supera le 2-3 porzioni, con picchi negativi allarmanti tra i ragazzi). Il ciclista, tuttavia, è sottoposto frequentemente allo stress ossidativo dell’allenamento prolungato. 

Per questo necessita di dosi maggiori, che non sempre sono reperibili attraverso i normali alimenti. Ancora di più se si pensa che duri allenamenti comportano spesso la ricerca di cibi ricchi di carboidrati e di grassi, per compensare il forte consumo calorico quotidiano. Se immaginate come vi sentite un paio d’ore dopo aver scalato un impegnativo gran premio della montagna, capite subito perché il ciclista medio non s’ingozzi di frutta e verdura.

Frutta e verdura sono i soli alimenti contenenti le quantità di antiossidanti e di vitamine a noi necessari in forma naturale. Se quell’apporto viene a mancare il rischio di patologie infiammatorie (dall’infortunio all’influenza, dalla diarrea fino al cancro) si innalza in modo consistente. Ecco l’importanza di inserire sempre, ove possibile, il consumo di frutta e verdura fresca o cotta all’interno della nostra alimentazione quotidiana. Il piatto qui riportato, oltre a essere completo e gustoso, consente di assumere già una buona quota del nostro fabbisogno quotidiano di vitamine, minerali e antiossidanti. Non  dimentichiamoci mai di inserire frutta e verdura nei nostri piatti.

Delizia siciliana

Ricetta di Santino Lombardo, chef del ristorante Sanmauro di Casatenovo (Lc)

Ingredienti per 4 persone

Melanzane:800 g

Spaghetti integrali: 400 g

Salsa di pomodoro: 200 g

Ricotta primosale: 100 g

Basilico: q.b.

Procedimento

Affettare finemente le melanzane a uno spessore di circa 5 millimetri, quindi grigliarle e lasciarle raffreddare. Nel frattempo preparare il ripieno scaldando la salsa di pomodoro ed aggiungendo il basilico e la ricotta salata. A parte, cuocere la pasta 8 minuti in acqua bollente e farla saltare nel sugo precedentemente preparato. Stendere due melanzane adagiandovi sopra un nido di spaghetti, facendo attenzione a tenerli nella parte bassa, per permettervi di arrotolare formando degli involtini. Posizionare in una teglia gli involtini di melanzane ottenuti coprendoli con poca salsa di pomodoro e ricotta grattugiata. Gratinare in forno a 180° C per circa 8 minuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA