18 September 2018

I Comuni guidano la rivoluzione elettrica

Dal 27 al 29 settembre, a Palazzo Lombardia, andrà in scena la Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica. Prima però alcune tappe di avvicinamento nelle città aderenti
I Comuni guidano la rivoluzione elettrica

Grande sostegno all’elettrico arriva dai Comuni. In particolare dalle cinque città promotrici della Carta della Mobilità Elettrica, il documento guida che racchiude le buone pratiche per rendere sostenibile e pulita la mobilità in città che sarà al centro della seconda edizione di e_mob.

Saranno Milano, Bologna, Firenze, Torino e Varese le città da cui inizia l’avvicinamento alla Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica in programma a Palazzo Regione di Milano dal 27 al 29 settembre.
Cinque appuntamenti per diffondere la cultura elettrica a livello locale e per preparare le proposte concrete che saranno discusse e approvate durante la rassegna sotto la Madonnina.

Dopo gli appuntamenti di Firenze (13 settembre, focus sulla mobilità elettrica a Firenze, sui risvolti urbanistici ed edilizi indotti dalla mobilità a zero emissioni e sulle opportunità offerte dal “fare rete” tra i Comuni) e Torino (17 settembre, con interventi del Green Office dell’Università di Torino sulle politiche di mobilità sostenibile e le testimonianze sulla mobilità elettrica cittadina e di Venaria Reale, una delle oltre 100 località firmatarie della “Carta”), il calendario prevede tappe a Milano, Bologna e Varese.

A Milano per le infrastrutture di domani

Il 19 settembre a Milano è di scena un seminario focalizzato sulle innovazioni, le problematiche e le normative relative alle infrastrutture della mobilità elettrica. Proposto dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi, unitamente al Comune di Milano e la Regione Lombardia, con il titolo “Il sistema delle imprese per le infrastrutture della mobilità elettrica”, ha l’intento di approfondire le relazioni tra il mondo della mobilità elettrica e quello del business per le imprese. Gli interventi si concentrano sulla rete di colonnine di ricarica con contributi, tra l’altro, di Giuseppe Mauri di RSE, Erminia Falcomatà di Regione Lombardia, Stefano Riazzola del Comune di Milano e con la partecipazione di Luca Pignanelli dell’Agenzia Dogane e Monopoli e di operatori del settore. Un’opportunità per le aziende del comparto di aggiornare le proprie conoscenze e confrontarsi con esperti sugli aspetti salienti dell’argomento, da quelli economici a quelli più tecnici, da quelli normativi a quelli innovativi.

Dal monitoraggio della Camera di commercio sono emersi i dati di una ricerca dell’economia “anti-smog” (In Italia 79mila imprese, 517mila addetti e 17 miliardi di euro fatturato con crescita dell’1,9% in un anno e del 13,3% in cinque anni) e di “Prezzi indicativi dei materiali per impianti elettrici e speciali”.
Un listino, quest’ultimo, realizzato dai tecnici della “Camera” con le associazioni di categoria degli operatori di filiera (produttori, grossisti-istallatori, acquirenti) divenuto riferimento per orientarsi sul mercato sulla piazza di Milano.

Dove: Milano, Palazzo Turati, Sala Consiglio, Via Meravigli 9/B
Quando: 19 settembre, ore 9.45-13.30
Maggiori informazioni qui

Bologna diviene elettrica e innovativa

Il workshop “Mobilità elettrica, a che punto siamo? Nuovi progetti e sviluppi” è in programma a Bologna il 20 settembre. Una tavola rotonda che metterà a confronto i principali attori del Gruppo di Lavoro sulla mobilità attiva per trovare soluzioni immediate ed efficaci per ridurre l’impatto ambientale del settore dei trasporti. Ricco il parterre dei partecipanti con il Sindaco di Bologna Virginio Merola, gli assessori Bologna, Rimini, Firenze, Torino e Varese, docenti dell’Università di Bologna e rappresentanti di aziende, associazioni ed editoria specializzata.

L’incontro emiliano rientra all’interno di un’ampia rassegna dedicata agli spostamenti ecologici, “Bologna per la mobilità elettrica ed innovativa”. Una serie di eventi per raccontare la visione per la mobilità sostenibile della città metropolitana e i nuovi progetti in arrivo: da Corrente, il nuovo car sharing elettrico di Tper, al bike e car sharing free floating.

Dove: Bologna, Oratorio San Filippo Neri, via Manzoni 5
Quando: 20 settembre, ore 14-18.30
Maggiori informazioni qui

Varese è tempo di Green Mobility Day

Anticipa e_mob pure la rassegna Varese Green Mobility Day voluta per sensibilizzare cittadini, pubbliche amministrazioni e aziende nei confronti della mobilità sostenibile. In programma un’area espositiva con bici, moto e auto elettriche da provare e una tavola rotonda con importanti stakeholders a illustrare le soluzioni innovative per pianificare l’infrastruttura di ricarica a Varese e provincia, testare le nuove tecnologie e per scoprire le modalità di spostamento a basso impatto ambientale. Attesi all’incontro Davide Galimberti (Sindaco Comune di Varese), Gunnar Vincenzi (Presidente Provincia di Varese) e Attilio Fontana (Presidente Regione Lombardia).

Dove: Varese, Teatro Santuccio, Piazza della Repubblica
Quando: 22 settembre, ore 10
Maggiori informazioni qui

Ad e_mob le Linee Guida della “Carta” e di Motus-e

Molti dei protagonisti delle cinque giornate preparative si ritroveranno a Milano per la tre giorni di e_mob, in particolare nella giornata del 27 settembre dove saranno presentate le linee guida dell’aggiornata Carta Metropolitana della Mobilità Elettrica e sarà approvato il documento finale della seconda edizione della Conferenza Nazionale della Mobilità Elettrica.

Altre Linee Guida saranno diffuse da Motus-e, associazione nata a maggio per promuovere la transizione verso la mobilità elettrica e costituita da operatori industriali, della filiera dei trasporti, del mondo accademico, nonché consumatori e movimenti di opinione.
L’obiettivo delle Linee Guida è duplice: da una parte, costituiscono un modello di formazione e informazione dedicato a coloro che sono chiamati a guidare, dal punto di vista amministrativo, la realizzazione dei piani infrastrutturali e, dall’altra, consentono agli operatori di tendere verso l’uniformazione degli schemi di interlocuzione con gli enti locali, assicurando velocità ed efficacia ai piani di installazione. Il tutto a beneficio degli utenti dei veicoli elettrici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA