L'Eroica, il fascino di una terra da vivere tutto l'anno

L'Eroica non è solo un'epica ciclostorica che tutti gli anni raduna in provincia di Siena migliaia di appassionati, ma anche uno spettacolare percorso permanente fruibile tutto l'anno, perfettamente segnalato e percorribile da ciascuno con i propri tempi. Magari concedendosi qualche sosta luculliana per godere anche delle bellezze del vino e della tavola. Il fotografo-biker Lorenzo Scarpellini ha percorso tutto l'itinerario questa estate: ecco il reportage del suo giro.

Tutte le foto della pagina sono di Lorenzo Scarpellini

A inizio ottobre si è svolta la 24esima edizione dell’Eroica Gaiole in Chianti, un viaggio nel tempo e nei suggestivi panorami della Provincia di Siena. Due giorni di ciclismo d’altri tempi, in cui Il fascino delle biciclette d’epoca si mescola con una terra unica che farebbe innamorare qualsiasi ciclista del pianeta, una vera “terra eroica” con cui ogni ciclista dovrebbe confrontarsi. In effetti, è possibile affrontare il percorso anche autonomamente, in qualsiasi periodo dell’anno e con qualsiasi tipologia di bicicletta, grazie a una rete segnaletica permanente che permette di seguire esattamente il percorso della gara, confermando che le manifestazioni ciclistiche possono avere un impatto positivo sul territorio ben oltre le date in cui si svolgono tali manifestazioni, soprattutto in termini di turismo sostenibile.

Un percorso segnalato perfettamente

Che vogliate provare il percorso in un solo giorno “simulando” la gara o che vogliate dividerlo in un bikepacking di due o tre giorni - scelta consigliabile per godersi con calma questi magnifici territori - seguire il percorso originale sarà molto facile e comodo, al punto che non dovrete mai guardare la traccia gpx sui vostri dispositivi (che è sempre meglio avere con se). A partire da Gaiole in Chianti il percorso è costantemente segnalato da cartelli ben visibili di color marrone o verde e, ogni 5 chilometri, un cartello del medesimo colore ma più grande indica a che chilometraggio ci troviamo e quanto distano le prossime località. Non è facile trovare una segnaletica così accurata.

L'Italian Way of Life in sella a una gravel o mtb

L’itinerario è emozionante. In poco più di duecento chilometri si ha la possibilità di toccare con mano - anzi con le ruote - tutte le bellezze e le eccellenze eno-gastronomiche che hanno reso questa parte della Toscana un punto fermo dei turisti internazionali in cerca del “italian Way of Life”. Dalle colline del Chianti dove si alternano boschi e vigneti, ai campi di grano che si perdono a vista d’occhio in un’esagerazione di giallo in contrasto con l’azzurro del cielo fino alle spoglie crete senesi. Il tutto, attraversando anche alcuni dei borghi più belli d’Italia in sella alla propria bicicletta. La tipologia bici ideale per affrontare questo percorso è sicuramente la Gravel ma anche con una mountain bike rigida (meglio se con copertoni molto veloci) l’itinerario è molto godibile. Per affrontare il percorso è necessario un minimo di allenamento ma il continuo alternarsi di salita e discesa lo rendono molto abbordabile con le bici moderne. Si può affrontare tutto l’anno ma è sconsigliabile in piena estate, il sottoscritto può confermarlo dopo averlo affrontato in tre giorni di bikepacking nella settimana più calda dell’anno - con temperature intorno ai quaranta gradi nelle ore centrali - incontrando difficoltà per la mancanza di ripari dal sole e la scarsa presenza di fonti d’acqua.

1/11

Itinerario ad anello da Gaiole

L’Eroica Gaiole in Chianti parte ovviamente da Gaiole in Chianti, con la prima salita degna di nota si raggiunge il Castello di Brolio per poi lanciarsi in discesa verso Siena. Una novità dell’edizione 2021 è stata l’attraversamento del centro storico della città, una novità non da poco! Da Siena si punta verso Buonconvento attraversando le località di Murlo e Radi fino a raggiungere Montalcino al culmine della salita più dura di tutto l’itinerario. Da Montalcino si affronta una discesa su asfalto per imboccare successivamente le sterrate della Val d’Orcia, compiere un mezzo anello ed entrare a Buonconvento, da dove si prosegue nella zona delle crete senesi raggiungendo Asciano e Castel Nuovo Berardenga. Si rientra infine nella Valle del Chianti, al culmine dell’ultima salita si raggiunge Radda in Chianti per poi arrivare in discesa nel centro di Gaiole. Per tutte le informazioni su EROICA potete visitare il sito ufficiale: eroica.cc

© RIPRODUZIONE RISERVATA