Finto cieco a spasso in bicicletta, incastrato dalla Guardia di Finanza

Prima il superamento dell'esame per il rinnovo della patente, poi una passeggiata in bicicletta a fare compere. Sono i due errori che hanno portato un truffatore che si è finto completamente non vedente ad essere arrestato dalla Guardia di Finanza. Avrebbe intascato indebitamente una pensione di invalidità per 170 mila euro.

Immagine di repertorio (foto Pixabay)

Ad incastrarlo sono state le riprese che lo immortalavano mentre andava quasi tutti i giorni in bicicletta. E non ci sarebbe nulla di male, anzi, se non fosse che l'uomo percepiva da dieci anni una pensione di invalidità in quanto dichiarato totalmente cieco. Ma in realtà ci vedeva eccome, tanto da aver superato l'esame della vista per il rilascio della patente con solo l'obbligo di lenti correttive durante la guida. L'uomo, un pensionato residente a Palermo già condannato per truffa, percepiva anche il reddito di cittadinanza, anche questo indebitamente, dato che era titolare di un'autorimessa. A interrompere la truffa ci hanno pensato i finanzieri del Comando provinciale di Palermo, arrestando il falso cieco. Le indagini erano iniziate nel 2018, proprio a seguito del rilascio della patente di guida da parte della motorizzazione, nonostante risultasse dal 2010 percettore della provvidenza assistenziale come non vedente. Da quel momento sono scattate le indagini, i pedinamenti e le registrazioni dei filmati che hanno portato a svelare l'inganno ai danni dello Stato. Non era la prima volta. L'indagato era stato già condannato in primo grado, in quanto avrebbe fatto parte di un'organizzazione che simulava falsi incidenti stradali con danni gravi alle vittime: per farlo avrebbero sfruttato persone disperate e senza fissa dimora, cui venivano spezzate gambe o braccia, a fronte di un piccolo compenso, per intascare i rimborsi delle assicurazioni. L'uomo dovrà ora rispondere di un'altra accusa di truffa aggravata. Intanto la Guardia di Finanza ha già provveduto al sequestro per un valore equivalente alla stima dei danni fatti, 170mila euro: sono state sequestrate tre auto, tre motociclette, un magazzino e la stessa bicicletta elettrica sulla quale l'uomo era stato ripreso a circolare spensierato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA