Liguria, dodicenni accerchiati dai cinghiali, salvati dai vigili del fuoco. Mentre un ciclista inglese muore cadendo in mtb

Tanta paura per due ragazzini accerchiati dai cinghiali, ma la disavventura si è risolta nel migliore dei modi, grazie al loro sangue freddo e all'intervento dei vigili del fuoco. Non c'è stato nulla da fare invece per un turista inglese caduto lungo un sentiero in provincia di imperia.

(foto pixabay)

Nel pomeriggio di domenica 8 maggio, due bikers di 12 anni sono stati accerchiati da un gruppo di cinghiali mentre pedalavano nel quartiere collinare di Righi a Genova, in zona Peralto. Quando i due giovani si sono resi conto che da ogni lato avevano la via di fuga bloccata, si sono sdraiati a terra coprendosi con le ruote delle biciclette, per ripararsi da un eventuale avvicinamento o un'aggressione da parte degli animali selvatici. In quei minuti non si sono fatti prendere dal panico e hanno chiamato i vigili del fuoco che, una volta arrivati in loro soccorso, hanno allontanato il gruppo di cinghiali.

E' finita invece nel peggiore dei modi un'altra escursione in mtb, sempre in Liguria, ma in provincia di Imperia e precisamente nella zona di Molini di Triora. E' qui che un ciclista inglese di 46 anni venerdì è morto durante un'escursione. L'uomo era insieme ad alcuni amici e stava percorrendo il sentiero sterrato che va da Corte a Molini. In discesa, quasi alla fine del percorso, è uscito di strada per cause ancora da accertare. E' rotolato in un dirupo facendo un volo di oltre venti metri in località Lago delle Noci. Sono stati gli amici ad allertare subito i soccorsi, il biker è stato trasportato con politrauma all'ospedale Santa Corona di Pietra Ligure, ma le condizioni era subito apparse molto gravi dato che era stato anche rianimato sul posto dopo un arresto cardiaco: per lui non c'è stato nulla da fare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA