La Puglia guarda alla bicicletta per il turismo del futuro

Il 19 e il 20 novembre due giorni di confronti e di buone pratiche per capire prospettive e tendenze del turismo a due ruote.

La bicicletta come elemento di rilancio del turismo. A Bari, il 19 e 20 novembre si tiene il primo Puglia Bike Forum, organizzato nell'ambito del 'Piano di Comunicazione del Brand Puglia dell'Agenzia Regionale del Turismo Pugliapromozione (Avviso Media plan Italia a valere sui Fondi Poc Puglia 2014-20).

Sarà l'occasione per fare il punto sulle prospettive e le tendenze del cicloturismo in Italia dati alla mano. Si tratta di un fenomeno turistico che sta cambiando il volto al Paese. Saranno presentate "case history" di successo e organizzati tavoli di confronto per facilitare lo scambio di buone pratiche sulla promozione della mobilità ciclistica sostenibile come strumento di rilancio turistico.

I lavori si terranno al teatro Kursaal Santa Lucia. Si tratta di un appuntamento di respiro nazionale per fare il punto della situazione sul mondo delle biciclette come motore di ripresa turistica dei territori a cui parteciperanno i principali esperti del settore.

Secondo il Rapporto 2021 dell'Osservatorio sul cicloturismo, realizzato da Isnart, nel 2020 i cicloturisti italiani sono stati 4,7 milioni e hanno generato una spesa di 4,1 miliardi di euro. Un potenziale enorme per le amministrazioni comunali che cercano la strada giusta per far ripartire il turismo. A fare una prima analisi sull'evoluzione del settore, sarà Sebastiano Venneri, responsabile Turismo Legambiente, che attraverso gli ultimi dati raccolti delineerà le tendenze di un fenomeno che sta cambiando il Paese. L'argomento verrà approfondito da Gianluca Santilli, presidente Osservatorio Bike Economy, che si soffermerà sulla Bikeconomy come insospettabile volàno dell'economia sostenibile.

Sarà presente Aart Hering, portavoce Ambasciata Regno Paesi Bassi, che parlerà dei risultati positivi per la mobilità sostenibile italiana in seguito alla pandemia.

Si traccerà un cammino per potenziare l'attrattività della destinazione Puglia e diventare una regione Bike Friendly.Alcune possibili strade da seguire saranno indicate nell'intervento di Davide Cassani, presidente dell'Apt Emilia Romagna ed ex commissario tecnico della Nazionale ciclismo che introdurrà i lavori dei 4 tavoli tematici che si svolgeranno venerdì pomeriggio.

Sono invitati a iscriversi amministratori locali, operatori turistici, associazioni di categoria e tutti i soggetti pugliesi interessati al tema che potranno confrontarsi con esperti nell'ambito dei bike hub, bike hotel, tour operator e mobilità sostenibile.Verranno riproposte le buone pratiche seguite da chi ha ottenuto risultati consolidati, ma anche delineate le principali problematiche da sottoporre agli enti per individuare assieme azioni concrete per promuovere sempre di più territori attrattivi dal punto di vista cicloturistico. Turismo in bicicletta vuol dire destagionalizzazione e flussi di turisti 'alto spendenti'. Ci si potrà iscrivere all'evento dal sito pugliabikeforum.it. Sempre sul sito verranno pubblicati i suggerimenti che emergeranno dai tavoli di lavoro.I lavori del Puglia Bike Forum saranno chiusi sabato 20 novembre 2021 in due fasi: una presentazione di Marino Bartoletti di Bike Channel, che parlerà di cicloturismo e territori con interlocutori del settore, come Ernesto Somma di Invitalia, Elio Sannicandro di Asset Puglia, Giancarlo Brocci scrittore e ideatore di Eroica e Claudio Calvelli della Fondazione Ferrovie dello stato Italiane. Infine una tavola rotonda istituzionale, con rappresentanti di tutte le associazioni di categoria pugliesi faranno una sintesi di quanti emerso nelle due giornate di lavori.

© RIPRODUZIONE RISERVATA