13 March 2021

Luna Rossa e le biciclette Titici all'asta per combattere l'inquinamento dei mari

La bicicletta da corsa è uno degli strumenti che i timonieri della barca italiana, impegnata nella finalissima di America's Cup, stanno usando per gli allenamenti. Tre di loro hanno ricevuto speciali biciclette italiane realizzate dal marchio mantovano Titici e create in esemplari unici con uno scopo anche benefico.

1/11

Cosa c'entra Luna Rossa con le biciclette da corsa? La bicicletta da corsa è uno degli strumenti che i timonieri della barca italiana, impegnata nella finalissima di America's Cup, stanno usando nei giorni in cui non si regata e si deve tenere alta l'adrenalina e combattere la tensione.

Tre di loro hanno ricevuto delle speciali biciclette italiane realizzate dal marchio mantovano Titici e create in tre esemplari unici con uno scopo anche benefico.

Le bici sono uno speciale modello ribattezzato “F-DB02 x LUNA ROSSA PRADA PIRELLI” prodotte in soli tre esemplari e spedite a Auckland (Nuova Zelanda) per il team director e skipper Max Sirena e per i timonieri James Spithill e Francesco Bruni. I tre campioni pluri-titolati della vela hanno impresso le loro firme sul telaio e utilizzano la bicicletta come parte della preparazione atletica in vista delle regate.
Leggera, essenziale ed elegante, questa bicicletta è realizzata con un telaio in carbonio di alta gamma e presenta il tubo orizzontale più sottile al mondo, solo 8 millimetri. Si tratta di una tecnologia brevettata (Plate Absorber Technology) che permette al telaio F-DB02 di assorbire fino al 18% di vibrazioni in più rispetto ai telai standard, senza pregiudicare l’alta rigidità torsionale. La bicicletta, completamente made in Italy, è stata progettata e prodotta ad Asola, nel mantovano. A poche decine di chilometri dal cantiere di Persico di Nembro (Bergamo), dove anche Luna Rossa è stata progettata e realizzata, sempre usando fibra di carbonio.

Due biciclette all'asta per gli oceani

Nelle scorse settimane il marchio di biciclette di alta gamma Titici ha messo all'asta due delle biciclette, quelle firmate da James Spithill e da Francesco Bruni. Sono stati raccolti 16mila euro che Titici destina al sostegno del progetto No Plastic in the Ocean promosso da One Ocean Foundation. Ogni euro ottenuto contribuirà alla raccolta di 2 kg di rifiuti plastici che minacciano le coste dell’Oceano Pacifico. In collaborazione con associazioni attive sul territorio, come Plastic Bank, i rifiuti verranno recuperati e re-immessi nel ciclo produttivo, favorendo in tal modo lo sviluppo di un’economia circolare locale.

Titici e Luna Rossa Prada Pirelli hanno aderito a questo progetto mosse dalla sensibilità verso il grave problema del plastic litter. L’inquinamento da plastica è un fenomeno purtroppo presente in tutti i mari del mondo, che tocca da vicino le attività di Luna Rossa Prada Pirelli e del gruppo italiano Trerè Innovation, proprietario del marchio Titici. Da anni Trerè Innovation promuove un sistema produttivo sostenibile, che rispetti i mari e l’ambiente.

Come nasce la bicicletta

Scheda tecnica F-DB02 x LUNA ROSSA PRADA PIRELLI

Telaio custom: TITICI F-DB02 x LUNA ROSSA PRADA PIRELLI full carbon
Forcella: TITICI DB02
Collarino: Carbon Ti
Attacco Manubrio: Deda Elementi Superzero
Manubrio: Deda Elementi Superzero Carbon
Reggisella: Deda Elementi Superzero
Set ruote: Campagnolo Shamal Carbon
Gruppo Completo: Campagnolo Record 12s
Cambio: Campagnolo Record 12s
Guarnitura: Campagnolo Record UT Carbon
Comandi: Campagnolo Record UT Carbon
Catena: Campagnolo Super Record
Pacco Pignoni: Campagnolo Super Record 12s
Set freni: Campagnolo 03 AFS 140mm / 160 mm
Sella: Prologo
Copertoni: Pirelli P ZERO™
Nastro: Prologo

© RIPRODUZIONE RISERVATA