Redazione Ciclismo - 28 December 2014

Che nostalgia le cronometro

Ce lo ha confidato Marco Pinotti, che ci ha anche raccontato cosa butterebbe del 2014...

Che nostalgia le cronometro

Marco Pinotti ci ha raccontato il suo primo anno da ex ciclista professionista (clicca qui per leggere il suo articolo). Gli abbiamo chiesto cosa gli manca di più di quel mondo... e se gli andava di sottoporsi a una parte del mini questionario Proust.

 

Cosa ti manca di più di non correre?

Le giornate con le gare a cronometro: dal risveglio alla ricognizione, fino all’attesa dell’arrivo dell’ultimo corridore, ma più di tutto i minuti in gara contro il tempo”.

Cosa butteresti del 2014?

I casi di positività all’interno dell’Astana e dell’Astana Continental”.

Chi eleggeresti come campione di sport quest'anno?

Vincenzo Nibalie Vanessa Ferrari”.

Il tratto principale del tuo carattere?

Forza di volontà /testardaggine”.

La qualità che preferisci in un uomo?

L'affidabilità”.

E in una donna?

L’essere diretta nella comunicazione”.

Il tuo principale difetto?

Non essere diretto”.

L'ultima volta che hai pianto?

Quando mi sono fatto male: caduta al Giro mediterraneo, febbraio 2013”.

Il Paese in cui vorresti vivere?

Francia”.

Chi vorresti essere se non fossi te stesso?

Non saprei”.

Cibo e bevanda preferiti?

Mi piacciono tanti cibi, ne ho uno preferito ogni giorno. quello di oggi, pasta al forno. Tra le bevande, acqua gassata fresca”.

Il dono di natura che vorresti avere?

Avere più pazienza”.

Autori preferiti?

Umberto Eco e Ken Follett”.

Occupazione preferita?

Leggere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA