di Jacopo Altobelli
25 January 2022

Mercato delle ebike, Ancma: "Stabile rispetto al boom del 2020"

Dalle prime stime per le biciclette a pedalata assistita sarebbero confermati i numeri record del 2020, mentre si registra un boom di quadricicli a trazione elettrica.

Si tratta solo delle prime stime provvisorie, perché i dati ufficiali definitivi saranno diffusi nelle prossime settimane. Ma il mercato delle ebike sembrerebbe assestarsi anche nel 2021 sui valori record dell'anno precedente. A comunicarlo è Confindustria Ancma, l'associazione nazionale ciclo, motociclo e accessori, che dai primi riscontri sui dati dell'anno scorso, registrerebbe valori simili alle 280mila unità vendute nel 2020, anno record per il mercato delle biciclette a pedalata assistita che si era chiuso con un +44% rispetto all'anno prima.

Sempre riguardo al mercato dell'elettrico, ma spostandosi nel settore dei motocicli e quadricicli a trazione elettrica, i dati già disponibili parlano di una crescita consistente, pari al +32,6%. Grande spinta nelle vendite l'hanno avuta in particolare i quadricicli, che sono passati da 716 a 3930, con un incremento del 448,8% sul 2020. Molto bene anche le moto a trazione elettrica, che registrano un +56%. Dopo i numeri molto positivi registrati l'anno scorso, soprattutto grazie alle flotte dei servizi in sharing nelle varie città, è la mobilità privata a sostenere il mercato nel bilancio attuale. Al netto del boom dei quadricicli, il mercato delle due ruote fa registrare complessivamente un +0,5% sul 2020, immatricolando 10.848 mezzi (+85,5% sul 2019). Il mercato dei ciclomotori e' l'unico segmento con segno meno (oltre 3.900 pezzi, -10,5%).

"E' indubbia la crescita dell'elettrico evidenziata dai numeri e dall'interesse verso questi mezzi riscontrata anche nella recente fiera Eicma; - dice Gary Fabris, presidente Gruppo Veicoli Elettrici di Confindustria ANCMA - ma ancor più degno di nota è il fatto che le vendite hanno interessato finalmente il mercato dei privati, questo è il vero termometro dell'interesse verso l'elettrico. Tutte le aziende del comparto stanno lavorando per produrre mezzi sempre più performanti e accattivanti per il grande pubblico”. Nei prossimi mesi si prevede un ulteriore sviluppo del settore grazie all'ecobonus per moto, scooter, ciclomotori, tricicli e quadricicli a trazione elettrica, che può contare su uno stanziamento di 150 milioni di euro fino al 2026. "Nel 2021 - spiegano da Ancma - sono stati consumati circa 28 milioni di euro, cioè un importo superiore al fondo di 20 milioni stanziati per il 2020, rendendo necessario il ricorso a una riserva accantonata da precedenti campagne. Prevedibilmente la tranche di 20 milioni stanziati per il 2022 non sarà sufficiente e si renderà pertanto necessaria un’iniezione di liquidità per sostenere il mercato".

© RIPRODUZIONE RISERVATA