Mondiali Roubaix: il colpo di coda d'oro di Elia Viviani

I mondiali su pista di Roubaix si chiudono nel miglior modo possibile per l'Italia, con l'oro del capitano Elia Viviani nell'eliminazione. Sono stati i migliori mondiali su pista della storia del ciclismo italiano.

Elia viviani sventola il tricolore dopo la vittoria nell'eliminazione (foto facebook Uci)

Tre giorni fa aveva scritto: "Buone gambe, nessun risultato", rimandando l'appuntamento al prossimo campionato nel mondo. E invece, il giorno dopo è arrivato un bronzo nell'Omnium e, ieri, all'ultima prova dell'ultimo giorno dei Mondiali su Pista di Roubaix, nella gara di eliminazione, Elia Viviani ha saputo prendersi quel titolo iridato tanto atteso e sognato. Dopo tanti podi, ecco il suo primo oro ai mondiali di pista. Per usare le sue stesse parole: "Un bel colpo di coda". Con questa vittoria, e con l'argento nel Madison ottenuto da Simone Consonni e Michele Scartezzini, si chiude per la nazionale italiana un'edizione strepitosa, i migliori mondiali su pista della sua storia. Con le sue 10 medaglie totali, delle quali 4 d'oro, 3 d'argento e 3 di bronzo, l'Italia chiude in terza posizione, alle spalle di Germania e Olanda e davanti a Francia, Gran Bretagna e Belgio.

Leggi anche: Rubate le biciclette iridate di Ganna e Compagni

© RIPRODUZIONE RISERVATA