Una nuova competizione unisce ciclismo e vela: nasce "il Giro dei Venti"

Tre tappe pedalate e due tappe naviganti, in palio delle auto elettriche. E' questo il connubio della nuova e originale gara "Il Giro dei Venti", gara in programma l'anno prossimo, che vuole unire il ciclismo alla vela, sposati per la prima volta in una competizione internazionale che si svolgerà tra la Puglia e la Grecia. Organizzata da Workness, sarà l'occasione per praticare il proprio sport preferito in una modalità inconsueta, ma anche per scoprire le bellezze culturali e gastronomiche di due territori affascinanti separati e legati dal mare fin dai tempi antichi. Le iscrizioni sono già aperte.

Bicicletta e barca. Pedali e vele. Gambe e vento. Terra e mare sono due mondi normalmente distanti e apparentemente inconciliabili ma che questa volta si incontrano e si sposano nella prima competizione amatoriale ciclo-velistica internazionale organizzata tra l’Italia e la Grecia. Un viaggio dal sapore dei tempi antichi, quando al posto delle dueruote c’erano i cavalli e si scendeva fino all’estremo lembo dell’Italia per imbarcarsi verso l’Oriente. E’ un viaggio che riporta alla mente i miti classici e che vuole celebrare due terre piene di storia e di avventure millenarie: il Salento e Corfu. Si chiama “Il Giro dei Venti” e nel nome c’è tutto il sincretismo che sta alla base di questa competizione, alla quale si partecipa in squadre formate da quattro persone: una coppia di amici ciclisti e una di velisti. La gara è in programma dal 27 giugno al 1 luglio 2022 e a giorni alterni si svolgeranno gare di ciclismo su strada a veleggiate su imbarcazioni da diporto.

In palio quattro auto elettriche

Le barche a vela saranno anche l’alloggio dove gli eterogenei equipaggi pernotteranno ogni notte per tutta la durata della competizione. Ad ogni arrivo di tappa verrà assegnato un punteggio in base alla classifica: singolo per i ciclisti e di equipaggio per le regate. Alla fine dei 5 giorni, i primi tre team otterranno rispettivamente come premio quattro automobili elettriche, quattro scooter elettrici e quattro biciclette elettriche. Il Giro dei Venti è promosso da Workness, un luogo multidisciplinare che mette al centro il benessere delle persone. Proprio da qui l’idea di lanciare un’iniziativa mirata al benessere psicofisico a trecentossessanta gradi (terra e mare). Ma questa è anche l’occasione per narrare e dare visibilità al territorio della Puglia, alla sua cultura e alle sue bellezze, che si legano con un filo sottile all’altra sponda dell’Ionio, a quell’isola così vicina e allo stesso tempo diversa, la suggestiva Corfu, l’isola dove forse Ulisse incontrò la bella Nausicaa.

Le tappe, tra giri in bici e traversate in barca, con un finale di danza

Nel dettaglio, si parte il primo giorno con la tappa ciclistica da Santa Maria di Leuca a Otranto e ritorno; il giorno dopo si caricano le bici in barca e si veleggia fino a Corfù, per poi dedicarsi ancora al ciclismo il terzo giorno con un giro dell’isola greca; il quarto giorno si riattraversa il mare in senso opposto, per poi chiudere l’ultimo giorno con l’ultima tappa pedalata da Santa Maria di Leuca a Gallipoli, e ritorno. Ma non è finita qui: a concludere l’evento ci sarà una serata di chiusura nella suggestiva location di Spongano, in provincia di Lecce, con tutto il paese che si animerà con musica e degustazioni di prodotti tipici in un’atmosfera magica, grazie a uno spettacolo di danza organizzato da Muse Milano, con ballerini e musicisti locali che racconteranno visivamente la cultura salentina e quella greca.

Una gara che vuole diventare appuntamento fisso

Il ciclismo ha visto crescere in Italia in modo esponenziale la sua community, in particolare negli ultimi due anni. Ci auguriamo che Il Giro dei Venti diventi un appuntamento ricorrente per tutti questi appassionati, un’occasione per trascorrere del tempo di qualità, gareggiando e allo stesso tempo godendo delle bellezze che ci circondano”, ha commentato Marco Saligari, Responsabile Sezione Ciclismo Il Giro dei Venti. “Grazie a Il Giro dei Venti lo sport della vela acquisisce da oggi maggiore visibilità e si avvicina ad un pubblico sempre più ampio e variegato, per trasmettere l’emozione che solo una veleggiata per mare sa dare”, ha aggiunto Roberto Ferrarese, Responsabile Sezione Vela Il Giro dei Venti. “Il Giro Dei Venti nasce come ideale prosecuzione dell’esperienza di benessere che è possibile vivere in Workness, un’iniziativa che mette al centro lo sport come facilitatore di salute”, ha commentato il Cavaliere Sergio Filograna, founder di Workness, promotore dell’iniziativa. “Questa competizione è per noi anche il mezzo per raccontare la storia e la cultura di un territorio prezioso, la Puglia, uno dei numerosi gioielli italiani che tutto il mondo ci invidia.”

I requisiti dei ciclisti e dei velisti

Ci si iscrive in coppia di ciclisti o in coppia di velisti. Tra questi, poi, vengono sorteggiate le squadre, che saranno fino ad un massimo di cinquanta. Sono ammessi alla gara i ciclisti tesserati F.C.I o agli Enti di Promozione Sportiva che hanno sottoscritto la convenzione con F.C.I per il 2021, con bici da corsa stradale (no crono). Ai velisti si richiede invece la partecipazione con imbarcazioni da diporto complete di interni da crociera, dotate di motore ausiliario e di rollafiocco avvolgibile, e di una lunghezza compresa tra 37 e 45 piedi. Per maggiori informazioni sullo svolgimento si può consultare il regolamento di gara mentre per approfondire il programma o preiscriversi visitare il sito www.ilgirodeiventi.it. Le preiscrizioni resteranno aperte fino al 30 novembre 2021. Il costo della partecipazione è di 1600 euro a persona (3200 in due dato che ci si iscrive in coppia) ma chi fa la preiscrizione entro il 30 novembre ha diritto 500 euro di sconto a coppia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA