Due nuove scarpe Shimano, leggere come un calzino, per il ciclismo indoor

Due nuovi modelli ampliano la gamma Shimano dedicata al ciclismo indoor. Le scarpe IC1 e IC2 uniscono la necessaria rigidezza richiesta dall'allenamento ad una grande ventilazione pensata per aiutare i ciclisti a rimanere più freschi più a lungo.

Due modelli, uno più stile mtb l'altro più stile da corsa, ma entrambi leggeri e traspiranti (foto Shimano)

Sono ventilate e traspiranti come un calzino, senza perdere la rigidità della suola. Con l'aumento della pratica del ciclismo indoor, per il quale sono stati responsabili anche i ripetuti lockdown, gli appassionati di ciclismo stanno sudando come mai prima d'ora sui rulli o sulle bici da spinning. Proprio per venire incontro alle esigenze di chi macina fatica anche senza uscire dalle mura domestiche, Shimano ha lanciato due nuove calzature. Si chiamano IC1 e IC2 e mirano a bilanciare traspirabilità e rigidità della scarpa.

1/9

La tomaia, simile a un calzino con pannelli in mesh leggero, è facile da indossare grazie al design slip-on e al cinturino singolo in velcro avvolgente. E' anche facile da lavare e da asciugare rapidamente. Le suole sono specifiche per il ciclismo e hanno una solida piattaforma, che garantisce un perfetto trasferimento di energia e una riduzione dell'affaticamento. La sezione in gomma su tutta la lunghezza di appoggio consente anche una camminata confortevole. Mentre riguardo agli attacchi i due modelli si differenziano: le scarpe IC2 sono compatibili con pedali SPD stile fuoristrada, e hanno la tacchetta incassata che permette di camminare senza il rischio di rigare il pavimento; le scarpe IC1 hanno invece cinque fori nella suola, in modo da adattarsi sia al sistema di pedali SPD/2 fori sia SPD-SL a 3 fori. Il modello IC1 pesa 250 grammi, mentre l'IC2 ne pesa 256. Entrambi i modelli sono unisex e sono disponibili in taglie con vestibilità da uomo e taglie con vestibilità da donna. All'interno della gamma indoor di Shimano, si aggiungono ai modelli IC5 e IC3 che invece erano stati modellati pensando a un piede femminile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA