Oscar del cicloturismo, a Matera la premiazione dell'Italian Green Road Award

Il 3 e 4 giugno a Matera i “campioni” del turismo lento protagonisti della settima edizione dell’Italian Green Road

La ciclobia dei Parchi in Calabria è uno dei vincitori della scora edizione (foto dal sito Igraw.bike)

Tutto pronto a Matera per la settima edizione dell’Italian Green Road Award, l’Oscar del cicloturismo, che si chiuderà proprio nella città dei Sassi il prossimo 3 e 4 giugno con la proclamazione dei vincitori per l’anno 2022.

Nato dall’esigenza di valorizzare il turismo sostenibile in tutte le sue forme, l’Italian Green Road Award guarda proprio alla capacità dei territori di distinguersi nell’attenzione al turismo a due ruote completando i percorsi ciclabili con servizi idonei allo sviluppo dello slow tourism.

E non è un caso che per ospitare la premiazione sia stata scelta proprio Matera, vincitrice lo scorso anno della menzione speciale di Legambiente per la ciclovia da Matera alle Dolomiti Lucane, dimostrando di aver saputo ben interpretare le tendenze del turismo verde e sostenibile.

Cicloturismo che passione

Non più fenomeno di nicchia, ma vero e proprio motore di sviluppo economico per il territorio e fattore di attrazione per un turismo qualificato e sostenibile, il cicloturismo è sempre di più al centro della riflessione delle istituzioni territoriali che ne hanno finalmente compreso l’importanza strategica.

Dell’importanza anche in termini di ritorno economico aveva parlato anche il Ministro Garavaglia in occasione del lancio dell’iniziativa degli Oscar del cicloturismo, lo scorso aprile alla Bit di Milano. “L’Italia ha tutte le possibilità di raddoppiare il fatturato indotto dal cicloturismo, ora a oltre 5 miliardi di euro, e avvicinarsi al fatturato dei paesi europei” aveva sottolineato, facendo una previsione anche in vista della stagione estiva. “Tutto è già pronto per ricevere i cicloturisti: abbiamo i percorsi, le strutture ricettive e le migliori attrazioni culturali e naturali. Ora si tratta di pianificare gli interventi e di organizzare l’offerta, mettendo insieme tutto ciò che può essere utile al cicloturista, italiano e straniero”.

Una immagine della Green Road dell'Acqua, in provincia di Trento, tra i vincitori dell'edizione 2021 (foto da sito Ingraw.bike)

L'oscar del cicloturismo

Il weekend dedicato all’Oscar del cicloturismo si aprirà venerdì 3 giugno, Giornata mondiale della biciletta, con il Bike Forum sull'importanza del cicloturismo come risorsa per i territori a partire dalle 9:30, a Palazzo Malvinni Malvezzi,

Nella serata di sabato 4 giugno, invece, l’attesa premiazione Italian Green Road Award 2022, in piazza San Francesco presentato da Ludovica Casellati, ideatrice dell'Oscar del Cicloturismo, e Peppone Calabrese di Rai Linea Verde.

Per l’edizione di quest’anno, ogni Regione ha potuto candidare fino a due “green road” ovvero strade riservate appositamente a mezzi non motorizzate o strade bianche con poco traffico o una strada secondaria a bassa percorrenza. La giuria prenderà però in considerazione solo quei percorsi che permettono ai ciclisti una percorrenza in completa sicurezza, quindi identificazione con nome e segnaletica è un prerequisito necessario. Altri parametri in esame saranno tra gli altri costruzione, promozione, attrezzature, servizi green: tutto contribuirà a definire le eccellenze che potranno così salire sul podio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA