Viaggi dall'uscio di casa. Le incredibili foto delle pedalate di Roff Smith nell'epoca della pandemia

Roff Smith, fotografo di viaggi, ha vissuto le sue limitazioni come opportunità di viaggiare intorno all'uscio di casa, trasformando le sue uscite mattutine in vere e proprie avventure che ha naturalmente immortalato nei suoi scatti incredibilmente emozionanti.

La pandemia ci tiene fermi tutti da oltre un anno. Soprattutto per quei ciclisti che hanno sempre vissuto le loro pedalate come dei viaggi da vivere in profondità, all'insegna della scoperta e della spensieratezza, il lungo lockdown per gli spostamenti è diventato una vera prigionia.

Pensate per chi ha fatto del viaggio e dell'avventura la sua professione, cosa deve essere stato questo anno: una trappola senza uscita.

Un po' dappertutto ci sono eccezioni. E anche per un fotografo di viaggio rinchiuso in casa dalla pandemia, il divieto di viaggiare si può trasformare in una opportunità.

Questo è ciò che è accaduto all'inglese Roff Smith, fotografo di viaggi, che da più di 30 anni gira il mondo scattando delle vere e proprie opere d'arte per giornali come il National Geographic, Time, Newsweek, Nature, il New York Times e molti altri. Un vero poeta della fotografia.

Roff ha vissuto le sue limitazioni come opportunità di viaggiare intorno all'uscio di casa, trasformando le sue uscite mattutine in vere e proprie avventure che ha naturalmente immortalato nei suoi scatti incredibilmente emozionanti.

Recentemente il New York Times ha pubblicato un suo aticolo e la gallery del suo nuovo viaggio dall'uscio di casa, inserendolo in una serie di servizi fotografici che hanno il compito di raccontare il mondo vissuto nell'anno della pandemia.

“Nelle mie uscite all'alba ho iniziato a portare con me una macchina fotografica e un cavalletto, scattando come se fossero incarichi per una rivista – racconta - È iniziato come qualcosa da fare - una sfida per cercare di vedere ciò che mi era familiare con occhi nuovi. Presto si è trasformato nella celebrazione di un viaggio intorno a casa”.

Il suo sito è uno scrigno di immagini che raccontano il mondo

I suoi viaggi all'alba, che si sono protratti per diversi mesi, sono diventati un prezioso album fotografico che nel suo splendore e nella sua solennità riesce l'enorme valore per la scoperta che ci è stato negato in questo anno e a farci vivere attraverso il suo occhio e il suo obiettivo tutto il fascino delle sue terre.

Sul suo sito internet, dove sono liberamente visibili le sue spettacolari fotografie, Roff inizia così il racconto della sua avventura che ha intitolato “Journeys From My Doorstep”.

“Ogni mattina mi metto in viaggio per la strada con la mia bicicletta, esercitando la mia immaginazione tanto quanto le mie gambe. Quando torno a casa un'ora o due più tardi, dopo aver assistito all'alba e aver messo sotto le mie ruote chilometri di città e campagna, ho la sensazione di essere stato in luoghi, di aver visto cose, di aver viaggiato nel vero senso della parola. Per questo porto con me la macchina fotografica e il treppiede e, usando me stesso come modello, fotografo questi viaggi dalla mia porta di casa come se fossero racconti di viaggio, celebrando la semplice gioia di un giro in bicicletta e le meraviglie del viaggiare a casa. Mi ritrovo a vedere questi luoghi con occhi nuovi e mi diletto nella scoperta del fatto che non c'è bisogno di saltare su un aereo per sperimentare un senso di meraviglia o il romanticismo della diversità. È proprio sulla porta di casa mia”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA