Sarà un super Giro Donne con Elisa Balsamo, Marta Cavalli ed Elisa Longo Borghini

Confermata la partecipazione delle tre campionesse azzurre che dal 30 giugno sfideranno un'agguerrita concorrenza internazionale nella competizione italiana a tappe. 900 km con partenza da Cagliari e gran finale a Padova.

1/6

Un passaggio del Giro d’Italia Donne 2021 (foto Bettini Photo)

Basterebbero solamente i nomi delle tre atlete italiane per comprendere quanto sarà avvincente la prossima edizione del Giro Donne, organizzata per il secondo anno consecutivo da PMG Sport/Starlight e che quest’anno torna a far parte del circuito internazionale UCI Women’s World Tour.

Elisa Longo Borghini, fresca trionfatrice alla Parigi-Roubaix Femmes; la campionessa del mondo in carica Elisa Balsamo, vittoriosa quest'anno al Trofeo Alfredo Binda, alla Classic Brugge-De Panne e alla Gand-Wevelgem; Marta Cavalli (maglia azzurra nel Giro d'Italia Donne 2021 quale migliore italiana prima classificata nella classifica generale individuale), meravigliosa vincitrice della Freccia Vallone e dell'Amstel Gold Race.

La trentatreesima edizione del Giro Donne (nel corso degli anni ha cambiato il suo nome da Giro d'Italia Femminile a Giro Rosa a Giro d'Italia Donne nel 2021) presenta un programma assai ricco che non mancherà di coinvolgere al ciclismo professionistico femminile un numero sempre crescente di appassionati: 10 le tappe previste per oltre 900 km di sviluppo dei percorsi sul territorio italiano (Sardegna, Emilia-Romagna, Lombardia, Trentino-Alto Adige e Veneto le regioni coinvolte). Partenza il 30 giugno da Cagliari e arrivo il 10 luglio a Padova.

Parterre internazionale di valore assoluto con un montepremi complessivo che sale a 250.000 euro di cui 50.000 alla vincitrice. A sfidarsi saranno 144 atlete delle migliori 24 squadre al mondo, fra cui 13 squadre dell’UCI Women’s WorldTeam, provenienti, oltre che dall’Italia, da Australia, Colombia, Emirati Arabi Uniti, Francia.

Roberto Ruini, fondatore di PMG Sport e direttore generale del Giro Donne

Il ritorno nell’UCI Women’s World Tour del Giro Donne è un risultato internazionale importante che premia l’alta qualità sportiva delle atlete in competizione e al nostro impegno per valorizzarlo al meglio, come organizzatori, produttori e distributori

900 Km e 10 tappe

"Si parte in Sardegna con una cronometro individuale di 4,7 km a Cagliari (30 giugno), per poi proseguire lungo la costa orientale dell’isola, prima con una tappa ondulata di 117,3 km da Villasimius a Tortolì (1° luglio) per concludersi con una tappa per velociste lunga 112,7 km da Dorgali (Cala Gonone) a Olbia (2 luglio).

Dopo un giorno di pausa per il trasferimento nel continente, si riprende il 4 luglio in Emilia-Romagna con una tappa ondulata di 120,9 km con Cesena come punto di partenza e di arrivo, con 3 Gran Premi della Montagna, e poi proseguire il 5 luglio con una tappa per velociste di 123,4 km da Carpi a Reggio Emilia che tocca anche le colline alle pendici degli Appennini.

Per le successive due sfide si passa poi in Lombardia: la prima è una tappa ondulata di 114,7 km che vedrà le squadre partire dalle sponde del Lago d’Iseo del comune di Sarnico, passando per Bergamo Alta e arrivando poi in centro città (6 luglio), mentre la seconda metterà invece alla prova la resistenza delle cicliste con una tappa impegnativa di 113,2 km che inizia nel comune di Prevalle a quota 190 metri, entra poi nella città di Brescia e risale le Alpi fino ad arrivare a Passo del Maniva a oltre 1.600 metri di quota, punto più alto toccato da questa edizione (7 luglio).

Le altre due sfide si svolgeranno invece nella Provincia Autonoma di Trento: la prima vedrà una tappa ondulata di 92,2 km risalire il fiume Adige da Rovereto ad Aldeno (8 luglio) e la seconda passare da San Michele all’Adige a San Lorenzo Dorsino, proprio sulle pendici orientali delle Dolomiti di Brenta, per un’impegnativa tappa in salita per scalatrici lunga 112,8 km che passa anche dalla Cima Coppi, Passo Daone, a 1.291 metri (9 luglio).

Gran finale il 10 luglio in Veneto con partenza da Abano Terme e, attraverso i Colli Euganei di foscoliana memoria, arrivo a Prato della Valle a Padova, dopo un percorso di 90,8 km che valorizzerà soprattutto le doti delle velociste (10 luglio) e decreterà la Maglia Rosa del Giro Donne 2022".

Il video della presentazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA