Sindaco pedala! La sfida rivolta ai primi cittadini per testare le loro ciclabili

Un'iniziativa promossa dall'associazione Comuni Virtuosi volta a invitare i sindaci a mettersi in gioco concretamente, inforcando la biciletta per pedalare sulle strade dei loro territori. Se accettano, devono usare la bici per una settimana per poi sfidare un altro sindaco.

E' una vera e propria sfida rivolta ai sindaci, invitati a saltare in sella alla bicicletta e pedalare per toccare con mano le ciclabili del loro territorio. Un modo concreto per sperimentare davvero i bisogni e le difficoltà che i ciclisti vivono tutti i giorni, ma anche l'occasione per iniziare a praticare e a promuovere uno stile di vita sostenibile. L'iniziativa si chiama Sindaco Pedala! ed è stata ideata da Sottosopra-Agenzia di Comunicazione Bike Friendly, in collaborazione con l'Associazione Comuni Virtuosi.

La sindaca Luisa Salvatori di Vizzolo Predabissi

L'invito è rivolto a tutti i sindaci d'Italia, chiamati a testare in prima persona la trasformazione ciclabile che essi stessi stanno promuovendo nei borghi, nei paesi o nelle città che amministrano. In sostanza devono utilizzare la bicicletta per una settimana, al fine di raggiungere tre obiettivi a loro scelta: per esempio provare una corsia ciclabile da loro realizzata, percorrere il tragitto casa-municipio in bici, attuando il cosiddetto bike-to-worlk, o ancora unirsi ai bambini che vanno a scuola con il Bicibus per valutare l'efficacia della rete ciclabile urbana. Il sindaco condivide poi l'esperienza sui social, utilizzando l'hashtag #sindacopedala, rilanciando poi la sfida anche a un altro sindaco, che può accettare e scendere in pista a sua volta. Una catena virtuosa, insomma, che vuole pian piano coinvolgere il maggior numero di primi cittadini per renderli pienamente consapevoli del cambiamento che le città hanno bisogno di intraprendere verso una maggiore sicurezza e praticità dei percorsi ciclabili. A testare il progetto ci sono dieci comuni distribuiti su tutto il territorio nazionale: Bergamo, Biccari (FG), Malegno (BS), Lecce, Parma, San Lazzaro di Savena (BO), Sanbellino (Ro), Sesti Levante (GE), Spilamberto (MO) e Trento. L'iniziativa è organizzata anche con il sostegno di CIAB (Club delle Imprese Amiche della Bicicletta), Genitori Antismog, Legambici (Legambiente per la ciclabilità).

Mobilità sostenibile nei fatti e non a parole

"La nuova mobilità sostenibile si sta espandendo su tutto il territorio nazionale. - spiega Elena Carletti, presidente dell'associazione Comuni Virtuosi - Sempre più comuni stanno puntando sulle due ruote per proporre un modello urbano più vicino alla salute dei cittadini, alla qualità dell’aria, alla viabilità. Il crescente numero dei sindaci che stanno sostenendo con determinazione e coraggio l’uso della bicicletta come opportunità evolutiva del territorio che amministrano ci ha spinto a proporre un progetto che può suonare come una sfida. E in effetto lo è". "Con questa proposta, il sindaco si mette in gioco in prima persona riguardo al processo di cambiamento di cui è promotore - precisa Marco Boschini, coordinatore nazionale dell’Associazione Comuni Virtuosi. - Accettando la sfida, sperimenta i bisogni e le difficoltà dei ciclisti a cui si accosta e testa le nuove corsie ciclabili nell’ottica di apportare eventuali migliorie». "Inoltre - aggiunge Elena Milazzo, direttore creativo di Sottosopra Comunicazione bike friendly – i sindaci sposano la mobilità pulita nei fatti e non solo a parole, offrendo di sé e del Comune un’immagine più sostenibile e vicina all’evoluzione di cui il nostro paese sarà protagonista in vista dell’agenda 2030". Info: www.sindacopedala.it

La sfida corre sui social

Sui social basta inserire l'hashtag #sindacopedala per tenere d'occhio quali sono i sindaci "virtuosi" che accettano di mettersi in gioco. Ad aver aderito, ad esempio, c'è la sindaca di Vizzolo Predabissi, in provincia di Milano, Luisa Salvatori, che non solo ha deciso di usare la bici per recarsi tutti i giorni in municipio, ma sta anche provando a fare in bicicletta alcune commissioni e spostamenti di lavoro. Mentre la sindaca di Novellara (Reggio Emilia) Elena Carletti ha mandato uno scatto dalla recente pista ciclabile dedicata alle staffette partigiane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA