A Sonny Colbrelli una bici speciale Merida con la pelle del cobra

L'azienda Merida ha voluto regalare al ciclista eroe della Parigi-Roubaix una moutain bike unica e personalizzata con cui divertirsi in queste settimane invernali sugli sterrati di casa

Sonny Colbrelli riceve la nuova mtb nella sede di Merida Italia (foto Merida)

Abbiamo ancora negli occhi le immagini indimenticabili dell'ultima, anomala ed epica Parigi-Roubaix. Con quel volto sfinito, incrostato dal fango, che alza al cielo la bici con cui ha appena tagliato il traguardo nel velodromo André-Pétrieux. Sonny Colbrelli, a cavallo della sua Merida Reacto CFC, ha scritto una pagina immortale nella storia del ciclismo. Ora, pochi giorni prima di Santa Lucia, la grande azienda taiwanese-tedesca omaggia il suo corridore con un dono speciale: una mountain bike pezzo unico, modello Ninety Six Rc con una speciale colorazione che richiama la pelle di un serpente, ispirata al celebre nickname di Colbrelli: il Cobra.

Colbrelli taglia il traguardo di Roubaix (foto Pauline Ballet / ASO)

Questa speciale bicicletta è stata consegnata l'altro ieri nella sede di Merida Italia a Reggio Emilia. Merida ha raccolto il desiderio di Colbrelli di possedere anche una moutain bike per alternare gli allenamenti su strada con quelli tra i boschi di casa, quelli che si affacciano sul lago di Garda. Un modo perfetto per recuperare mentalmente e variare gli allenamenti durante la stagione invernale. L'azienda ha così personalizzato una Ninety Six Rc, bici in carbonio e biammortizzata, con una colorazione nera e verde scuro, caratterizata da una trama a squame che ricordano la pelle del Cobra. "Davvero un dono inaspettato: - ha commentato Sonny Colbrelli - questo è un primo amore, perché ho iniziato a gareggiare proprio in questa disciplina, e ancor’oggi mi piace utilizzare la mountain bike durante l’inverno e con un gruppo di amici che conoscono i sentieri della zona abbiamo fatto persino l’attraversata da Salò a Riva del Garda, allenandoci duramente ma anche con un gran divertimento". Grande soddisfazione anche da parte del management di Merida Italia per questa visita prestigiosa. "Siamo estremamente orgogliosi che Sonny abbia vinto una gara così difficile come la Parigi Roubaix con una nostra bici Reacto, dimostrando da una parte la qualità della tecnologia Merida e dall’altra il valore della performance dell’atleta – ha commentato Paolo Fornaciari, amministratore delegato di Merida Italy – e questa mountain bike personalizzata rappresenta la nostra riconoscenza verso Colbrelli per quanto fatto in queste ultime stagioni".

1/3

Tra pochi giorni, il 12 dicembre, Colbrelli inizierà una settimana di ritiro a Calpe, nel sud della Spagna, insieme al team Bahrain Victorious. Seguiranno poi gli allenamenti post natalizi con Damiano Caruso e famiglie a Gran Canaria, in modo da riprendere gradualmente gli allenamenti in vista degli appuntamenti agonistici del 2022, tra i quali non potrà mancare la prossima Roubaix.

© RIPRODUZIONE RISERVATA