09 maggio 2003

Sportful-Castelli, è fusione

Sportful-Castelli, è fusione

Sportful-castelli, è fusione


Il mito del marchio dello Scorpione si arricchisce di un nuovo, interessante capitolo. Dal 1° maggio, infatti, la famiglia Cremonese e Marco Balzarini hanno costituito una società, la CST spa, licenziataria esclusiva in Italia e nel resto dell’Europa  per la produzione e la commercializzazione del leggendario marchio Scorpione-Castelli, azienda d’abbigliamento tecnico-sportivo che da sempre è leader nel mondo del ciclismo e punto di riferimento sia per professionisti che per semplici appassionati.

Il mito si rinnova, dunque, e trova nuova linfa per mantenere quella posizione di prestigio che ha sempre occupato, grazie all’intervento di Giordano Cremonese, Presidente della Manifattura Valcismon spa (marchio Sportful), e di Marco Balzarini, attualmente General manager della stessa azienda di Fonzaso. Sul piano prettamente sportivo, basti ricordare i trionfi olimpici e mondiali di Paola Pezzo nel Cross Country (MTB), di Silvio Martinello e degli altri azzurri (Pista) che, vestendo la maglia della Nazionale di ciclismo, sponsorizzata da Castelli, hanno fatto man bassa di titoli e allori dalle Olimpiadi di Atlanta (1996) in avanti. Ma il mito e i ricordi spaziano molto più in là poiché Castelli e quel suo marchio, lo Scorpione, è diventato un autentico cult per il mondo del ciclismo, ed ha fatto la storia di questo sport tanto da affermarsi come azienda di riferimento per ciascuno, uomo o donna,  dichiarato professionista o semplice cultore della pedalata.

Il mito dello Scorpione rinasce quindi anche nel segno della continuità. Dopo la scomparsa del suo creatore, Maurizio Castelli, il marchio era stato sostenuto e rilanciato strategicamente da Marco Balzarini, allora Amministratore delegato della azienda. Sotto la sua guida, lo Scorpione aveva trovato nuove vie e nuove affermazioni, passando nel breve periodo intercorrente dal ’95 al 2000, da un fatturato di soli 9 miliardi di lire ad un fatturato, inclusa la controllata USA, di ben 23 miliardi di lire.

Ora il mito dello Scorpione-Castelli, con un evidente bagaglio di successi alle spalle, è pronto per essere rinverdito, naturalmente con nuove strategie, programmi e prodotti dedicati e adeguati al Terzo Millennio, ma senza perdere quelle qualità e peculiarità che, sin dal suo nascere, lo hanno reso indiscusso leader.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA