09 March 2021

La tessera per il bikesharing di Milano diventa virtuale

Con la primavera le biciclette tornano a invadere le piste ciclabili di Milano. E il servizio Bikemi si rinnova.

Una nuova app e tanti servizi uitli per i ciclisti che aderiscono al sistema di bikesharing milanese BikeMi. Da oggi diventa più smart il servizio di prestito bici a stallo fisso (con stazioni), grazie alla quale sarà possibile prelevare le bici direttamente dallo smartphone senza necessariamente utilizzare la tessera, che comunque rimane attiva.

Dopo 4 giorni di stop al servizio, da oggi è partito anche il nuovo sito web, con una grafica rinnovata che offre in pochi click tutte le informazioni necessarie.

Arriva anche il sistema di messaggistica istantanea, disponibile su app e sito, per ricevere supporto e assistenza da parte del Customer Care.

"Siamo alla fine dell'inverno e in questi mesi la media giornaliera di biciclette che hanno percorso la tratta ciclabile Oberdan/Buenos Aires si è attestata su circa 5mila ciclisti - dichiara Marco Granelli, assessore alla Mobilità - segno che le due ruote sono oggi un mezzo di trasporto quotidiano per andare al lavoro, a scuola o fare commissioni. BikeMi è da tempo un alleato efficiente di queste abitudini: flessibile, veloce, ben distribuito e da oggi dotato di un sistema tecnologico che ne semplifica ancora di più l'utilizzo».

BikeMi è presente a Milano dal 2008 con 320 stazioni e una flotta che comprende 4.280 biciclette a pedalata muscolare e 1.150 a pedalata assistita, di cui 150 dotate di seggiolino per bambini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA