Torna la ciclostorica la Vinaria, percorsi e appuntamenti alla scoperta della provincia di Lucca

Durante la manifestazione si potrà anche andare alla scoperta di due centrali idroelettriche di pregio architettonico

foto da pagina facebook La Vinaria

"Storia, biciclette e vino". E' questo il tris proposto dalla manifestazione ciclostorica La Vinaria, che unisce appunto tradizione, ciclismo ed enogastronomia. Giunta alla sesta edizione, si svolgerà dal 19 al 21 agosto nel territorio di Lucca, in Toscana, e vede la collaborazione anche con Enel. Prende il nome da “La Via Vinaria”, una manifestazione vinicola che vede l’apertura delle fattorie per la degustazione del vino. E' aperta a tutti, ma si partecipa con bici da corsa antecedente al 1987 che abbia puntali e cinghietti, filo dei freni esterni al manubrio e leve del cambio sul tubo obliquo; l’abbigliamento, ovviamente, deve essere consono alla manifestazione.

Si inizia venerdì 19 con l'apertura dei mercatini vintage di Marlia, frazione del comune di Capannori, in provincia di Lucca. Nel pomeriggio ci sarà la rivisitazione della storica corsa del ciclismo amatoriale sul percorso chiamato Parigi lungo le salite di Segromigno, altra frazione di Capannori. Sabato invece sarà la volta di una novità: una pedalata con ebike organizzata con Enel Green Power: il percorso seguirà la dorsale del Brennero e porterà i partecipanti a visitare le centrali idroelettriche di Pian della Rocca e Vinchiana, due impianti di pregio anche architettonico, per poi fermarsi alla sagra Arca di Noè a Segromigno in Monte. Sabato pomeriggio La Vinaria vedrà protagoniste anche le auto, con una mostra d'epoca.

La corsa regina, La Vinaria vera e propria, si svolgerà domenica 21, dalle 8,30 con partenza dal mercato storico di Marlia. Tre i percorsi previsti: il primo pianeggiante di 17 chilometri, pensato soprattutto per le famiglie; il secondo è il "divino" con scorci panoramici e punti di ristoro di 48 chilometri; il terzo infine è l'"intrepido" con un sentiero di 79 chilometri per chi non teme le salite e punta a godersi la vista mozzafiato dalla montagna.

Questa ciclostorica – ha detto l’assessore allo sport del comune di Capannori Lucia Micheli – coniuga tre aspetti meravigliosi: il richiamo all’applicazione e alla fatica dello sport, la valorizzazione del nostro patrimonio eno gastronomico ma anche e soprattutto la promozione del nostro territorio, testimoniata dalla crescente partecipazione di appassionati stranieri“. "L'obiettivo di questi incontri- ha aggiunto il responsabile comunicale di Enel Umbria Toscana, Riccardo Clementi - risiede nel recupero di una saggezza che sappia ispirare una nuova visione anche rispetto alle sempre più impellenti istanze di sostenibilità".

La Vinaria è organizzata dal G.S. Cicli Carube con il patrocinio dei comuni di Capannori, Porcari, Lucca e l’Opera delle Mura di Lucca: i percorsi, infatti, oltre che nelle vigne, transitano sulle monumentali e storiche “Mura di Lucca”. Info e prenotazioni su lavinaria.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA