Torna la sfida invernale più a Sud d'Europa: iscrizioni aperte per la Sila3Vette

Una gara avventurosa in fat bike, con un'ampia scelta di distanze, su percorsi che consentono di vivere un'esperienza a contatto con la natura incontaminata dell'Italia meridionale.

Crediti foto: Sila3Vette

E' il raid invernale più a sud d'Europa. E basta dare un'occhiata all'attrezzatura obbligatoria per capire che, anche se a sud, con quell'ambiente non si scherza: lampada frontale, e un'altra di scorta, luce rossa intermittente da avere sullo zaino, adesivi catarifrangenti, fischietto, bussola analogica, telo termico, ramponcini, buste di plastica da usare per i guadi, per le gare più lunghe un sacco a pelo con zona di confort a -10 gradi, per citarne solo alcuni. Si tratta della Sila3Vette, confermata anche per il 2022, un evento che si articola complessivamente su 4 giorni di gara, in programma dal 24 al 27 febbraio, con partenza da Camigliatello Silano. Protagonista assoluto è l'ambiente della Sila in Calabria, altopiano aspro e selvaggio, che ricorda quasi il nord Europa, con la sua natura incontaminata, fatta di cime montuose, boschi, bacini artificiali e popolata anche da lupi. Il raid è percorribile non solo in bicicletta (consigliate le fat bike, sono ammesse anche mtb con ruote plus, dette anche "semi fat"), ma anche a piedi o con gli sci. Gran parte del percorso si svolge tra i 1400 e i 1900 metri in zone innevate.

Crediti foto: Sila3Vette

Molto varia l'offerta di percorsi: si va da quello più tranquillo e facile da correre in mezzo ai boschi insieme al proprio amico a quattro zampe, alla OVS 1947 di 140 km e 5500 metri di dislivello, che attraversa i villagi sorti proprio nel 1947 e che oggi sono in totale abbandono e con il suo passaggio la gara vuole puntare i riflettori anche a questo tema. Novità di quest'anno è un percorso ancora più lungo di 250 km e 8500 metri di dislivello: per la prima volta una competizione sportiva unirà la Sila Grande, nella provincia cosentina, a quella Piccola, nel catanzarese. Un percorso che è stato chiamato Aria, perché attraversa territori ritenuti con l'aria più pulita di tutta Europa. Altre distanze possibili saranno la 40 e l'80 km con rispettivamente 1250 e 2600 metri di dislivello. Nel regolamento, è scritto molto chiaramente che "non bisogna sottavalutare che si tratta di competizioni nella neve all'interno di boschi e zone che durante il periodo invernale restano incontaminate. Pertanto la Sila3Vette è una gara di avventura e si affronta con lo spirito che contraddistingue tali discipline in stretto contatto con solitudine e natura". Per i meno allenati, c'è comunque la distanza abbordabile di 21 km e 680 metri di dislivello della gara Tourist. Le iscrizioni sono già in corso e in 8 hanno già accettato l’invito per la 250 km, mentre in totale sono oltre 110 gli iscritti, un numero destinato a lievitare durante le feste natalizie. Le quote di adesione sono le seguenti: 350 euro per la 250 km; 250 euro per la 140 km; 200 euro per l’Ultra di 80 km; 130 per la 40 km e 60 euro per la 21 km. Info: Asd Tmc360 Sport, tel. 0984.1862770, http://sila3vette.com. In Calabria è già tutto pronto, nei prossimi giorni sarà testata la traccia GPS per il percorso lungo che verrà fornita a tutti i partecipanti.

Sotto un video che racconta la Sila3Vette, realizzato per il canale Icarus Ultra di Sky:

© RIPRODUZIONE RISERVATA