10 July 2024

Tour de France - tappa 10: finalmente Philipsen

È arrivato il giorno di Jasper Philipsen (Alpecin – Deceuninck): il compagno di squadra, Mathieu Van der Poel, campione del mondo, gli ha servito la volata vincente. Secondo Biniam Girmay (Intermarche-Wanty), terzo Pascal Ackermann (Israel-Premier Tech)

1/9

Altra tappa "di trasferimento" (187,3 km) in cui si è deciso tutto alla fine, neppure i venti hanno movimentato più di tanto il gruppo, arrivato a Saint-Amand-Montrond compatto. Lo sprint finale era apertissimo finché Mathieu van der Poel non ha preso in mano la situazione per lanciare Jasper Philipsen alla sua prima vittoria in questa edizione del Tour (la settima se si considerano anche le precedenti). Primo trionfo anche per la Alpecin – Deceuninck, dopo i due secondi posti conquistati nella prima settimana. Il belga è salito sul gradino più alto del podio della Grande Boucle quasi un anno dopo la sua ultima (12 luglio 2023, a Moulins) e sempre con il pettorale 106 appuntato sulla schiena. MVDP ha accelerato da 46,7 km/h a 67,5 km/h e Philipsen ha raggiunto i 71,9 km/h negli ultimi 50 metri. “La prima settimana - ha dichiarato il campione del mondo - è sempre molto difficile, ora non direi che diventa più facile ma sicuramente il gruppo tende a stancarsi ed è più facile fare la differenza. Oggi eravamo tutti motivati, sapevamo che non avremmo avuto molte altre occasioni in questo Tour... A Jasper non ho detto molto, solo di non dubitare di sé e di iniziare lo sprint al momento giusto. Credo che nella tappa in cui è stato declassato e in cui ha vinto Groenewegen il treno sia stato perfetto, ma è stato lui a dubitare troppo”. Dietro di lui un solidissimo Biniam Girmay, l'unico ciclista, per ora, a bissare la vittoria oltre a conservare per il 6° giorno la maglia verde. Ancora nessuna gratificazione per Wout van Aert che, secondo dei rumours, potrebbe mollare il Tour per salvare le Olimpiadi. Su dieci tappe, questa è la quinta con volata di gruppo e con altimetrie irrilevanti (hanno fatto eccezione la Grand Départ italiana e la Pinerolo-Valloire con la scalata del Galibier). Dal punto di vista dello spettacolo non è stato il massimo: gli uomini di classifica si sono "contenuti", anche troppo e, al di là delle accuse sollevate da Remco Evenepoel e Tadej Pogacar sulla tattica difensivista della Visma Lease a Bike, va detto che l'idea degli organizzatori di concentrare nella prima fase di gara le tappe da velocisti l'ha resa meno avvincente. Il Giro, sotto questo aspetto, è stato molto più coinvolgente.

1/6
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Una Cargo Gang alla conquista del Colle del Nivolet

26 June 2024

Giordania: il Wadi Rum in bici? Un'esperienza mistica

17 June 2024

Wikiloc lancia due nuove funzioni: Route Planner e Mappe 3D

16 June 2024

BikeUp Torino: una grande occasione di vivere l'elettrico (Anello di Superga compreso!)

07 June 2024

Raccontaci il tuo BAM! e vinci la coppia di borse GIVI-Bike Junter con cui Giulia Baroncini ha affrontato la sua Milano-Chicago

06 June 2024

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno torna, a Mantova, BAM!, il più grande raduno europeo di viaggiatori in bici

04 June 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - episodio tre

17 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio due

07 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio uno

03 May 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 3

27 April 2024

Tutto Salute