Tour de France - tappa 5: appuntamento con la Storia

Mark Cavendish (Astana, Qazaqstan) nella 5^ tappa, da Chateauroux a Saint-Vulbas, è riuscito a conquistare la sua 35esima vittoria di tappa al Tour superando il grande Eddy Merckx. Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) rimane in Maglia Gialla e in cima alla classifica generale

1/22

"Ho dato la mia vita per questa corsa e questa corsa mi ha dato la vita. 35. Non so che dire. Tranne grazie... Grazie a chiunque abbia avuto una parte in tutto ciò, grande o piccola che sia...". Così scrive Cannonball sul suo profilo Instagram. Tra i tanti accorati commenti c'è quello dell'eterno rivale, Eddy Merckx, ormai 79enne: "I record son fatti per essere battuti", e quello del 24enne Tom Pidcock: "Dal tornare a casa da scuola per vederti vincere in TV a viverlo oggi in prima persona. Stimolante come sempre. Chapeau". Sir Mark Cavendish è un idolo per tante generazioni e, oltre ad essere il vincitore di tappa più prolifico del Tour, dall'alto dei suoi 39 anni, è anche il secondo più "maturo" della Storia (dietro a Pino Cerami, che vinse a Pau nel 1963, a 41 anni). La rivincita dei senior si è concretizzata il giorno dopo che Tadej Pogacar, Remco Evenepoel e Juan Ayuso hanno registrato la top 3 più giovane in una tappa di montagna di questo secolo. Tutti speravano in un successo del ciclista dell'Isola di Man ma quanti ci credevano, viste le difficoltà dei primi giorni? L'attesa volata è arrivata dopo una frazione affrontata dal gruppo a ritmi piuttosto rilassati per via del vento laterale, delle strade bagnate ma anche delle fatiche del Galibier e ha visto il Cav dribblare i più forti e ben più giovani velocisti del momento: Jasper Philipsen (Alpecin-Deceuninck), del quale ha sfruttato al meglio la scia, Alexander Kristoff (Uno-X), Fabio Jakobsen (Team dsm-firmenich PostNL), Arnaud de Lie (Lotto-dstny). MVDP, impegnato a fare l'ultimo uomo a favore del suo compagno di squadra, Jasper Disaster, sembrava avere la posizione migliore per lo sprint, ma Cavendish ha tirato fuori la sua innata capacità di fiutare nel finale la giusta posizione di caccia. Il campione inglese è passato da 66,2 a 69,4 km/h negli ultimi 200 metri; Biniam Girmay raggiungeva i 69,7 km/h senza riuscire a finalizzare, ma conquistando la maglia verde e diventando il primo corridore africano a guidare la classifica a punti della corsa gialla. Nel frattempo, Mads Pedersen, viaggiando a 62,4 km/h, cadeva poco prima del traguardo per essersi spinto troppo sulle transenne; per fortuna non ha riportato nessuna frattura ed è ripartito il giorno dopo. Nel Tour dello scorso anno Cavendish, invece, esattamente nell'ottava tappa, quando mancavano 60 km all'arrivo al Limoges, si ruppe una clavicola per una caduta banale e fu costretto a ritirarsi. Il suo umore era ai minimi storici: il "progetto 35" sfumava e già qualche mese prima al Giro aveva annunciato che quella sarebbe stata la sua ultima stagione. Succedeva esattamente un anno fa e ora stiamo qui a festeggiare. Aveva deciso di appendere la bici al chiodo, invece quel numero 35 gli rodeva troppo, ha così passato un altro anno ad allenarsi e a soffrire per non perdere quell'appuntamento con la Storia. Sono passate 16 primavere dalla sua prima vittoria alla Grande Boucle e dal commento impietoso del quotidiano sportivo francese Equipe: "È basso e tozzo... viene dal calcio, dalla bmx... vediamo cosa saprà combinare".

Oggi con 55 vittorie di tappa nei Grandi Giri (35 al Tour, 17 al Giro, 3 alla Vuelta), Mark Cavendish ha il terzo bottino più ricco di sempre, dietro a Eddy Merckx, con un totale di 65 (34, 25 e 6), e Mario Cipollini, 57 (12, 42 e 3).

L'Astana Qazaqstan ha ammesso che guidare Cavendish verso il record era la loro principale ambizione della stagione.

1/6
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo

Una Cargo Gang alla conquista del Colle del Nivolet

26 June 2024

Giordania: il Wadi Rum in bici? Un'esperienza mistica

17 June 2024

Wikiloc lancia due nuove funzioni: Route Planner e Mappe 3D

16 June 2024

BikeUp Torino: una grande occasione di vivere l'elettrico (Anello di Superga compreso!)

07 June 2024

Raccontaci il tuo BAM! e vinci la coppia di borse GIVI-Bike Junter con cui Giulia Baroncini ha affrontato la sua Milano-Chicago

06 June 2024

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno torna, a Mantova, BAM!, il più grande raduno europeo di viaggiatori in bici

04 June 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - episodio tre

17 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio due

07 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio uno

03 May 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 3

27 April 2024

Tutto Salute