20 febbraio 2013

Un italiano vince lo Yukon Artic ultra

L’avvocato bresciano Aldo Mazzocchi primo in Alaska al traguardo della Yukon Artic ultra, la gara più fredda del mondo: 700 chilometri fra i ghiacci dell’artico, da Whitehorse a Dowson city, in Canada

Un italiano vince lo yukon artic ultra

Spettacolare l’impresa dell’avvocato bresciano Aldo Mazzocchi, che il 13 febbraio ha tagliato per primo il traguardo dell Yukon Artic Ultra, a buon diritto ritenuta la gara più fredda del mondo.

700 chilometri fra i ghiacci dell’artico, da Whitehorse a Dowson city nello Yukon territory in Canada, in sella alla sua fat bike, da percorrere nel minor tempo possibile. Una sfida prima di tutto con se stessi e con la propria resistenza, da affrontare in autosufficienza, sciogliendo la neve per dissetarsi e dormendo sotto le stelle, a -40°C.

Credere nelle sfide impossibili fa parte del Dna di Dryarn. Nata ormai più di 10 anni fa nei laboratori di ricerca e sviluppo di Aquafil per supportare gli atleti nella loro attività sportiva, Dryarn ha delle caratteristiche intrinseche che la rendono una fibra unica e un’alleata vincente e negli ultimi anni moltissimi atleti hanno gareggiato, e vinto, in Dryarn. In partnership con tanti marchi dello sportswear, Dryarn è salita tante volte sul gradino più alto del podio, ma ci sono imprese che più di altre hanno fatto la storia del brand.

Dryarn aveva già accompagnato Aldo Mazzocchi in altre imprese straordinarie. Nel 2008 era con lui in Australia, 4.667 chilometri coast to coast, attraverso l’Australia, in sella ad un mountain bike, e nel 2010 sul fiume Niger, dove Aldo ha colmato una distanza di 1.800 chilometri a bordo della sua canoa, dalla Guinea al Niger, attraversando il Mali. Ha scelto di indossare ancora una volta Dryarn perché già nelle sue precedenti imprese si era rivelata confortevole, grazie alla sua rapida capacità di asciugatura e all’elevata termoregolazione che permette di tutelare il corpo dagli sbalzi termici. Partner di Dryarn Sixs, il brand che ha realizzato ad hoc per Aldo l’equipaggiamento.

Per info: www.dryarn.com, www.sixs.biz

© RIPRODUZIONE RISERVATA