a cura della Redazione
02 September 2022

Val di Sole, assegnata la Coppa nello Short Track, Braidot conquista la prima linea per la finale XCO

Prima grande giornata di gare in Val di Sole, dove nel weekend si svolgono le finali di Coppa del Mondo di MTB. I francesi Carod e Ferrand-Prèvot dominano lo Short Track, ma sono Hatherly e Keller ad aggiudicarsi il primo titolo di specialità. L'azzurro Braidot, terzo, conquista un ottimo piazzamento per la finale di domenica

Grazie a un ottimo terzo posto nell'XCC, Luca Braidot partirà davanti nelle finali di XCO (foto di Lorenzo Scarpellini)

La Val di Sole inizia a brulicare di persone, tifosi e appassionati arrivati per godersi il grande weekend dedicato ai più forti specialisti delle ruote grasse.

A Daolasa di Commenzadura, in Trentino, nella cornice di uno dei più importanti eventi della stagione, il gran finale della Coppa del Mondo di mtb, è stato assegnato venerdì il primo trofeo, quello nella disciplina Short Track, che è non solo la prima Coppa del Mondo di questa edizione, ma anche la prima nella storia di questa specialità. Il gradino più alto del podio della gara, tutto francese, l’hanno conquistato Tituan Carod e Pauline Ferrand-Prèvot, mentre il sudafricano Alan Hatherly e la svizzera Alessandra Keller hanno trionfato nella classifica generale, aggiudicandosi l’ambita coppa. Questa prima gara, infatti, era importante anche per il piazzamento nella gara di domenica, quella di Cross Country.

La svizzera Alessandra Keller ha vinto la prima Coppa del Mondo nella storia dello Short Track (foto di Lorenzo Scarpellini)

Tra gli atleti più attesi, non ha deluso l’azzurro Luca Braidot, arrivato terzo nello Short Track, davanti al Re Nino Schurter, reduce da un strepitoso titolo iridato a Les Gets. Bradot, secondo in classifica generale, domenica partirà quindi in prima fila, con tutte le possibilità per dire la sua e – chissà – compiere l’impresa.

Per quanto riguarda le donne, Martina Berta è arrivata sesta nello Short Track, mentre Eleonora Farina e Veronica Widmann si sono posizionate rispettivamente terza e settima nelle qualificazioni di Downhill in vista della prova di sabato, dominate dall'austriaca Valentina Höll. Anche nelle qualificazioni maschili di DH ha primeggiato un austriaco, Andreas Kolb, davanti al francese Louis Vergier e allo statunitense Dakotah Norton. Tra gli italiani solo Stefano Introzzi è riuscito a guadagnarsi un posto per le finali, dopo il forfait di Loris Revelli e Davide Palazzari.

La campionessa italiana Veronika Widman durante le qualificazioni di DH (foto Lorenzo Scarpellini)

Ad assistere e premiare questi primi vincitori, c’erano alcuni ospiti istituzionali arrivati in Val di sole per l’occasione: la Sottosegretaria di Stato allo Sport Valentina Vezzali, il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti e l’Assessore provinciale al Turismo e allo Sport Roberto Failoni.

"Sono contenta di essere in Val di Sole per un evento legato allo sport, che ho l'onore di rappresentare in Italia. Attraverso gli eventi sportivi possiamo promuovere il territorio e la conoscenza delle nostre bellezze. La Val di Sole è una location bellissima, quest'oggi ho visto una gara incredibile, la Mountain Bike è uno sport fantastico ma tutti gli sport visti con le loro specificità regalano grandi emozioni", ha detto la Sottosegretaria di Stato con Delega allo Sport Valentina Vezzali.

Il Presidente di APT Val di Sole e Grandi Eventi Val di Sole Luciano Rizzi, l'Assessore al Turismo e allo Sport della Provincia di Trento Roberto Failoni, la Sottosegretaria di Stato con Delega allo Sport Valentina Vezzali, il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti e il Presidente di Trentino Marketing Gianni Battaiola (Credits: Michele Mondini).

La Sottosegretaria di Stato allo Sport Valentina Vezzali premia Jolanda Neff sul podio dello Short Track (Credits: Michele Mondini)

Pochi giorni fa il Trentino è stato incoronato territorio con il più alto tasso di vocazione sportiva da Il Sole 24 Ore”, ricorda il presidente della Provincia Autonoma di Trento, Maurizio Fugatti. “Un riconoscimento figlio della capacità di essere attrattivo per grandi eventi di tutte le discipline: quelle invernali, ovviamente. Ma anche molte di quelle estive: ciclismo, calcio, basket, pallavolo, sport per bambini e per disabili. Non credo ci sia quindi territorio più adatto e felice di ospitare la tappa finale della Coppa del Mondo MTB”.

“Aver potuto ospitare la tappa finale della Coppa del mondo di mountain bike è ovviamente motivo di orgoglio per la Val di Sole e per tutto il Trentino. Dimostra l'importanza degli investimenti fatti per ampliare l'offerta turistica, dotando il nostro territorio di tutte quelle infrastrutture necessarie per accogliere al meglio gli amanti di tutte le discipline ciclistiche. Piste ciclabili, una capillare rete di officine per l'assistenza ciclisti e hotel bike friendly, treni ad accesso libero per le bici, cabinovie estive per raggiungere i percorsi MTB. Tanti tasselli di una progettualità che poi viene premiata da eventi come quello di oggi”, ha commentato l’Assessore al Turismo e allo Sport della Provincia Autonoma di Trento Roberto Failoni.

foto di Lorenzo Scarpellini

Infine, in questa giornata piena di passione offroad, in Val di Sole è arrivato un annuncio che scuote molti appassionati. L'atleta italiano Gerhard Kerschbaumer ha annunciato che, dopo le finali solandre, smetterà con il ciclismo. A soli 31 anni. "E' giunto il momento dell'addio. Si chiude la mia carriera come mountain biker professionista di cross country - ha scritto sui social - Avevo undici anni quando ho partecipato alla mia prima gara e ora, venti anni dopo, avrò la mia gara finale in Val di Sole. Ho avuto una carriera di successo, - ha precisato il biker trentino - ma ora le priorità nella mia vita sono cambiate. Sono marito e padre di due splendidi figli, e questo implica per me un cambiamento di attenzione sulla mia famiglia. Voglio vedere i miei figli crescere e fare esperienze di vita con loro più profondamente".

IL PROGRAMMA DEL GRAN FINALE DI COPPA DEL MONDO

Sabato 3 settembre
• 09.45: Downhill Uomini JR
• 10.30: Downhill Donne JR
• 12.30: Downhill Donne Elite
• 13.30: Downhill Uomini Elite
• 17.15: Giant Mini World Cup
• 20.45: 4X Pro Tour

Domenica 4 settembre
• 08.30: Cross Country Donne U23
• 10.15: Cross Country Uomini U23
• 12.20: Cross Country Donne Elite
• 14.50: Cross Country Uomini Elite

© RIPRODUZIONE RISERVATA