Gran Premio Selle Italia, che festa!

Vincent Baestaens ed Eva Lechner trionfano a Rossano Veneto. Gioele Bertolinii e Alice Maria Arzuffi vestono le maglie rosa Open. Tante emozioni nella terza tappa del Giro d’Italia Ciclocross

Gran premio selle italia, che festa!

Rossano Veneto ha ospitato il Gran Premio Selle Italia. Si sono presentati in circa 500 per sfidarsi lungo il tracciato di circa 3 km organizzato dall’Asd Romano Scotti, à organizzatrice dell’intera corsa a tappe internazionale. L’evento è stato fortemente voluto dalla famiglia Bigolin, titolare di Selle Italia, azienda che ha la propria sede storica nella località veneta e che da tanti anni sostiene il movimento del ciclocross internazionale.

Alla sfida di Rossano Veneto è mancato, all’ultimo momento, Marco Aurelio Fontana: il corridore della Canondale Factory Team ha dovuto rinunciare a causa di un attacco influenzale che lo ha colpito nella mattinata.

 

Grande lotta nel gruppo di testa

La prova degli Uomini Open è iniziata con una grande lotta nel gruppo di testa, dove Gioele Bertolini (Selle Italia Guerciotti Elite) ha cercato di guadagnare vantaggio fin dalle battute iniziali: con il passare dei metri, però, la maglia rosa ha dovuto confrontarsi con Vincent Baestaens (BKCP-Powerplus) e Jens Vandekinderen (Telnet Fidea), che lo hanno agganciato dopo circa 20 minuti di gara. Baestaens ha poi allungato su tutti gli altri, mentre Bertolini è rimasto con Vandekinderen, il quale si è però in seguito involato per raggiungere il leader della corsa. All’ultimo giro i due corridori restano appaiati, ma con un forcing finale Vincent Baestaens, corridore belga, riesce a portare a casa la vittoria. Al terzo posto si piazza Gioele Bertolini, che manca il tris di vittorie ma che è sempre più maglia rosa del GIC; quarto posto per Radomir Simunek (Kwadro-Stannah) e quinto per Enrico Franzoi (Smp-Essegi2), che ha trascorso tutta la gara ad inseguire. La maglia bianca resta sulle spalle di Gioele Bertolini, ma continuerà ad essere vestita da Nadir Colledani (Trentino Rosa Anima Nera).

 

La competizione femminile

La gara Donne Open ha visto un lunghissimo duello tra Eva Lechner (Esercito-Colnago) e Alice Maria Arzuffi (Selle Italia Guerciotti); all’inizio le due sono state tallonate da Elena Valentini (Selle Italia Guerciotti), ma con il passare del tempo l’altoatesina e la lombarda si sono avvantaggiate, prendendo il largo su tutte le inseguitrici. Chiara Teocchi (I.idrodrain Bianchi), che era partita con la maglia rosa, è apparsa in difficoltà dopo i primi giri e ha condotto la gara cercando di non restare troppo indietro. Il duello Arzuffi-Lechner si risolve a beneficio di quest’ultima solo agli ultimi metri, ma la Arzuffi conquista la maglia rosa che aveva già indossato dopo la tappa di Fiuggi. Sul podio sale Anna Oberparleiter (Carraro Team Trentino), mentre la Valentini resta giù dal podio davanti alla Teocchi, quinta. Mantiene la maglia bianca Alice Torcianti (Superbike Team).

 

Tra gli juniores un bel duello

Nella prova Juniores Jakob Dorigoni (Cadrezzate-Guerciotti) e Stefano Sala (Selle Italia Guerciotti) hanno dato vita a un bellissimo duello, molto incerto fino alle fasi finali di gara. I due sono riusciti a prendere vantaggio su Giorgio Rossi (I.idrodrain Bianchi), il quale ha condotto una gara regolare mantenendosi in terza posizione. Il duello tra i due di testa si è risolto solo agli ultimi metri, con lo sprint di Dorigoni che supera la maglia rosa, ancora leader della generale.

 

Zana vince tra gli Allievi

Tra gli Allievi il successo è andato a Filippo Zana (Autozai), che grazie a un forcing nel finale ha alzato le braccia al cielo all’arrivo. Samuele Carpene (Off. Alberti) si è piazzato in seconda posizione davanti a Lorenzo Calloni (Cadrezzate Guerciotti), che mantiene la leadership della generale. Sara Casasola (Trentino Rosa Anima Nera) cala invece il tris di vittorie in questa settima edizione del GIC: il trionfo è arrivato davanti a Nicole Fede (Iaccobike Cadrezzate) e a Francesca Baroni (Melavi’ Focus Bike).

Per le classifiche clicca qui.http://www.ciclocrossroma.it/wordpress/?page_id=326

© RIPRODUZIONE RISERVATA