Statistiche web
di DaBike
16 January 2024

Bici fatte ad arte: dalle sofisticate livree del World Tour ai percorsi "creativi" fatti con Strava

La bici insegue l'arte in tanti modi: attraverso sfarzose livree (come la Colnago Gioiello), ma anche disegnando tracce GPS i cui contorni danno forma a dei capolavori "stradali" (Gary Cordery fa scuola). Qualche esempio di bizzaria a pedali...

La Cannondale nei colori del Tour De Tietema Team.

Realizzare un telaio omologabile di per sé risulta già una vera e propria forma d’arte, con regole e schemi ben precisi da rispettare a cui fare riferimento. A telaio terminato, poiu, si passa alla fase di verniciatura che prevede livree sempre più sgargianti. Pensiamo alla colorazione cangiante del Lidl-Trek Team o a quella marmorea dell’Astana Qazaqstan Team, oppure ancora non potrà passare inosservata quella proposta da Cannondale che con la EF Education-EasyPost ed ora anche con la neo nata squadra Continental TDT-Unibet ci ha abituati a livree variopinte. Anche per celebrare le incoronazioni di campione nazionale ed europeo sono realizzate grafiche speciali, e lo stesso vale per le iconiche fasce arcobaleno attribuite al campione del mondo o gli inserti color oro per il campione olimpico. Per un perfetto abbinamento, le biciclette riprendono anche i colori delle maglie indossate dai leader di classifica durante i grandi giri. Bicicletta rosa per il leader del Giro d’Italia, gialla per il Tour, a pois per il miglior scalatore sempre al tour, rossa per il leader della vuelta e così per ogni classifica prevista.

La Cannondale versione oro olimpico.

Non di sola vernice brillano i capolavori del World Tour. Per esempio gli artigiani italiani di Gara+, hanno realizzato due esemplari unici Oblivion e Obsession, entrambi aventi veri diamanti incastonati fra le trame della fibra di carbonio. Colnago con la Gioiello ha realizzato in 50 esemplari il proprio modello C68 che celebra l'eleganza del Made in Italy applicato nel ciclismo. Al colore nero opaco di fondo, sono stati accostati strati in foglia d’oro. Similare lo stile di Pedemonte, che con le sue 5 Rhinoceros Exclusive edition, abbonda di preziosismi: oltre al rivestimento aureo, grafica damascata e manubrio con un mix di pelle ed alcantara con cuciture a vista.

La bellissima colnago Gioiello.

Ma la bicicletta non resta solamente un telaio da dipingere ed impreziosire, bensì anche uno strumento con cui creare arte. La popolare app di fitness Strava che permette di salvare uno storico di tutte le nostre attività sportive (in questo caso parliamo di pedalate), tiene anche traccia del percorso affrontato. Questa funzione ha dato la possibilità ad alcuni ciclisti di cimentarsi in percorsi strategicamente pianificati che, a fine "giro", hanno dato vita ad un disegno. Gary Cordery ha sfruttato questo trend per creare il sito Strav.art sul quale è possibile da parte di ogni utente caricare la propria opera d’arte gps. le tracce sono veramente infinite e dalle più disparate forme tanto che gary le raggruppa per categoria: troviamo ad esempio dinosauri, mezzi di trasporto, animali o addirittura scritte. Si differenziano anche per estensione, tanto che nel corso del 2023 sono stati realizzate due opere certificate e premiate come Guinness World Record. Per la categoria di “disegno GPS più esteso realizzato in bici (categoria individuale)” abbiamo David Schweikert che, in Nebraska, negli Stati Uniti, ha realizzato una croce percorrendo 1.581,24 km in 7 giorni. "La mia speranza con questa pedalata e con questo disegno a forma di croce, è di riuscire a diffondere ideali di amore, sacrificio, dedizione verso il prossimo e speranza."

Il messaggio di David è stato accompagnato concretamente da una campagna di raccolta fondi devoluta a World Bicycle Relief, organizzazione internazionale che agisce prevalentemente nei Paesi in via di sviluppo e che ambisce a promuovere lo sviluppo di queste realtà tramite l’uso delle bicicletta come mezzo di trasporto, distribuendole tra la popolazione. Mentre vincitore del “disegno GPS più esteso realizzato in bici (categoria squadra)” è la coppia francese padre e figlia Frédéric and Mathilde de Lanouvelle che in tandem hanno percorso 2.162 km in 16 giorni per dare forma ad un enorme cuore. La scelta non è stata fatta casualmente ma a sostegno dell’associazione Mécénat Chirurgie Cardiaque, che salva bambini con malformazioni cardiache in quelle zone del mondo dove la mancanza di risorse economiche lo impedisce. La coppia, con questa pedalata, è riuscita a raccogliere più di 26.000 euro a beneficio dell’organizzazione, sufficienti a curare 2 bambini.

Per vedere il risultato di queste opere sono stati necessari lunghi mesi di allenamento e preparazione, ma sicuramente resteranno dei capolavori di solidarietà.

1/3

Per celebrare il trentennale della caduta del muro di Berlino, su commissione di Strava, sito web che permette agli utenti di tracciare e condividere i propri percorsi utilizzando il GPS, l'artista londinese Gary Cordery ha riprodotto, percorrendo in bici le vie della città, il celebre bacio del 1979 tra il leader sovietico, Leonid Brezhnev, e quello della Germania dell’Est, Erich Honecker. Per raggiungere l'obiettivo, Cordery ci ha messo tre giorni, ha percorso una distanza di 224,69 chilometri ed è stato in movimento per oltre 15 ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Le ultime News
Il Turismo
Tutto Salute