Giovanni Magazzù: le acrobazie di un aspirante pro - Episodio 3

Giovanni Magazzù: le acrobazie di un aspirante pro - Episodio 3

La Brianza è il terreno di caccia ideale per chi vuole fare tante salite a pochi chilometri da Milano. Giovanni l'affronta tutti i giorni, mostrando un'abnegazione incredibile, ma la sua spiegazione è semplice: pedalare lo rende felice

Svitol Bike all'Eroica Caffè:  Ivan Basso racconta l'arte della manutenzione della bici... e di una squadra vincente

Svitol Bike all'Eroica Caffè: Ivan Basso racconta l'arte della manutenzione della bici... e di una squadra vincente

Ieri all'Eroica Caffè Milano, Il team manager del Team Polti Kometa, vincitore di due edizioni del Giro d'Italia (2006-2010), ha ricordato come è nata la bici Aurum realizzata insieme ad Alberto Contadar e come è cresciuta la squadra che ha acceso il nostro entusiasmo durante la Corsa Rosa. Ma è stata anche l'occasione per sottolineare l'importanza della cura del proprio mezzo

I campioni di F1 e MotoGP stregati dalla bici

I campioni di F1 e MotoGP stregati dalla bici

Il pilota finlandese della Sauber Valtteri Bottas ha da tempo preso sul serio la sua passione per il gravel; il campione spagnolo della MotoGP Aleix Espargarò del team Aprilia Racing ama competere anche in sella a bici da strada e mtb. Maveric Viñales addirittura si cimenta nel triathlon... fior fiore di personaggi sportivi trovano nella bici un ulteriore modo di mettersi alla prova e soddisfare la loro irrefrenabile voglia di vincere

Giro Next Gen: dal 9 al 16 giugno riflettori puntati sulle giovani promesse

Giro Next Gen: dal 9 al 16 giugno riflettori puntati sulle giovani promesse

Giro d’Italia dilettanti, Baby Giro, Girobio, Giro d’Italia Giovani... ed ora Giro Next Gen. Tanti sono i nomi che dal 1970 si sono succeduti per identificare l’evento nostrano dedicato ai migliori ciclisti a livello mondiale della categoria Under 23. Partenza prevista per domani da Aosta

Giovanni Magazzù: le acrobazie di un aspirante pro - Episodio 2

Giovanni Magazzù: le acrobazie di un aspirante pro - Episodio 2

Come ci si allena in bici a Milano, che in teoria è tutta piatta? Si sa che un allenamento valido prevede anche tanta salita. Beh, i casi sono due: salite artificiali o salite naturali non troppo lontane dalla città. Iniziamo con le prime. Ma in questo secondo appuntamento con la vita di Giovanni parliamo anche delle sue bici e dei suoi idoli

WES (World E-Bike Series): in Trentino doppietta del francese Gilloux  e vittoria della tedesca Wiedenroth e della svizzera Schneitter rispettivamente  in gara 1 e 2

WES (World E-Bike Series): in Trentino doppietta del francese Gilloux e vittoria della tedesca Wiedenroth e della svizzera Schneitter rispettivamente in gara 1 e 2

Prima tappa della Coppa del Mondo UCI dedicata alle bici elettriche nella specialità Cross-Country, svoltasi nel crossodromo “Il Ciclamino” a Pietramurata (TN) ha visto sfidarsi in gara 1 e gara 2 femminili Nathalie Schneitter, Anna Spielmann e Sofia Wiedenroth; in quelle maschili Jérôme Gilloux, Joris Ryf e il nostro Mirko Tabacchi


Giovanni Magazzù: le acrobazie di un aspirante pro - Episodio 1

Giovanni Magazzù: le acrobazie di un aspirante pro - Episodio 1

Ѐ più difficile vincere una volata o studiare e fare i compiti stando in piedi in metropolitana? Abbiamo seguito un giorno della vita di un diciottenne di Milano che, fin da piccolo, sogna di partecipare al Giro d'Italia, ma vuole arrivarci senza abbandonare la scuola

Le imprese di Jonny, il pistard che sta cambiando volto (e corpo) al nostro ciclismo

Le imprese di Jonny, il pistard che sta cambiando volto (e corpo) al nostro ciclismo

Jonathan Milan, il ciclista su strada che più degli altri ha catalizzato le attenzioni del pubblico nell'ultima Corsa Rosa ma anche plurimedagliato pistard, col suo fisico "fuori scala" rispetto a quello che siamo soliti associare ai "girini", sta cambiando (volente o nolente) l'identità del nostro sport

WES (World E-Bike Series) : l'1 e il 2 giugno uno degli eventi più attesi nel mondo e-bike approda  in Trentino

WES (World E-Bike Series) : l'1 e il 2 giugno uno degli eventi più attesi nel mondo e-bike approda in Trentino

La Coppa del Mondo UCI dedicata alle bici elettriche nella specialità Cross-Country sbarca per la prima volta in Trentino, a Pietramurata, località ai piedi delle Dolomiti del Brenta, che suona sicuramente famigliare agli appassionati delle due ruote tassellate, ma a motore, in quanto già sede di tappa del Campionato del Mondo di Motocross. Sarà possibile ammirare da vicino i campioni della specialità, nell’ambito del bike park di 70.000 nel circuito Il Ciclamino

A stretto Giro -Tappa 21: vuoto

A stretto Giro -Tappa 21: vuoto

Sì, Tadej Pogačar se l'è mangiato il Giro. Arrivo spettacolare nella Città Eterna con un circuito ripetuto otto volte e consacrazione dell' "imperatore". Benché la sua vittoria fosse annunciata ci ha intrattenuto tappa dopo tappa mostrando le sue doti di grande regista oltre che di performer. Lo sloveno succede al suo connazionale Roglic, mentre il belga Tim Merlier ha preceduto Milan nel gran finale sulle strade della Capitale

A stretto Giro - tappa 20: l'arte di far spettacolo

A stretto Giro - tappa 20: l'arte di far spettacolo

Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) ci regala un altro show vincendo la Alpago-Bassano del Grappa (184 km) e precedendo di oltre due minuti Valentin Paret-Peintre (Decathlon AG2R La Mondiale Team) e Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe). Questo è il suo sesto successo di tappa e il 20esimo giorno in maglia rosa

A stretto Giro - tappa 19: colpire i bersagli

A stretto Giro - tappa 19: colpire i bersagli

A tre anni di distanza dal successo di Bagno di Romagna, Andrea Vendrame (Decathlon AG2R La Mondiale Team) ha vinto la Mortegliano-Sappada di 157 km. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Pelayo Sanchez (Movistar Team) e Georg Steinhauser (EF Education - EasyPost)

A stretto Giro - tappa 18: fotofinish

A stretto Giro - tappa 18: fotofinish

Secondo successo in questo Giro per il belga Tim Merlier della Soudal Quick-Step che, nella Fiera di Primiero-Padova, ha la meglio su Jonathan Milan. Sul podio anche Kaden Groves

A stretto Giro - tappa 17: un altro rosa

A stretto Giro - tappa 17: un altro rosa

Il 22enne ciclista tedesco Georg Steinhauser (EF Education - EasyPost) ha vinto la Selva di Val Gardena-Passo Brocon con cinque GPM da affrontare nel corso dei 159 km di giornata. Il Passo Sella è la nuova Cima Coppi. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) e Antonio Tiberi (Bahrain Victorious)

Le ultime News
Il Turismo

BikeUp Torino: una grande occasione di vivere l'elettrico (Anello di Superga compreso!)

07 June 2024

Raccontaci il tuo BAM! e vinci la coppia di borse GIVI-Bike Junter con cui Giulia Baroncini ha affrontato la sua Milano-Chicago

06 June 2024

Da venerdì 7 a domenica 9 giugno torna, a Mantova, BAM!, il più grande raduno europeo di viaggiatori in bici

04 June 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - episodio tre

17 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio due

07 May 2024

Cervinia Snow Bike Show: sembrava una cosa da pazzi! - Episodio uno

03 May 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 3

27 April 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 2

18 April 2024

Tester Day Festival: vi aspettiamo sabato e domenica per prove, tour, contest, corsi... Tutto gratuito! È il primo ritrovo della community di Ciclismo.it

04 April 2024

Trilogia dell'Avana - Episodio 1

27 March 2024

Tutto Salute
Giro d'Italia - tappa 16: l'ammutinamento

Giro d'Italia - tappa 16: l'ammutinamento

Un epilogo di tappa quasi manierista da parte di Tadej Pogacar che, scortato dal polacco Majka, si lancia nella fuga 2 km prima del traguardo e conquista il Monte Pana superando il nostro giovanissimo e coraggioso Giulio Pelizzari (VF Group-Bardiani CSF-Faizanè). Una frazione, quella di Lasa-Santa Cristina Val Gardena, funestata dal maltempo, dall'ammutinamento dei corridori a Livigno, dai dissidi fra questi e l'organizzazione (non solo RCS, ma anche UCI). Per tutto ciò è stata accorciata di oltre 80 km, sacrificando passi iconici e un certo spirito nell'affrontarli. Terzo Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe) che torna secondo nella classifica generale

Giro d'Italia: cosa è successo nella seconda settimana?

Giro d'Italia: cosa è successo nella seconda settimana?

Si entra nella terza e conclusiva settimana del Giro d’Italia, quella decisiva, quella in cui si affrontano le pendenze vere, quelle in doppia cifra, quelle che fanno male, che possono stravolgere le posizioni in classifica generale. Ecco perché oggi i ciclisti sono alle prese con l’ultima giornata di riposo

A stretto Giro - tappa 15: il mago

A stretto Giro - tappa 15: il mago

Tadej Pogačar ha riservato per la 15^ tappa, la più dura e la più prestigiosa, l'ennesimo coup de théatre, divorando strada e avversari negli ultimi chilometri della la Manerba del Garda-Livigno (222 km). Alle sue spalle Nairo Quintana (Movistar Team) e Georg Steinhauser (EF Education-EasyPost) che avevano coraggiosamente tentato la fuga prima dello sloveno

A stretto Giro -Tappa 14: sollievo tricolore

A stretto Giro -Tappa 14: sollievo tricolore

Il portacolori della Ineos Grenadiers, che ha corso con il body che contraddistingue il campione italiano della specialità, nella Castiglione delle Stiviere- Desenzano sul Garda (31.2 km) si è preso la rivincita su Tadej Pogacar, che lo aveva battuto nella crono di Perugia. La Maglia Rosa arrivando secondo ha guadagnato in classifica generale 45" su Thomas e 1'16" su Martinez. Terzo Thymen Arensman (Ineos Grenadiers)

A stretto Giro - tappa 13: vento, ventagli e volate

A stretto Giro - tappa 13: vento, ventagli e volate

Jonathan Milan (Lidl-Trek) nella Riccione-Cento (179 km) realizza la terza volata vincente al 107° Giro, dopo Andora e Francavilla. Più forte del vento che ha reso impegnativa una tappa che sulla carta doveva filare liscia, la Maglia Ciclamino ha avuto la meglio su Stanislaw Aniolkowski (Cofidis) e Phil Bauhaus (Bahrain Victorious)

A stretto Giro - tappa 12: Oltre la maglia

A stretto Giro - tappa 12: Oltre la maglia

Julian Alaphilippe (Soudal Quick-Step) conquista la sua prima vittoria al Giro con il prezioso supporto del nostro Mirco Maestri (Polti-Kometa) con cui ha condiviso oltre 100 km di fuga. Jhonatan Narvaez (Ineos Grenadiers) ha avuto la meglio su Quinten Hermans (Alpecin-Deceuninck) nella sfida per il secondo posto mentre il Gruppo Maglia Rosa ha chiuso a 5'25"

A stretto Giro: lo Stelvio, il grande assente

A stretto Giro: lo Stelvio, il grande assente

In una corsa a tappe di tre settimane come il Giro d’Italia il meteo può giocare un ruolo, a seconda dei casi, più o meno rilevante. Incontrollabile e prevedibile il giusto, è una variabile in grado d’incidere sullo stato di salute dei corridori, le loro tattiche in gara e, addirittura, sui percorsi che vanno ad affrontare, risultando in questo modo determinante per l’esito finale (o parziale considerando le tappe) della manifestazione

A stretto Giro - tappa 10: marea galattica

A stretto Giro - tappa 10: marea galattica

Valentin Paret-Peintre (Decathlon AG2R La Mondiale Team) ha vinto la Pompei-Cusano Mutri (Bocca della Selva) di 142 km. Cominciano a brillare le stelle della formazione francese, per la quale corre anche il fratello del trionfatore della decima frazione, Aurélien. Al secondo e terzo posto Romain Bardet (Team DSM-Firmenich PostNL) e Jan Tratnik (Team Visma | Lease a Bike)

Giro d'Italia: cosa è successo nella prima settimana

Giro d'Italia: cosa è successo nella prima settimana

Mentre i corridori ieri sono stati alle prese con la prima meritata giornata di riposo, noi cerchiamo di fare il punto della situazione su cosa abbiamo vissuto in queste prime 9 tappe disputate sulle 21 previste

A stretto Giro - tappa 9: il senso della fuga

A stretto Giro - tappa 9: il senso della fuga

La 9ª tappa del Giro d’Italia 2024, la Avezzano-Napoli, prima dell’appassionante finale con l’allungo solitario di Jonathan Narvaez ripreso nelle ultime decine di metri dai velocisti (poi regolati tutti dal colpo di reni vincente di Olav Kooij), è stata caratterizzata dalla lunga fuga di Andrea Pietrobon e Mirco Maestri (entrambi della Polti-Kometa), un tentativo che, per il numero degli uomini che lo componevano, le forze e le velleità degli sprinter presenti in gruppo, sembrava fosse destinato ad esser neutralizzato presto e con facilità

Mirco "Paperino" Maestri protagonista della nona tappa del Giro d'Italia

Mirco "Paperino" Maestri protagonista della nona tappa del Giro d'Italia

Riproponiamo l'intervista esclusiva che, a inizio stagione, ci ha concesso il capitano del team Polti-Kometa che oggi, nella tappa Avezzano-Napoli della Corsa Rosa, vinta dall'olandese Olav Koij, è stato in fuga con il compagno Andrea Pietrobon per quasi 200 km. Il ciclista di Guastalla (RE) ci ha raccontato l'arte di staccare il gruppo nel ciclismo di oggi, per cui sono necessarie doti di "autodistruzione"

A stretto Giro - tappa 8: team building

A stretto Giro - tappa 8: team building

Tadej Pogačar (UAE Team Emirates) all'ombra del Gran Sasso conquista il suo decimo successo di stagione e il terzo al Giro, dopo Oropa e la cronometro della Foligno-Perugia. A detta del campione sloveno il gradino più alto del podio alla Spoleto-Prati di Tivo (152 km) non era in programma. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Daniel Felipe Martinez (Bora - Hansgrohe) e Ben O'Connor (Decathlon AG2R La Mondiale Team). Quarto il nostro Antonio Tiberi (Bahrain – Victorious)

A stretto Giro - Tappa 6: rivelazione

A stretto Giro - Tappa 6: rivelazione

Pelayo Sanchez (Movistar Team) ha vinto la Torre del Lago Puccini (Viareggio)-Rapolano Terme (180 km). Al secondo e terzo posto si sono classificati Julian Alaphilippe (Soudal Quick-Step) e Luke Plapp (Team Jayco AlUla). "Ho cercato di staccarli - ha dichiarato il ciclista spagnolo - ma era impossibile. L'unico modo per vincere era dallo sprint"

A stretto Giro - tappa 5: le gambe e il cuore

A stretto Giro - tappa 5: le gambe e il cuore

Doveva essere un'altra giornata dei velocisti invece la Genova-Lucca (178 km) se l'è aggiudicata il pistard francese Benjamin Thomas (Cofidis). "Per fortuna il ciclismo non è matematica", ha dichiarato Roberto Damiani, direttore sportivo della squadra di Bondues. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Michael Valgren (EF Education - EasyPost) e Andrea Pietrobon (Team Polti Kometa). Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) rimane in Maglia Rosa

A stretto Giro - Tappa 4: inghiottiti

A stretto Giro - Tappa 4: inghiottiti

La Acqui Terme-Andora, altra frazione (190 km) favorevole agli sprinter, ha visto vittorioso Jonathan Milan (Lidl-Trek) al termine di una volata lanciata a 150 metri dall'arrivo. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Kaden Groves (Alpecin-Deceuninck) e Phil Bauhaus (Bahrain Victorious). Tadej Pogacar (UAE Team Emirates) rimane in Maglia Rosa

A stretto Giro : la giusta spinta - tappa 3

A stretto Giro : la giusta spinta - tappa 3

Si sapeva che la Novara-Fossano era la tappa dei velocisti. Eppure per buona parte della gara abbiamo assistito ad una sfida fra chi andava più piano. Alla fine, però, complice il percorso ben studiato, lo spettacolo è arrivato, grazie soprattutto al belga Tim Merlier (Soudal Quick-Step), che ha vinto la terza tappa e che l'ha dedicata allo sfortunato Wouter Weylandt. Al secondo e terzo posto si sono classificati rispettivamente Jonathan Milan (Lidl-Trek) e Biniam Girmay (Intermarché - Wanty)

A stretto Giro: sovrapposizioni - tappa 2

A stretto Giro: sovrapposizioni - tappa 2

Quello di Oropa è il profilo di una salita che, quando evocato, riporta inevitabilmente il pensiero e la memoria al nome di Marco Pantani. Il “Pirata”, sulla salita biellese, ha scritto una delle pagine più memorabili della storia del ciclismo andando a conquistare, grazie a un’incredibile rimonta compiuta in maglia rosa, dopo esser rimasto appiedato da un salto di catena a 8,5 km dalla vetta. Ieri, grazie a Tadej Pogačar, abbiamo "rivisto" la tappa del 30 maggio 1999. Daniel Felipe Martinez (BORA-Hansgrohe) e Geraint Thomas (Ineos Grenadiers) hanno chiuso a 27", in compagnia di Lorenzo Fortunato (Astana Qazaqstan) e del giovane Florian Lipowitz (BORA-Hansgrohe)

A stretto Giro - tappa 1: benvenuti al ballo!

A stretto Giro - tappa 1: benvenuti al ballo!

C'è chi ha detto che il ballo è l'arte dell'onestà: in essa si è completamente allo scoperto. Il Giro d'Italia è una sorta di danza in cui gli atleti, fin dai primi passi, rivelano se stessi. Ne è convinto il nostro Federico Guido che, in questa rubrica dedicata alla Corsa Rosa, non farà il report della gara, ma scriverà delle note a margine, delle impressioni a caldo, cercando di cogliere i dettagli più del colpo d'occhio d'insieme

Giro d’Italia 2024, curiosità e numeri da conoscere

Giro d’Italia 2024, curiosità e numeri da conoscere

Ci siamo, l’attesa ormai è praticamente finita. Dopo la presentazione delle squadre, le conferenze stampa di rito e gli ultimi preparativi, il Giro d’Italia 2024 scatta da Venaria Reale, sede di partenza designata di una prima tappa che vedrà la sua conclusione, 140 chilometri dopo, in quel di Torino

Giro d'Italia: Torino è pronta ad accogliere la Corsa Rosa. Ripassone generale

Giro d'Italia: Torino è pronta ad accogliere la Corsa Rosa. Ripassone generale

L'evento, che vede schierate 22 formazioni per un totale di 176 corridori, prenderà il via da Venaria Reale il 4 maggio. Proviamo ad offrirvi un riassuntone con favoriti, altimetrie, percorsi, orari, canali, start list

La Vuelta Femenina: Gaia Realini veste la maglia da leader

La Vuelta Femenina: Gaia Realini veste la maglia da leader

La principale corsa a tappe spagnola presente nel calendario WorldTour femminile ha preso il via ieri, domenica 28 aprile, dalla città di Valencia, dove alla cronometro si è imposta la Lidl-Trek con la nostra Gaia, che ha indossato per prima la Maglia Rossa

Introduzione alle gare amatoriali su strada

Introduzione alle gare amatoriali su strada

Se volete mettere alla prova il vostro livello di allenamento in bici partecipando ad una gara per amatori, siete tenuti a seguire un iter burocratico, abbastanza semplice, che vi permetterà di entrare nel mondo dell'agonismo. Eccovi un'infarinatura sull'argomento

Alpecin-Deceuninck: cosa c'è dietro il suo successo?

Alpecin-Deceuninck: cosa c'è dietro il suo successo?

Ripercorrendo la prima parte di stagione possiamo dire di aver assistito a vere e proprie imprese che hanno in qualche modo riscritto la storia del ciclismo. Pensiamo ad esempio alle Strade Bianche, ma anche alla Milano-Sanremo, il Giro delle Fiandre o, ancora, la Parigi-Roubaix, tutte concluse con medie orarie mai fatte registrare prima. Decisivi gli attacchi, in quasi tutte queste gare, inferti a molti chilometri dal traguardo che hanno dato vita a lunghe cavalcate in solitaria

Cadere e ricominciare... che fatica! La parola ai campioni

Cadere e ricominciare... che fatica! La parola ai campioni

Le cadute dei big del ciclismo su strada sta alimentando un allarmante bollettino di guerra. In realtà sono più di 50 i corridori fratturati, a cui si aggiungono le ben più lievi abrasioni o piccole contusioni. Al di là delle polemiche (colpa della bici, dei percorsi, ecc.), ricordiamo qualche "volo" celebre che ha cambiato la traiettoria della carriera e della vita degli atleti coinvolti

Coppa del Mondo di Mtb in Brasile: ottime le prestazioni di Simone Avondetto, Chiara Teocchi e Valentina Corvi

Coppa del Mondo di Mtb in Brasile: ottime le prestazioni di Simone Avondetto, Chiara Teocchi e Valentina Corvi

Ha preso il via lo scorso weekend in Brasile la Coppa del Mondo XCO e XCC con alcune sorprese, conferme e alcune novità. Nello Short Track di Mairiporã hanno festeggiato il neozelandese Samuel Gaze e la britannica Evie Richard, nelle gare XCO invece hanno avuto la meglio l'americano Christopher Blevins e la svedese Jenny Rissveds. E poi c'è la sorpresa degli atleti italiani

Grandi Giri, il Piemonte cerca la tripletta

Grandi Giri, il Piemonte cerca la tripletta

Dopo Giro d’Italia e Tour de France, il Piemonte non si ferma. Come rivelato infatti in prima persona dal presidente Alberto Cirio e dall’assessore allo Sport Fabrizio Ricca, la Regione ha messo nel mirino la terza grande corsa a tappe del calendario mondiale, la Vuelta a España, con l’intenzione di ospitarne la Grande Partenza il prossimo anno, nel 2025

La rovinosa caduta di Itzulia

La rovinosa caduta di Itzulia

Altra pesante perdita per il team Visma | Lease a Bike. Ad una settimana esatta dalla rovinosa caduta avvenuta alla Dwars door Vlaanderen in cui è stato coinvolto Wout van Aert, la medesima sorte è toccata a Jonas Vingegaard, nella corsa a tappe spagnola Itzulia Basque Country

Elisa Longo Borghini fa il bis

Elisa Longo Borghini fa il bis

Mentre assistevamo alle fasi finali dello storico assalto da parte di Mathieu van der Poel al terzo Giro delle Fiandre in carriera, con qualche chilometro di distacco, anche l'Elite Women si stava dando battaglia. La campionessa d'Italia, che ha già vinto la Ronde nel 2015, batte in volata la polacca Kasia Niewiadoma

Un gel allo spezzatino per godersi tutto il sapore dei percorsi del Nord

Un gel allo spezzatino per godersi tutto il sapore dei percorsi del Nord

Gel a base di carboidrati per alimentare a dovere il “motore” durante lo svolgimento della gara e gel a base di caffeina per avere una marcia in più quando la situazione la richiede. Due soluzioni dalla rapida modalità di consumazione ed assimilazione, scientificamente studiate e continuamente implementate per contribuire al meglio nella riuscita della performance agonistica di professionisti e amatori. Al loro fianco se ne aggiunge un’altra tipologia, più goliardica che pratica

L'angelo che sul Koppenberg lascia dietro di sé l'inferno...

L'angelo che sul Koppenberg lascia dietro di sé l'inferno...

Rampante proprio come il leone che capeggia sulla bandiera dell’omonima regione belga, Mathieu van der Poel vince il Giro delle Fiandre con una velocità media di 45 KM/h. Di questa 108^ edizione rimarrà la visione di lui che spicca il volo sul muro di pavé alto 77 m e lungo 682 m (che dal 2015 è stato avvicinato al traguardo per renderlo strategico). L’olandese Campione del Mondo in carica su strada, nella seconda Classica Monumento, scrive una nuova pagina nella storia del ciclismo

Internazionali d'Italia Series: ad Esanatoglia la spunta l'inglese Cameron Orr

Internazionali d'Italia Series: ad Esanatoglia la spunta l'inglese Cameron Orr

Gli Internazionali d’Italia Series per il secondo round della stagione hanno toccato il Centro Italia: sabato scorso, l'evento si è tenuto nel crossodromo del borgo marchigiano in provincia di Macerata, dove hanno avuto la meglio l'inglese Cameron Orr della Wilier-Vittoria Factory Team Xco e la danese Sofie Pedersen della Vittoria Factory Team Xco

Wout van Aert: il grande assente al Giro delle Fiandre

Wout van Aert: il grande assente al Giro delle Fiandre

La terribile caduta, che alla Dwars door Vlaanderen (Belgio) ha coinvolto Wout Van Aert assieme a molti altri corridori, lascia nel campione molte più conseguenze che le sole fratture

Étape Parma by Tour de France, un mese alla due giorni in giallo nel cuore della Food Valley

Étape Parma by Tour de France, un mese alla due giorni in giallo nel cuore della Food Valley

L’attesa è quasi arrivata agli sgoccioli in Emilia-Romagna, terra dove, tra un mese esatto, andrà in scena l’Étape Parma by Tour de France, evento collaterale della prima storica partenza della Grande Boucle dall’Italia, che servirà a scaldare i motori in vista del transito della corsa a tappe francese il prossimo luglio

Ritorna il Giro d’Abruzzo: scalatori e corridori esplosivi allo scoperto

Ritorna il Giro d’Abruzzo: scalatori e corridori esplosivi allo scoperto

A diciassette anni dall’ultima edizione disputata nel 2007 (vittoria in maglia Aurum Hotels del marchigiano Luca Ascani) il Giro d’Abruzzo torna in calendario e lo fa con un’edizione, quella in programma dal 9 al 12 aprile prossimi, che si annuncia spettacolare e impegnativa

Le nuove regole del Ciclocross

Le nuove regole del Ciclocross

La necessità espressa dal presidente UCI di un più stringente regolamento in merito alla partecipazione dei ciclisti nelle gare previste dal massimo circuito nella specialità del ciclocross, rappresentato dalla Coppa del Mondo, è sfociata in nuove norme. Ecco in sintesi le punti salienti

Mathieu van der Poel prolunga di 10 anni il sodalizio con Canyon e di 3 con Alpecin-Deceuninck

Mathieu van der Poel prolunga di 10 anni il sodalizio con Canyon e di 3 con Alpecin-Deceuninck

Quale miglior modo per suggellare questi prestigiosi rinnovi di contratto con un’ennesima vittoria, alla E3 Saxo Classic, detta "Piccolo Fiandre", dove MVDP ci ha regalato l'ennesimo assolo. È l'ultimo di un'infinita serie di successi costruiti insieme all'azienda di Coblenza e al Team Alpecin-Deceuninck dei fratelli Philip e Christoph Roodhooft